PDA

Visualizza la versione completa : sogei e serco


kuarl
06-06-2013, 20:11
salve gente,
probabilmente martedì avrò un colloquio in sogei. Per chi non lo sapesse è una società di proprietà del ministero dell'economia che fa software e altra robetta per la P.A.
Mi occuperei di sistemi GIS e di ricevitori GPS software per la geodesia (di cui possiedo delle skills) e mi hanno cercato loro.

Leggendo un po' su internet trovo parecchia gente scontenta. A quanto pare sembra la solita azienda statale in cui chi sta dentro non fa un cazzo e il lavoro lo fanno tutto i consulenti schiavi e sfigati. Qualcuno ha qualche esperienza o storia da raccontare? :fagiano:


La seconda azienda papabile, in cui vorrei propormi, è SERCO. Per chi non lo sapesse è un azienda britannica di consulenza attiva in molti settori. Nel mio caso si tratterebbe sempre di software per sistemi satellitari (per i quali posseggo qualche skill). Parliamo quindi di un azienda privata con filosofia anglosassone. I commenti che ho raccolto è che puntano molto sulla produttività e il merito, ma che danno in appalto quasi sempre lo sviluppo software. In altre parole loro scrivono le specifiche, tracciano l'architettura generale e poi la realizzazione la subappaltano :dottò:
"scrivo relazioni e presentazioni in powerpoint tutto il giorno. Ma di tanto in tanto, qualche volta, matlab lo apro ancora"
:dottò: :dottò:

Qualcuno ha qualche storia da raccontare? suggerimenti? :stordita:

URANIO
06-06-2013, 23:40
Originariamente inviato da kuarl
salve gente,
probabilmente martedì avrò un colloquio in sogei. Per chi non lo sapesse è una società di proprietà del ministero dell'economia che fa software e altra robetta per la P.A.
Mi occuperei di sistemi GIS e di ricevitori GPS software per la geodesia (di cui possiedo delle skills) e mi hanno cercato loro.

Leggendo un po' su internet trovo parecchia gente scontenta. A quanto pare sembra la solita azienda statale in cui chi sta dentro non fa un cazzo e il lavoro lo fanno tutto i consulenti schiavi e sfigati. Qualcuno ha qualche esperienza o storia da raccontare? :fagiano:

Per quanto mi riguarda la conosco per un software pessimo (Entr*tel).
Detto questo però mi sembra un azienda che ha le mani in pasta a tutto, e quindi avresti la possibilità di lavorare su progetti "importanti". Fossi io punterei su SOGEI.

Kahm
07-06-2013, 09:06
Originariamente inviato da kuarl un azienda privata con filosofia anglosassone. I commenti che ho raccolto è che puntano molto sulla produttività e il merito

ho diversi amici che lavorano in italia per conto di ditte americane e inglesi
quello che dici è vero, puntano moltissimo su produttività

diciamo che 2 amici che lavorano in microsoft a Roma, hanno riscontrato molto stress, sebbene le paghe sono alte rispetto alla media, li si tende sempre a tirare l'asino con la carota un po troppo in alto, insomma fare tutto il lavoro richiesto è massacrante!

le cose comuni che ho sentito, quindi si parla di 6 persone circa , per quanto riguarda la filosofia di queste compagnie, è di gestire il 5% dei dipendenti hce non arrivano a completare il lavoro richiesto in licenziamenti, questo per favorire nuove assunzioni di giovani promettenti

insomma, niente è gratis, alla fine carriera e soldi arrivano insieme ad altre magagne
se lavori bene e sodo, ti fai tanti soldi e raggiungi bei obiettivi :mem: cosa impensabile in ditte italiane

partime
08-06-2013, 19:47
Originariamente inviato da Kahm
le cose comuni che ho sentito, quindi si parla di 6 persone circa , per quanto riguarda la filosofia di queste compagnie, è di gestire il 5% dei dipendenti hce non arrivano a completare il lavoro richiesto in licenziamenti, questo per favorire nuove assunzioni di giovani promettenti

E qui mi sorge un dubbio: se uno non riesce a completare il lavoro nelle scadenze previste, può trattarsi di uno incapace e lento, e allora ben venga il licenziamento, oppure sono state imposte scadenze impossibili con obiettivi irraggiungibili in quei tempi o si è dato per scontato che una cosa complessa fosse semplice. Come gestiscono queste situazioni? Mica di tutta l'erba un fascio...

Kahm
09-06-2013, 10:37
Originariamente inviato da partime
E qui mi sorge un dubbio: se uno non riesce a completare il lavoro nelle scadenze previste, può trattarsi di uno incapace e lento, e allora ben venga il licenziamento, oppure sono state imposte scadenze impossibili con obiettivi irraggiungibili in quei tempi o si è dato per scontato che una cosa complessa fosse semplice. Come gestiscono queste situazioni? Mica di tutta l'erba un fascio...

ah boh, come detto non è esperienza diretta, cmq mme ne hanno parlato in diversi
posso dirti che se ti vogliono licenziare, hanno gli strumenti

poi ovviamente per il tuo esempio basta rivolgersi al proprio responsabile che valuta se il lavoro è fattibile. altrimenti... :sadico:

Goo21
09-06-2013, 10:49
Originariamente inviato da partime
E qui mi sorge un dubbio: se uno non riesce a completare il lavoro nelle scadenze previste, può trattarsi di uno incapace e lento, e allora ben venga il licenziamento, oppure sono state imposte scadenze impossibili con obiettivi irraggiungibili in quei tempi o si è dato per scontato che una cosa complessa fosse semplice. Come gestiscono queste situazioni? Mica di tutta l'erba un fascio...
visto che, se non rispettano le scadenze, poi loro devono pagare delle penali al committente trovo un pò contornto mettere delle scadenze troppo brevi per inculare un dipendente ..poi...boh :bhò:

Kahm
09-06-2013, 11:00
Originariamente inviato da Goo21
visto che, se non rispettano le scadenze, poi loro devono pagare delle penali al committente trovo un pò contornto mettere delle scadenze troppo brevi per inculare un dipendente ..poi...boh :bhò:

per le ditte italiane è la normalità:
-)abbassano il prezzo della commessa
-)spremono i consulenti fino all'ultima goccia
-)scaricano responsabilità su consulenti o ditte esterne

visto con i miei occhi, ed è stato motivo di numerosi litigi
per le ditte di cui parlavamo non metto parola in quanto non ci ho mai lavorato

Goo21
09-06-2013, 11:08
Originariamente inviato da Kahm
per le ditte italiane è la normalità:
-)abbassano il prezzo della commessa
-)spremono i consulenti fino all'ultima goccia
-)scaricano responsabilità su consulenti o ditte esterne

visto con i miei occhi, ed è stato motivo di numerosi litigi
per le ditte di cui parlavamo non metto parola in quanto non ci ho mai lavorato
ma questo quando usi consulenti esterni, ma dubito facciano lo stesso col personale interno
cioè per me sarebbe una cosa assurda

poi potrebbe essere...mah...

kuarl
09-06-2013, 12:23
Originariamente inviato da Goo21
ma questo quando usi consulenti esterni, ma dubito facciano lo stesso col personale interno
cioè per me sarebbe una cosa assurda

poi potrebbe essere...mah...

se tratti il personale interno come dei figli acquisiti che ti tieni fino alla pensione in pieno stile italico. Io penso che questa distorsione dell'outsourcing di ogni cosa e dell'uso e abuso dei consulenti sia nata per aggirare le assunzioni a tempo indeterminato con le sue rigidità nei licenziamenti :bhò:

capisco comunque che il sistema descritto da Kahm sia molto vincolato alla "sensibilità" del datore di lavoro :bhò:


Come al solito a noi italiani non piacciono le mezze misure.

partime
09-06-2013, 13:40
Originariamente inviato da Goo21
visto che, se non rispettano le scadenze, poi loro devono pagare delle penali al committente trovo un pò contornto mettere delle scadenze troppo brevi per inculare un dipendente ..poi...boh :bhò:

Io (per ora) lavoro in una microazienda dove a volte le scadenze sono davvero impossibili: questo perché il titolare, pur di non perdere nemmeno un lavoro, si vincola in tempi brevissimi, fa l'offerta, a volte si fa pure pagare prima, poi viene da noi dicendo: dobbiamo fare questo e questo in un paio di giorni (perché nel frattempo è passato un mese), gli diciamo che è impossibile e allora sbraita...

Loading