PDA

Visualizza la versione completa : Come si vende un sito?


hhchnos
05-06-2013, 19:08
Ciao a tutti
Sono alle prese con la mia priima "vendita di un sito" ad un cliente. Di professione faccio il grafico ma da anni ormai sviluppo anche siti in php. Non ho alcuna idea di come muovermi dal punto di vista burocratico nei confronti del cliente. In particolare non so come dovrei gestire la "rivendita" del dominio e dell'hosting. Ho un paio di account su cui gestisco alcuni spazi in hosting, posso usare quelli per acquistare un nuovo dominio con relativo spazio web?

vi prego non so proprio come muovermi!

P.S. ho già la partita IVA come grafico

Little Hawk
05-06-2013, 20:11
Non lavoro come freelancer quindi immagino altri potranno darti consigli piu' nel merito.

Cmq tanto per cominciare fatti scrivere un contratto (o trovane uno) nel quale si stabilisce come distribuire il lavoro nel tempo e di conseguenza il compenso, i.e. un tot. in anticipo, poi il resto alla consegna oppure in aggiunta qualcosa nel mezzo. Nel contratto stabilisci anche, in accordo col cliente, come avviene la consegna. Ti consiglio di tenere il sito live con un dominio di tua proprieta' -non quello del cliente senza poi incorrere in problemi di proprieta' o altro- e di renderlo visibile soltanto con username e password che tu hai (semplice http basic auth), cosi' poi mostrarlo al cliente. Una volta che il pagamento e' completo puoi poi rilasciare il codice al cliente, mettere il sito su col loro dominio, e fornire loro tutte le password etc.

hhchnos
05-06-2013, 20:25
Grazie Little Hawk per la risposta!

Una domanda:
qual'è la prassi normalmente utilizzata per acquistare l'hosting ( e il dominio) di un cliente? mi registro in un qualsiasi sito di hosting con i suoi dati che successivamente a fine lavoro consegno al cliente, oppure è meglio acquistare un servizio di rivendita hosting multidominio che gestisco in prima persona?

Little Hawk
05-06-2013, 20:47
Il reselling e' una buona opzione, oppure qualcosa come Rackspace Cloud Sites (http://www.rackspace.com/cloud/sites/); paghi un tot mensile che include di base delle risorse, e poi paghi come PAYG risorse che vanno oltre il limite.

Purtroppo non conosco servizi in Italia... per il reselling consiglio qualcosa come HeartInternet (http://www.heartinternet.co.uk/reseller-hosting/).

Cmq tieni presente che qualunque opzione di shared hosting o reselling ha le sue limitazioni, anche molte.

Se non hai problemi a gestire servers da te, e prevedi di gestire siti per molti clienti acquista invece qualche VPS da Digital Ocean (https://www.digitalocean.com) / Linode (https://www.linode.com) / Rackspace Cloud Servers (http://www.rackspace.com/cloud/servers/) / VPS.NET (http://vps.net) / simili, e gestisci tutto da te. Potresti risparmiare e avere controllo totale su di *tutto* (Digital Ocean in particolare offre SSD storage per $10/mo!).

Potresti metterti su un piccolo hosting business vero e proprio e completamente per conto tuo con:

- buon dns hosting (es. PowerDNS (https://www.powerdns.com) )
- 2 x load balancing & caching proxies/front end, con: keepalived per ip failover, haproxy per load balancing del db cluster, nginx in fronte agli app servers
- 2 x nodi come app servers => puoi supportare di tutto dal momento che hai totale controllo; Ruby, PHP, Mono.NET, Java, Python, etc etc
- 3 x db nodes per un bel Percona XtraDB cluster (MySQL)

Questo tipo di configurazione di base non ti costerebbe molto, avresti totale controllo sulle tecnologie che usi, senza restrizioni, sarebbe highly available, scalabile (puoi ridimensionare nodi, clonarli, etc). Puoi praticamente crearti un buon hosting business partendo in questo modo :D

hhchnos
05-06-2013, 21:08
cavolo little sei una valanga di informazioni! :)

il server gestito in autonomia sarebbe la soluzione ideale ma non ho competenze così avanzate nella gestione di un server. oltretutto penso di dedicarmi allo sviluppo di siti solo saltuariamente, diciamo un paio di lavori all'anno. Indagherò meglio sul reselling e sui nomi che mi hai consigliato.

Volevo chiederti altre 2 cose:

-la prassi per le web agency italiane è il server gestito in autonomia? anche per gli sviluppatori indipendenti?

-avendo poco tempo per mettere in opera il tutto, è accettabile (almeno per questo primo progetto) acquistare uno spazio hosting direttamente con i dati del cliente?

Little Hawk
05-06-2013, 21:32
Originariamente inviato da hhchnos
oltretutto penso di dedicarmi allo sviluppo di siti solo saltuariamente, diciamo un paio di lavori all'anno

oh, OK, lol avevo capito male :D


-la prassi per le web agency italiane è il server gestito in autonomia? anche per gli sviluppatori indipendenti?

In Italia? non ne ho la piu' pallida idea :D


-avendo poco tempo per mettere in opera il tutto, è accettabile (almeno per questo primo progetto) acquistare uno spazio hosting direttamente con i dati del cliente?

Penso di si', almeno per cominciare. Il sito potrebbe essere lentuccio cmq se usi uno shared hosting.

Loading