PDA

Visualizza la versione completa : locali aperti al pubblico ed ingresso


hfish
17-02-2015, 09:32
ieri ero a cena con qualche amico e ci siamo incartati su una questione...

secondo me ed altri, un locale aperto al pubblico (un bar, una discoteca, un cinema) non puo' tendenzialmente rifiutare l'ingresso ad una persona che abbia i soldi per pagare. ci possono essere eccezioni nel caso per esempio che il locale sia pieno (ma vuol dire che non entre nessun altro prima di me), che io possa rappresentare una minaccia (magari sono visibilmente ubriaco) o qualcosa del genere. avevo letto piu' volte infatti che le varie liste e la selezione all'ingresso di molti locali sono assolutamente illegali.

altri amici invece difendevano invece il diritto di scelta assoluta del proprietario su chi servire o meno, ovvero il proprietario avrebbe il diritto di non servirmi perche' sono troppo alto o perche' non gli piacciono le mie scarpe, per esempio.

mi piacerebbe avere qualche riscontro legale sulla questione :)

Max Della Pena
17-02-2015, 09:39
ieri ero a cena con qualche amico e ci siamo incartati su una questione...

secondo me ed altri, un locale aperto al pubblico (un bar, una discoteca, un cinema) non puo' tendenzialmente rifiutare l'ingresso ad una persona che abbia i soldi per pagare. ci possono essere eccezioni nel caso per esempio che il locale sia pieno (ma vuol dire che non entre nessun altro prima di me), che io possa rappresentare una minaccia (magari sono visibilmente ubriaco) o qualcosa del genere. avevo letto piu' volte infatti che le varie liste e la selezione all'ingresso di molti locali sono assolutamente illegali.

altri amici invece difendevano invece il diritto di scelta assoluta del proprietario su chi servire o meno, ovvero il proprietario avrebbe il diritto di non servirmi perche' sono troppo alto o perche' non gli piacciono le mie scarpe, per esempio.

mi piacerebbe avere qualche riscontro legale sulla questione :)

Le allego il mio IBAN per il bonifico sui pareri legali :)

LS1987
17-02-2015, 09:57
Le liste non dovrebbero essere illegali, altrimenti anche le prenotazioni lo sarebbero, visto che se sei in lista vuol dire che hai prenotato. Per il resto bisogna far entrare chiunque, a meno che la serata non sia a tema (e quindi pur elegantissimo in giacca e cravatta non posso entrare ad una festa hawaiana) o che la persona non sia ben vestita (se previsto dal regolamento).

hfish
17-02-2015, 16:02
assodato che non gliene importa una beata fava a nessuno, pare avessi ragione io :D
http://www.marilisabombi.it/public/MEMORIA%20DI%20APPROFONDIMENTO%20SU%20ART_%20187%2 0REG_%20TULPS%20_20_11_2013_.pdf

LS1987
17-02-2015, 20:22
Sì, ma se il locale è pieno puoi rifiutare chi arriva dopo. Le liste dovrebbero essere simili alle prenotazioni, se il locale nonostante le liste rimane mezzo vuoto, allora devi fare entrare altra gente.

Linkato
17-02-2015, 20:47
Sì, ma se il locale è pieno puoi rifiutare chi arriva dopo. Le liste dovrebbero essere simili alle prenotazioni, se il locale nonostante le liste rimane mezzo vuoto, allora devi fare entrare altra gente.

Ovvio... ma se hai posto, sei obbligato.

LS1987
17-02-2015, 21:46
Ovvio... ma se hai posto, sei obbligato.

Non se qualcuno ha già prenotato, a meno che la prenotazione non inizia tra 2 o 3 ore e allora in teoria dovresti pure dargli il tavolo, se lo vuole.

Giorg10
18-02-2015, 00:52
I locali, anche se aperti al pubblico, sono comunque privati, e quindi io reputo normale che il proprietario/gestore possa rifiutare o meno alcune persone in base a delle prerogative specifiche. Ad esempio attraverso il dress code, l'età, o altri fattori. Naturalmente rendendo pubblica l'informazione all'ingresso.

MItaly
18-02-2015, 01:08
Quindi ipoteticamente questo sarebbe lecito? :confused:
http://www.sciesopoli.com/wp-content/uploads/2014/09/1944-negozio-ariano-vietato-ebrei.jpg

Alhazred
18-02-2015, 01:28
I locali, anche se aperti al pubblico, sono comunque privati, e quindi io reputo normale che il proprietario/gestore possa rifiutare o meno alcune persone in base a delle prerogative specifiche. Ad esempio attraverso il dress code, l'età, o altri fattori. Naturalmente rendendo pubblica l'informazione all'ingresso.
No, i locali sono pubblici a meno che non siano stati costituiti come "club" o "circoli privati", in tal caso entra solo chi ha la tessera, negli altri casi non puoi discriminare.

Loading