PDA

Visualizza la versione completa : paradossi italiani: stipendio


Kahm
05-06-2014, 16:59
stavo aiutando un amico nel cambiare lavoro
attualmente la sua azienda lo ha sfruttato per benino con un contratto troppo risicato nel salario
la cosa strana che salta subito all'occhio è che attualmente le aziende non hanno coscenza nel distinguere lo stipendio dal tipo di contratto!, ho visto parecchie mail che gli sono arrivate, e senza dare una prima infarinatura di cosa potrebbe occuparsi nell'azienda gli hanno chiesto le aspettative economiche :fagiano:
Giustamente lui ha risposto 1.600, tengo a precisare che ha 10 anni di esperienza e laurea. la cosa che mi ha messo su di giri è che una stessa cosa è successa anche a me, mi hanno chiesto lo stipendio desiderato, ma dopo alla presentazione del contratto si trattava di un pagamento ad orario, il quale tecnicamente avrei chiesto di piu, ecco il motivo per cui neanche rispondo a certe mail

do un po di numeri per essere piu chiaro
Parlando di Roma e del mio amico laureato con 10 anni di esperienza, e parlo in modo generale quindi dando delle medie di mercato
-un contratto indeterminato vedo 1200 euro al mese netti (2000 lordi) (seee studia e laureati che ci guadagni)
-contratto progetto forfettario mensile vedo 1500 euro/mese netti (2000 lordi)
-contratto progetto ad ore mensile vedo 1600 netti (2000 lordi, difficile dirlo in quanto rientrano trasferte e ticket che non sono tassati)

il succo del discorso è che alla fine un contratto precario DEVE essere pagato di piu, ed invece vedo sempre la solita solfa!!
Ma ecco il gran finale: vista la nuova proposta di RENZI, tecnicamente lo stesso LORDO dovrebbe essere aumentato di 80 euro...sapete cosa gli hanno detto? che rimangono 2000 euro!:biifu:

mi sa che cambia paese!

saucer
05-06-2014, 17:13
l'avevo accennato giusto qualche settimana fa ad alcuni amici....
"Vedrai che questi 80 euro andranno nelle tasche degli imprenditori che offriranno 920 euro netti mensili, che sommati agli 80 euro di detrazioni, faranno 1000 euro netti al mese".


Purtroppo son grillino e quindi non mi credeva nessuno.... :cry:

LeleFT
05-06-2014, 17:29
Oh... sarà che non sono grillino e leggo dappertutto "bonus fiscale", "credito IRPEF", (link: http://www.blitzquotidiano.it/wp/wp/wp-content/uploads/2014/04/decreto_irpef_spending_review_testo_integrale_pdf. pdf) ecc... ma:

(i numeri sono a caso)

Prima di "Renzi"



LORDO: 2000
IRPEF + TASSE VARIE: 1000
NETTO: 1000



Dopo "Renzi":



LORDO: 2000
IRPEF (- 80 euro bonus/credito) + TASSE VARIE: 920
NETTO: 1080



Cosa c'entri il lordo, me lo spiegherete voi...

lucolo
05-06-2014, 17:33
Cambia paese? Sono tentato di seguirlo :D (no ma seriamente).
Diventeremo famosi per i paradossi adesso, altro che pizza, spaghetti, mandolino, ecc...

vonkranz
05-06-2014, 17:35
Purtroppo son grillino e quindi non mi credeva nessuno.... :cry:

e si vede che sei grillino :D (scherzo ovviamente ;) )

gli 80€ sono in detrazione all'IRPEF che paghi (quindi tasse che non paghi). non un qualche cosa che ti viene aggiunto in busta. sono due cose diverse.

saucer
05-06-2014, 17:55
beh...ci siamo capiti...80 € sono sconto su tasse, la sostanza è che i datori di lavoro italiani, tendono a dirti quanto percepirai come NETTO e quindi quegli 80€ andranno a finire nelle loro tasche diminuendo cosi la paga di chi sarà assunto in futuro.

LeleFT
05-06-2014, 17:57
beh...ci siamo capiti...80 € sono sconto su tasse, la sostanza è che i datori di lavoro italiani, tendono a dirti quanto percepirai come NETTO e quindi quegli 80€ andranno a finire nelle loro tasche diminuendo cosi la paga di chi sarà assunto in futuro.

E mi sa che continui a non capire... quegli 80 euri sono soldi che i datori di lavoro GIA' PAGANO, non che gli vengono dati... solo che invece di finire nelle casse dello stato finiscono nelle tasche del dipendente.
Al datore di lavoro (sostituto d'imposta) non cambia assolutamente nulla da prima a dopo: quello che risultava a bilancio prima, risulta ancora.

vonkranz
05-06-2014, 18:07
beh...ci siamo capiti...80 € sono sconto su tasse, la sostanza è che i datori di lavoro italiani, tendono a dirti quanto percepirai come NETTO e quindi quegli 80€ andranno a finire nelle loro tasche diminuendo cosi la paga di chi sarà assunto in futuro.

no.
il datore di lavoro del tuo lordo ne dà 1000 a te e 1000 allo stato. ora con gli 80€ ne dà 1080€ a te e 920€ allo stato. spiegami come puo' il datore di lavoro intascarsi quegli 80€.

LeleFT
05-06-2014, 18:10
Che, tra l'altro, quegli 80 euro sono un CREDITO d'imposta, cioè soldi che il dipendente paga allo stato (perchè il datore è sostituto d'imposta, quindi è lui che dà i soldi allo stato in nome e per conto del lavoratore) e che lo stato restituisce.
Se il datore di lavoro "facesse la cresta" (non può, perchè il bilancio parla chiaro) sarebbe appropriazione indebita... o furto, vedila come vuoi e, come tale, passibile di denuncia penale.

Ranma2
05-06-2014, 18:10
Se in busta hai il giusto, gli 80€ arriveranno, non possono di certo essere intascati dal datore di lavoro.

Il problem a è che molte volte lo stipendio è infarcito da "premi", utilizzati per non pagarci le tasse sopra, e si sta poco ad abbassare il premio di 80€.

Loading