PDA

Visualizza la versione completa : Palestina VS Israele


kuarl
12-07-2014, 20:01
strano che non ci sia un thread in proposito. In ogni caso immagino che tutti sappiate cosa stia succedendo, di nuovo, da quelle parti li. La novità è che adesso hamas sta puntando molto sulla comunicazione e pare stia funzionando, i social network sono inondati di spam pro palestina. In ogni link postato dai principali quotidiani ci trovi dozzine di commenti copia incolla postati un po' da chiunque ma una buona metà da gente con un nome arabo.

Di questi tempi va di moda schierarsi, prendere una posizione e fare il tifo per qualcuno. Personalmente sono abbastanza neutrale sulla questione. Penso che entrambi gli schieramenti rappresentino ciò che c'è dopo aver raschiato il fondo dell'umanità :bhò:

panta1978
12-07-2014, 20:04
Di questi tempi va di moda schierarsi,

Tranquillo, se è per questo va più di moda Argentina VS Germania di questi tempi...

kuarl
12-07-2014, 22:03
per chi non usa facebook:


#StopDisinformation (https://www.facebook.com/hashtag/stopdisinformation)
#StopBombingGaza (https://www.facebook.com/hashtag/stopbombinggaza)
I media dovrebbero occuparsi di informare la gente su tutto ciò che accade nel mondo. È davvero vergognoso restare indifferenti di fronte ad un genocidio che va avanti da più di 60 anni. Gli israeliani stanno commettendo un grave crimine, e voi li fate passare per oppressi. Stop alle ingiustizie e alle menzogne, vogliamo la realtà. Cosa aspettate, che questo massacro si trasformi in inchiostro sulle pagine dei libri di storia? Agite, informate, divulgate, non fatevi corrompere. Vogliamo la verità ora.
Non è più questione di religione, ma di umanità.
#BreakingTheSilence (https://www.facebook.com/hashtag/breakingthesilence). #Ep2 (https://www.facebook.com/hashtag/ep2)

questo è il post che stanno spammando in ogni dove, migliaia di volte. La gente però inizia ad innervosirsi, e salta fuori roba come questa:

I media dovrebbero occuparsi di informare la gente su tutto ciò che sta accadendo tra LAURA PAUSINI e la signora della spiaggia! Chi è la cafona? E' vero che Laura nostra non si fida dell'estetista? Di che colore era lo smalto? DOBBIAMO SAPERE!! #StopSmaltingSullaSpiaggia (https://www.facebook.com/hashtag/stopsmaltingsullaspiaggia)

:biifu:

Goo21
12-07-2014, 23:28
La novità è che adesso hamas sta puntando molto sulla comunicazione e pare stia funzionando, i social network sono inondati di spam pro palestina.
scommetto che ci sono decine e decine di prove inoppugnabili ad incastrare hamas su questo...

Per fortuna, almeno in questa occasione, sono in tanti ad aver capito chi sono gli oppressori.

Linkato
13-07-2014, 00:30
La cosa davvero grave di questa tristissima vicenda è che Hamas o altre parti politico/militari palestinesi non hanno il controllo del proprio territorio. Nel senso che è impossibile fare negoziati per Israele quando dall'altra parte anche se si firma una tregua ci saranno sempre delle "cellule" al di fuori di ogni controllo che non rispetteranno i patti e continueranno a fare attentati e lanciare razzi...

Non c'è alcuna possibilità di negoziati, non c'è una controparte palestinese che possa garantire qualsiasi accordo, è un vero dramma.

kuarl
13-07-2014, 08:57
scommetto che ci sono decine e decine di prove inoppugnabili ad incastrare hamas su questo...

Per fortuna, almeno in questa occasione, sono in tanti ad aver capito chi sono gli oppressori.

sempre il solito polemico, oltre che il primo a dichiarare per chi fa il tifo.
Cito da un articolo di repubblica:

Ma è anche guerra dell'informazione. Le Brigate Ezzedin al-Qassam, il braccio armato di Hamas, dopo aver "avvertito" le linee aeree straniere di sospendere i voli per Tel Aviv, hanno messo a punto un sito web in ebraico, navigabile anche nelle versioni in arabo e inglese, (http://www.alqassam.ps/hebrew/) a beneficio degli israeliani che non sono in grado di leggere l'arabo. Riattivato anche il profilo Twitter in ebraico (https://twitter.com/qassamhebrew) "dormiente" nei mesi scorsi. Il sito è ricco di informazioni fra cui bollettini militari aggiornati, comunicati di carattere politico, un archivio fotografico e una piccola collezione di filmati concepiti per mostrare agli israeliani le conseguenze dei continui raid aerei su Gaza e per ribadire che i miliziani di Hamas non cederanno le armi.

benché lo spam non possa essere direttamente riconducibile ad hamas, ne ricalca la strategia.

Goo21
13-07-2014, 09:51
sei uno spasso.
Quindi come "prove" solo le opinioni (sotto libro paga) che, come nel caso di quella italiana, non valgono la carta straccia su cui sono scritte.

Per fortuna la verità su chi sia l'oppresso e chi l'oppressore è parecchio palese:
http://cronologia.leonardo.it/storia/mondiale/israel29.jpg

ratte
13-07-2014, 10:41
Bravo Gnietagnau, neanche il migliore Adolf Hitler saprebbe fare di meglio.

Ma quale conflitto... macchè social e missili, macchè post e ripost, macchè hamas e Bin Laden e pincopallini...

Dwarf
13-07-2014, 12:14
Poveri pacifisti di Hamas :-( Loro vogliono solo portare la grande civiltà araba in Israele.

kuarl
13-07-2014, 13:31
sei uno spasso.
Quindi come "prove" solo le opinioni (sotto libro paga) che, come nel caso di quella italiana, non valgono la carta straccia su cui sono scritte.

Per fortuna la verità su chi sia l'oppresso e chi l'oppressore è parecchio palese:


la storia è manipolata da entrambi i fronti. Ora speravo di non infognarmi nell'ennesimo litigio, ma un commento a questa mappa te lo faccio postando un articolo (che ovviamente la stampa italiana blabla... un momento....)

http://www.ilpost.it/giovannifontana/2012/11/19/la-mappa-bugiarda-su-israele-e-palestina/

cito un pezzo per i più pigri:

Sembrano quattro cartine molto efficaci a mostrare la progressiva sottrazione di territorio a un futuro Stato palestinese, ricordo di aver pensato. Eppure sono una frode. Una bugia creata da chi, certamente in malafede, ha giustapposto quelle quattro cartine compilate – basta conoscere un po’ la storia – usando criterî completamente diversi per stabilire cosa si intenda per “terra palestinese”, mescolando così mele e pere, al fine di dare un’idea distorta dell’evoluzione dei fatti.
La cosa peggiore è che, per descrivere l’erosione di territorio palestinese nel corso di questi decenni, non ci sarebbe bisogno di menzogne o fabbricazioni, basterebbe ricordare cosa sono i territorî del ’67 (http://www.ilpost.it/2011/05/20/cosa-sono-i-confini-del-1967/), o parlare della costruzione di un numero sempre maggiore di colonie israeliane al di fuori della green line: in quattro parole, basterebbe dire la verità. Se si combatte per una causa giusta (http://www.distantisaluti.com/non-basta-ma-e-giusto/) – la creazione di uno Stato Palestinese –, non bisogna usare esagerazioni o montature a fini propagandistici: altrimenti, almeno per me, si è perso in partenza.

Loading