PDA

Visualizza la versione completa : E' un lavoro, ma ti pago come un non professionista


saucer
20-07-2013, 12:52
Leggevo di la : http://forum.html.it/forum/showthread.php?s=&threadid=1545773

una richiesta da parte di un'azienda di un programmatore per applicazioni mobile.
Cifra indicativa 500 euro al mese e dopo una brutta esperienza, chiede che lo contattino solo persone esperte, perchè è un lavoro e non un gioco.

Dato che di la non si puo' fare casino, lo vengo a far di qua.

Secondo loro, un programmatore (con esperienza), deve mettersi a sviluppare un'applicazione a 500 euro a progetto ( porterà via quanto tempo? 1 mese? e il debug? ed eventuali fix? saran pagati a parte? ), quando in giro offrono 6€ a ora per pulizie domestiche?

Per raggiungere i 500€ bastano 90 ore mensili, pari a circa 12 giorni lavorativi.
Capite perchè oggi il mondo dell'IT i professionisti ( in Italia ) lo snobbano e tornano a fare mestieri differenti?

Se il tizio dell'offerta vuol intervenire nel dibattito, è il benvenuto, ma questa mia critica non è rivolta a lui, ma alla media di aziende in italia che opera in tal modo.

bootzenn
20-07-2013, 12:57
Originariamente inviato da saucer

Per raggiungere i 500€ bastano 90 ore mensili, pari a circa 12 giorni lavorativi.
Capite perchè oggi il mondo dell'IT i professionisti ( in Italia ) lo snobbano e tornano a fare mestieri differenti?



No

saucer
20-07-2013, 13:05
Onestamente, io mi sono stufato di fare il programmatore con tutto il carico di stress che ne deriva tra consegne, debug, utonti, computer datati, poche risorse etc.etc. e guadagnare a fine mese meno di una collaboratrice domestica.

Preferisco lavorare meno e guadagnare di più.
Ora appunto ho quasi raggiunto il mio scopo, lavoro di meno, meno stress, e guadagno di piu'.
Non è un mestiere tipo edile/idraulico, ma non guadagno neppure quanto loro.

Devo dire che son contento di aver cambiato e lasciato il mercato di chi "da commerciale", pensa di dover guadagnare magari l'80% della cifra spillata al cliente.

Ripeto : l'annuncio su linkato è solo un esempio ( magari anche il meno eclatante ), ma comunque la prassi è quella.

partime
20-07-2013, 22:32
Ma, quell'annuncio non mi sembra poi così strano. Lui dice 500 euro indicativi, solo perché è obbligatorio il budget e non ha idea di quanto inserire, magari per progetti complessi arriva anche a 3000 euro.

Le collaboratrici domestiche arrivano anche a 8-9 euro, mica solo 6 euro all'ora!

Io invece trovo stufante che quando uno è assunto da dipendente poi viene pagato da semplice impiegato al pari di una segretaria, con la differenza che tu programmatore devi studiare e aggiornarti in continuazione, sul lavoro e anche fuori, meglio se lo fai fuori per conto tuo nel tempo libero, nei ritagli, di notte e nei weekend altrimenti sei subito fuori mercato, la segretaria invece non ha tutto questo sulle spalle e una volta finito il suo orario può dedicarsi ad altro, non va certo a studiare come si usa il nuovo programma per il bilancio installato la mattina o le nuove norme, lo fa sul lavoro perché fa parte del suo lavoro.

Inoltre, quando sei un nuovo assunto c'è spesso la propensione a pagarti di meno se non conosci bene il linguaggio di programmazione o il framework che la ditta usa, ignorando il fatto che una volta imparato dovrai continuare comunque ad imparare e ad aggiornarti (e quindi è come essere sempre all'inizio di qualcosa), ma dicono che fa parte del tuo lavoro, aggiornarti sul lavoro e fuori.
La segretaria no. Ma sei pagato come la segretaria.

saucer
21-07-2013, 00:14
Non era una critica verso quell'annuncio.
Ho esaminato la proposta, 500 euro a progetto, una cifra indicativa.

A meno di una semplice app che non ha bisogno di debug ( anche per eventi futuri ), la cifra è ridicola per alcuni semplici motivi :
1) Sviluppo un programma custom
2) Rilascio i miei sorgenti a te azienda reseller ( quindi, di fatto la mia conoscenza dopo il 1° applicativo è all'80% nelle tue mani )
3) Clausole contrattuali serie ( fee se ritardi nella consegna )

In un mondo ideale, un'app simile costerebbe almeno 2000 euro. Certo, troveresti l'indiano o il turco che te la farebbe per 200, ma con tutti gli impegni ulteriori che ti necessita ( contatto, fiducia, linguaggio, capirsi a distanza ).


Per il tuo appunto sulla segretaria e sul programmatore, non posso che darti ragione, ed è per tale motivo che dopo 10 anni ho abbandonato il settore e lo curo solo come hobby personale. Ho una vita ( UNA ) e non mi va di sprecarla per rendere ricco qualcuno che non sia io.

chumkiu
21-07-2013, 08:49
Il discorso secondo me è un po' più complesso, fermo restando la fondatezza delle cose del quale ti lamenti.

Di fatto però un software difficilmente viene messo in vendita, per l'utente finale, a un prezzo tale da coprirne il valore effettivo.
Questo per tanti fattori: pirateria, ampia scelta di software free surrogati, tante persone che sanno fare questo lavoro (con professionalità o meno è irrilevante), utenti finali che raramente spendono 10 euro per un software che li vale quando non hanno problemi a spendere 50 euro in pizzeria o per un gioco da tavolo che si può fare "in casa" con dei fogli di carta e cartoncini.

E' una questione culturale forse.

Quanti di voi comprano app sul playstore / applestore che costano più di 3 euro? E quando lo fate quante volte ci pensate?

E comprate i software dalla "demo infinita"? Tipo Winrar o, per sviluppatori, sublimetext2 o tante altre?

Quanti donano qualcosa per i prodotti open source dove chiedono donazioni spontanee non obbligatorie?

Con queste premesse come si fa a monetizzare un software tanto da non solo ripagarlo del costo vero ma anche per guadagnarci qualcosa? Inoltre nessuno è sicuro del reale successo o dell'effettivo risparmio (se per uso interno) quindi la maggior parte delle volte sarebbe un salto nel buio.

Poi ci sono aziende che sanno monetizzare e riescono a pagare il giusto (e avere in cambio la giusta professionalità)... ma sono poche, e comunque cercano di tirare il più possibile, rimanendo almeno nella decenza.

Alhazred
21-07-2013, 11:16
Originariamente inviato da chumkiu
...
Con queste premesse come si fa a monetizzare un software tanto da non solo ripagarlo del costo vero ma anche per guadagnarci qualcosa? Inoltre nessuno è sicuro del reale successo o dell'effettivo risparmio (se per uso interno) quindi la maggior parte delle volte sarebbe un salto nel buio.
...

Questo discorso non è che regga tanto.
Se hai poca fiducia in un investimento non lo fai, se pensi che la tua idea possa portarti guadagno azzardi.

La persona che realizza il software va pagata il giusto (a meno che non sia un amico/familiare che vuole farti un favore), se lo sviluppatore deve impiegare per esempio 5 giorni completi a settimana per un mese, lo si paga almeno per il mese di lavoro.
Non è che perché si ha poca fiducia nei guadagni gli si dice "Guarda, ti do 300 euro perché mi sa che non ci guadagno molto da questa cosa".
Cosa gliene dovrebbe importare allo sviluppatore di questo?
Chi lavora per un mese a tempo pieno per 300 euro?
Neanche da disoccupato uno li accetterebbe, deciderebbe di investire quel tempo per cercarsi un altro impiego.
Sì, se vai nella sezione "offro lavoro" capitano privati e società che fanno offerte anche molto più ridicole.

Un imprenditore edile che decide di fare una casa sperduta da qualche parte dove pensa che difficilmente qualcuno andrà ad abitare, ma che vuole comunque provarci, non dice alla ditta di costruzione "Per costruire questa casa però vi pago 30.000 euro invece di 300.000 perché non lo so se la vendo".

In nessun campo si ragiona in questo modo, solo nell'IT succede, perché quasi tutti pensano che davanti al computer sia sufficiente premere due pulsanti, fare 3 click col mouse ed il gioco è fatto.

partime
21-07-2013, 11:22
Sante parole, Alhazred!!!!!!

Il rischio è e deve essere tutto sulle spalle di chi commissiona il lavoro, non va diviso con lo sviluppatore a meno che non sia già socio a tutti gli effetti. E lo sviluppatore va pagato il giusto, non quanto un impiegato che non ha bisogno di aggiornarsi continuamente.

Reiuky
21-07-2013, 14:45
Originariamente inviato da Alhazred perché quasi tutti pensano che davanti al computer sia sufficiente premere due pulsanti, fare 3 click col mouse ed il gioco è fatto.

Che, paradossalmente, è vero.

Ormai ho calcolato che per fare qualsiasi cosa che devo fare con il computer, passo il 95% del tempo a capire come farlo e il 5% a farlo.

Alhazred
21-07-2013, 15:05
Originariamente inviato da Reiuky
Che, paradossalmente, è vero.

Ormai ho calcolato che per fare qualsiasi cosa che devo fare con il computer, passo il 95% del tempo a capire come farlo e il 5% a farlo.
Sviluppi software? Di che tipo? Oppure stai parlando di inviare email con un allegato? :incupito:

Sviluppare un software ed utilizzare un software sono due cose ben diverse.

Loading