PDA

Visualizza la versione completa : Tormentone del momento: nuova legge elettorale.


Nuvolari2
20-01-2014, 15:10
Ciao a tutti, torno qui dopo qualche mese di assenza dovuto essenzialmente ad una sopraggiunta estrema scarsità di tempo a disposizione per intervenire. Superato il periodo di massimo impegno, rieccomi qui a rompere le scatole :)

Fatta la dovuta premessa, ecco qui il thread sulla definizione della nuova legge elettorale.

La premessa sotto cui sta nascendo non è delle migliori (Renzi che si allea con Berlusconi, resuscitandolo politicamente, per definire le nuove regole elettorali è qualcosa che mi schifa profondamente, pur non stupandomi affatto).

Detto anche che alla fine non conta poi molto il tipo di legge (proporzionale, maggioritaria, a sbarramento, etc.) ma il grado di democrazia che permette di esercitare e l'obiettivo di governabilità che riesce a garantire, dico la mia sulla proposta messa sul tavolo dalla coppia di condannati più famosi d'Italia Renzi-Berlusconi.

Parere personale:
Ok, con riserva, al ballottaggio per assegnazione del premio di maggioranza (bisogna vedere come, e cosa garantisce a chi arriva terzo, magari per pochi punti percentuali).
No a liste bloccate senza possibilità di scegliere un nome da parte dell'elettore.
No a premi di seggi per i partitini in coalizione.
No a sbarramento diverso fra chi si coalizza e chi no.

Alla fine mi sembra un simil-porcellum, con l'introduzione del ballottaggio per evitare situazioni di blocco come quelle verificatesi alle ultime elezioni.
Ballottaggio che potrebbe comportare un danno democratico molto evidente, nel caso prevedesse l'assegnazione di troppi pochi seggi (di minoranza) ad un eventuale terzo partito con percentuali molto vicine a quelle dei primi due.

galz
20-01-2014, 15:12
Berlusconi, resuscitandolo politicamente
Ah, perchè era morto? :spy:



Bentornato

Nuvolari2
20-01-2014, 15:23
Morto forse no... diciamo che era finito in coma. Il buon Renzi ha saputo subito come rivitalizzarlo e rimetterlo a nuovo.
Più che "rottamatore", questo Renzi mi sembra un "rivitalizzatore".

Ps. Grazie! ;)

fred84
20-01-2014, 15:27
Più che "rottamatore", questo Renzi mi sembra un "rivitalizzatore".

non lo dire troppo ad alta voce, c'è il rischio che qualcuno ti scambi per un elettore del PD nostalgico del "vecchio regime" :spy:

galz
20-01-2014, 15:27
Morto forse no... diciamo che era finito in coma. Il buon Renzi ha saputo subito come rivitalizzarlo e rimetterlo a nuovo.
Si può discutere sulla mossa di Renzi di parlare con lui e non con i suoi capigruppo, di riconoscere il suo ruolo, dell'opportunità politica di farlo etc etc e ne riempiremmo 10 pagine senza venirne a capo, ma che colui che tirava le fila fosse solo Lui non er aun segreto. E resta colui che tira le fila del primo/secondo partito italiano...

direi che non era neanche in coma, forse forse aveva un raffreddorino. :D

Nuvolari2
20-01-2014, 15:40
Nel frattempo fanno ancora le Fiat, le bellissime Freemont e tutteecoselì :D

Bentornato o gobbo nostrano :)

E non solo... vedrai i nuovi modelli Alfa! :D

Nuvolari2
20-01-2014, 16:04
Si può discutere sulla mossa di Renzi di parlare con lui e non con i suoi capigruppo, di riconoscere il suo ruolo, dell'opportunità politica di farlo etc etc e ne riempiremmo 10 pagine senza venirne a capo, ma che colui che tirava le fila fosse solo Lui non er aun segreto. E resta colui che tira le fila del primo/secondo partito italiano...

direi che non era neanche in coma, forse forse aveva un raffreddorino. :D

Mmmm, ma anche no. Berlusconi era leader del PDL (terzo partito d'Italia dopo le elezioni), prima di essere condannato. Dopo la condanna ha iniziato a puzzare a tal punto che persino molti dei suoi lo hanno salutato e si sono creati il loro bel partitino (Nuovo Centro Destra). Quindi levandogli ancora un certo numero di elettori...

Berlusconi che rifonda Forza Italia era il suo canto del cigno... fino a quando il leader del principale partito italiano, attualmente al governo, ha visto bene di riconoscergli tutta la sua autorità politica, decidendo privatamente con lui le sorti delle nuove regole elettorali.

Ve ne sarebbe poi da dire sulla coerenza e le bugie che racconta questo sig. Renzi, viste le sue dichiarazioni su Berlusconi di pochi mesi fa (la necessità di smetterla di interfacciarsi con lui), smentite poi dai fatti alla prima occasione.

E Renzi non ha neppure l'alibi del "o con lui o con nessun altro", che aveva almeno avuto Bersani. Renzi avrebbe senza dubbio potuto accordarsi prima con Alfano, Scelta Civica e Sel prima di ridursi a mendicare un accordo con Mr. B.
(Tra l'altro, pur di non fare una legge con un condannato per reati contro lo Stato, avrebbe anche potuto prendere in considerazione la proposta assai onesta del m5s, di tornare alle urne col mattarellum o di ragionare su una proposta proveniente dalla base).

Invece no... quanta fretta a correre dal Sig. Berlusconi!

Al_katraz984
20-01-2014, 17:00
ieri ore 20.10 comunicato propagandistico di berlusconi sul tg5
berlusconi che parla di legge elettorale, che consiglia cosa serve e cosa no e che dice quello che secondo lui bisogna fare per le prossime elezioni..


Renzi.......

..va bene cosi ed è giusto cosi... cosa vi lamentate..?

lnessuno
20-01-2014, 17:10
Mmmm, ma anche no. Berlusconi era leader del PDL (terzo partito d'Italia dopo le elezioni), prima di essere condannato. Dopo la condanna ha iniziato a puzzare a tal punto che persino molti dei suoi lo hanno salutato e si sono creati il loro bel partitino (Nuovo Centro Destra). Quindi levandogli ancora un certo numero di elettori...

Ma tu ci credi?


Io credo che PD e PDL stavano governando insieme e questa cosa rischiava di ritorcersi contro ad entrambi: al PD perché fino al giorno prima ha sempre spergiurato che B. era il nemico assoluto ed a B. perché governandoci insieme non poteva certo più dire che era tutta colpa dei comunisti, suo mantra fin dai suoi primi vagiti politici.
I rispettivi elettori, ça va sans dire, credevano ciecamente in entrambe le cose e questo avrebbe portato ad una grossa disaffezione in quei due partitoni.
Per fortuna l'intento di fare comunella e scongiurare il pericolo "populismi" e "svuotamento della democrazia" (e dei lauti guadagni che ne derivano) era troppo importante per lasciare che gli elettori si allontanassero...

Così c'è stata la scissione: il B. passa in finta opposizione con FI ma resta al governo con NCD, e governarono tutti felici e contenti, con Renzi a fare da "ponte" fra il governo governante e quello opponente. La bozza di legge elettorale è il figlio di questi beautiful intrecci.


I più felici di tutti sono gli elettori, che nonostante l'evidente presa in giro possono continuare a votare i loro beniamini, perché ufficialmente non stanno più insieme :love:

Nuvolari2
20-01-2014, 17:18
sicuramente quella componente, molto forte, c'è.

Ma resta il dato di fatto che per l'opinione pubblica (elettori votanti) Berlusconi era stato relegato ad un ruolo secondario. Oggi è tornato ad essere il primo interlocutore del partito di governo.

E' una legittimazione politica che gli era stata tolta dalla sentenza e dall'opinione pubblica, e che gli è stata riconferita in pompa magna dal "rottamatore" de sta gran ceppa :D

Loading