PDA

Visualizza la versione completa : Dropbox vs AWS direct download


mt19
23-08-2014, 00:32
Ciao a tutti,
ho recentemente scoperto che dropbox permette di creare direct download per i suoi file (https://www.dropbox.com/help/201).
AWS Simple Storage S3 è un sistema creato per i developer, in modo che, anche se la connessione di un server è lenta o sovraccarica, immagini e altri file vengano caricati molto velocemente in tutto il mondo e di conseguenza il sito è generalmente più rapido.

A sto punto non conviene usare dropbox? Offre 5gb gratis (facilmente espandibili) e limiti così alti che per siti con basso traffico non penso ci siano problemi (stavo pensando a un sito di un privato, su uno shared hosting da pochi euro annui).
Ovviamente mancano delle API create ad hoc su aws, ma spesso i siti sono per lo più statici o con cambiamenti così rari che si possono fare anche a mano.
Forse la velocità non è delle migliori, ma sicuramente meglio che su uno shared, no?
Secondo voi può essere una soluzione? Che problemi può presentare? Renderebbe veramente il sito più veloce (mi riferisco a immagini e fogli di stile e JS)?

Ranma2
23-08-2014, 00:51
Come ci colleghi un dominio a dropbox?

mt19
23-08-2014, 00:58
Semplicemente non ce lo colleghi :)
Potrei fare una cosa del genere:

<img scr="dropboxlink" />

idem per i file css e js. Non potrebbe funzionare?

Ranma2
23-08-2014, 01:04
ma se ho già uno spazio, e il sito fa poche visite, perché devo mettere su dropbox o adirittura su aws?

mt19
23-08-2014, 11:43
Bhe, spesso i server shared sono in america e hanno un ping altissimo (anche più di un secondo), con dropbox tutti i file DOVREBBERO essere su una struttura accessibile ad alte velocità ovunque, quindi, al posto che caricare la pagina in 3/4 secondi (anche perchè spesso la velocità è limitata a 50 kb/s) ce ne metterà 1 o poco più.
Inoltre se il sito dovesse avere un boom da un giorno all'altro (cosa improbabile ma non si sa mai) rimarrebbe comunque veloce e il rischio di crash diventerebbe molto più basso.
Che ne pensi?

MItaly
23-08-2014, 14:24
Server con ping di un secondo? :dottò: Ma chi ti hosta i siti, topo Gigio? :stordita: l'hosting condiviso barbone che uso (15 €/anno) di norma ha ping sotto i 50 ms...

mt19
23-08-2014, 19:25
Server con ping di un secondo? :dottò: Ma chi ti hosta i siti, topo Gigio? :stordita: l'hosting condiviso barbone che uso (15 €/anno) di norma ha ping sotto i 50 ms...

Onestamente l'esempio non era riferito a me (anche se ho certe esperienze con alcuni shared hosting gratis da far rizzare i capelli :D), la mia domanda era: in qualche caso potrebbe essere utile?

Ranma2
23-08-2014, 19:49
Se voglio basse latenze, acquisto un hosting base e ci metto una cdn, tipo cloudflare che ha anche la versione gratuita.

mt19
24-08-2014, 00:35
Se voglio basse latenze, acquisto un hosting base e ci metto una cdn, tipo cloudflare che ha anche la versione gratuita.


Quindi mi state dicendo che il mio ragionamento è completamente inutile? Ottimo! Ma allora a che diamine serve AWS???

Little Hawk
24-08-2014, 19:21
Ciao a tutti,
ho recentemente scoperto che dropbox permette di creare direct download per i suoi file (https://www.dropbox.com/help/201).
AWS Simple Storage S3 è un sistema creato per i developer, in modo che, anche se la connessione di un server è lenta o sovraccarica, immagini e altri file vengano caricati molto velocemente in tutto il mondo e di conseguenza il sito è generalmente più rapido.

In realta' S3 e' per lo storage, anche se viene spesso usato come CDN, il che e' sbagliato in termini di performance - e' vero che usandolo per contenuti statici fai "offload" di questi dal tuo server(s), ma in termini di performance non e' un granche'. Meglio usare CloudFront che e' una CDN sempre di AWS. Ma a quel punto meglio usare una CDN vera e propria (come a nostra CDN.net - no spam :D). Ma ovviamente non sono free.


A sto punto non conviene usare dropbox? Offre 5gb gratis (facilmente espandibili) e limiti così alti che per siti con basso traffico non penso ci siano problemi (stavo pensando a un sito di un privato, su uno shared hosting da pochi euro annui).
Ovviamente mancano delle API create ad hoc su aws, ma spesso i siti sono per lo più statici o con cambiamenti così rari che si possono fare anche a mano.
Forse la velocità non è delle migliori, ma sicuramente meglio che su uno shared, no?
Secondo voi può essere una soluzione? Che problemi può presentare? Renderebbe veramente il sito più veloce (mi riferisco a immagini e fogli di stile e JS)?

Dropbox viene spesso usato per siti statici ma da quello che ho visto e' un po' lentino usato in questo modo. Ma provare non ti costa niente. Per il dominio devi provare il 'forward domain with masking'.... ma cosi' vedi sempre il root URL...

Un'altra opzione e' Github Pages (https://pages.github.com). Con esso puoi usare un custom domain (https://help.github.com/articles/setting-up-a-custom-domain-with-github-pages).

Nota: dai una occhiata al generatore di siti statici Jekyll (http://jekyllrb.com) (basato su Ruby).

Loading