PDA

Visualizza la versione completa : la morte la musica il dolore


quaestio
05-01-2015, 11:05
dolore per la morte di un personaggio famoso?
ma era tuo fratello?
e quando muore tua madre che fai, ti suicidi?

buongiorno buon anno e buon cinismo a tutti.

lnessuno
05-01-2015, 11:34
Sono due tipi diversi di dolore, ma l'empatia non è una cosa che si insegna :bhò:

Detto questo, per quanto mi dispiaccia umanamente (così come mi dispiacerebbe per chiunque) non ero un fan di Pino Daniele quindi lascio il dolore ad altri :fagiano:

saucer
05-01-2015, 13:33
io ero un fan di Pino Daniele, non nel senso di seguirlo nei concerti o andare a sentirlo al concerto, ma tra i vari artisti di Napoli diciamo che era quello che mi piaceva di più.

il mio non è "dolore" ma "tristezza", per aver perso un altra persona che ha dato a Napoli un pò di fama.:(
Purtroppo ora dobbiamo accontentarci di chi resta a rappresentarci (e il senso di tristezza aumenta... :stordita:)

chumkiu
05-01-2015, 14:53
Sono sempre stato critico verso chi si mostrava particolarmente scosso dalla morte di un lontano personaggio dello spettacolo.

Ma credo che solo oggi ho capito cosa accade.
Non è tanto per la persona, o perché "o cielo, adesso non ci sei più, come farò la mattina a colazione?"

Io Pino ho smesso di seguirlo dal 1999. Sono andato a dei suoi concerti, l'ultimo proprio il 1 Settembre scorso a Verona che mi deluse (ancora una volta) tra l'altro. Ci andai giusto perché c'era la vecchia band, ma prima ho dovuto sorbirmi metà concerto sui suoi ultimi pezzi che non mi piacciono nemmeno un po'. Per cui mi stava quasi indifferente ultimamente.

... però...

Però è grazie a una videocassetta di un suo concerto a cava de' Tirreni, che oggi suono la chitarra. Lo stava vedendo mio fratello e fu inquadrato a fare degli accordi: casualmente avevo una malconcia chitarra tra le mani che mi piaceva pizzicare ogni tanto... e così ebbe inizio.
Imparai prima tutte le sue canzoni (e Pino Daniele non è tra i più facili da suonare, e ne aveva di dischi già fatti!) e poi tutto il resto.
E alla chitarra ho legato momenti, ricordi, serate in spiaggia, concerti, donne, bottiglie, amici, gioie e cuori infranti.
E tutto questo, per forza di cose, riemerge in una volta. Io non piango lui, ma oggi mi ha travolto un'ondata di ricordi resi vivi in un modo che solo la musica può fare. La musica può farti rivivere emozioni di 20 anni fa come se fossero presenti adesso. La mia prima ragazza si innamorò di me mentre suonavo "quanno chiove", con un mio caro amico chitarrista abbiamo suonato insieme per la prima volta sulle note di je so' pazz per poi migrare verso Clapton.

Magari altri avranno tanti momenti legati alle sue canzoni che oggi riemergeranno in modo naturale.
Magari se non avessi avuto quella videocassetta, avrei cominciato con altro, o forse no... fatto sta che una videocassetta avevo, ed era la sua.

Comunque, questo è quanto.

Pace e bene

MItaly
05-01-2015, 14:57
Link obbligatorio
http://www.zerocalcare.it/2013/09/23/quando-muore-uno-famoso/

nivasio
05-01-2015, 17:08
Pino Daniele ha scritto 3 o 4 canzoni veramente belle, è un po' il destino di alcuni autori di musica cosidetta leggera scrivere poche canzoni belle e essere ricordati per quelle, è morto relativamente giovane quindi dispiace, è chiaro che la tv e la radio ne parlano, sono persone dello spettacolo e parlano di un musicista morto presto, non vedo la stranezza.

saucer
05-01-2015, 18:23
sulla bellezza delle canzoni, credo che sia solo un carattere soggettivo.
Considero la maggior parte delle canzoni di Pino Daniele dei capolavori e non solo le 3 o 4 famose...

Per quanto riguarda la sua musica, non credo si possa classificare nel genere della musica leggera.

rebelia
05-01-2015, 18:58
Link obbligatorio
http://www.zerocalcare.it/2013/09/23/quando-muore-uno-famoso/

chi scrive parole iperboliche ha capito una cosa di importanza vitale (giustamente citata nella striscia): scrivi per chi legge, non perche' tu ci creda veramente; quando posti qualcosa lo fai "per il pubblico" e per le reazioni che cerchi di ottenere

detto cio', ODIO leggere i fumetti di zerocalcare: mi piacciono i fumetti, ma trovo scomodissimo leggerli :tfti:

ciro78
05-01-2015, 22:06
personalmente non me ne può fregare di meno. chiedetevi: avrebbe versato una sola lacrima per il vostro dolore o per i vostri guai?

rebelia
05-01-2015, 22:33
personalmente non me ne può fregare di meno. chiedetevi: avrebbe versato una sola lacrima per il vostro dolore o per i vostri guai?

beh, dipende: sapeva della nostra esistenza?

Loading