PDA

Visualizza la versione completa : Sono un ritardato mentale o sto solo invecchiando ?


sylvaticus
10-06-2015, 13:40
Ho 40 anni e mi accorgo di non riuscire a comprendere più così in fretta concetti che richiedono un minimo di sforzo mentale, come un passaggio matematico o una dimostrazione logica.
Cioè ci arrivo, ma ci metto secoli.
Inoltre se apprendo qualcosa, dopo qualche giorno, puff! Rileggendo ad es. un libro studiato e - a fatica, compreso - mi pare di riprenderlo da zero.
E' normale o sono io particolarmente "precoce" nel rinc..ento senile ??

linoma
10-06-2015, 14:57
Può essere anche qualcos'altro anche di imminente. O anche semplicemente mancanza di voglia, nn ti piaciono + cm prima preferisci riposare

quaestio
10-06-2015, 15:32
è così
fattene una ragione

gavilan
10-06-2015, 15:42
Niente di grave succedono cose peggiori

chumkiu
10-06-2015, 17:28
Dopo i 30 a volte si perde anche il filo del discorso qual è? Si invecchia. C'è poco da fare.

vitren54
10-06-2015, 17:43
Perchè ho cliccato... cos'è che volevo scrivere?? :confused:

Kahm
11-06-2015, 12:19
Ho 40 anni e mi accorgo di non riuscire a comprendere più così in fretta concetti che richiedono un minimo di sforzo mentale, come un passaggio matematico o una dimostrazione logica.
Cioè ci arrivo, ma ci metto secoli.
Inoltre se apprendo qualcosa, dopo qualche giorno, puff! Rileggendo ad es. un libro studiato e - a fatica, compreso - mi pare di riprenderlo da zero.
E' normale o sono io particolarmente "precoce" nel rinc..ento senile ??
ti parlo da 38enne:
una volta mi piaceva conoscere le persone, scoprire cose, andare a fondo nei dettagli, piu passa il tempo e piu mi accorgo che è tutta merda che tiro fuori, dalla politica agli affari di ogni giorno su come la gente cerca di fregarti.
Ho iniziato piano piano a farmi sempre piu gli affari miei, se prima aiutavo volentieri chi aveva problemi, ora gli do una occasione e se non la prende al volo per me può andare a quel paese!
Il mio tempo si è ridotto al minimo, sono sempre indaffarato e questo ha richiesto di tagliare corto alle cose futili, cioè se una persona mi fa perdere tempo E' FUORI!
Da ragazzo avevo tempo, avevo energia, ora non ne ho a disposizione quindi devo sfruttare al meglio il tempo ed energie che mi rimangono per campare al meglio.
Arrivati a 40 anni immagino che hai moglie, mutuo e anche figli, il tempo ora è denaro, e perdere tempo dietro a persone inutili o che lavorano di malavoglia è controproducente, non te la prendere, sei maturato, stai ottimizzando il tuo tempo dietro le cose che veramente contano, in confronto a 20 anni fa sono veramente pochi gli amici che continuo a frequentare, gli altri neanche riesco ad aprire una conversazione, sono rimasti una specie di peter-pan.

vitren54
11-06-2015, 14:37
Carissimi nipotini miei

non pensavo che a 35-40 (rappresentano i 2/3 scarsi della mia età) ci potessero essere così tanti problemi, dalla fatica nell'apprendere le cose (e successivamente ricordarle) alla difficoltà nelle relezione con le persone (che a 20 si vedono in un modo e a 40 in un altro).
La differenza tra la vostra e la mia età è che questi mutamenti all'inizio spaventano, in effetti qualcosa veramente cambia, e successivamente ci si impara a convivere.

Pillola di saggezza, anche se non richiesta, le cose vanno fatte quand'è il momento.

Per l'aspetto relazionale posso dire che nel tempo la voglia di conoscere e stare in mezzo alla gente è la stessa anche se chiaramente diminuiscono le occasioni per poterlo fare.

Dal punto di vista professionale ho provato, attraverso l'esercizio e lo studio, a riportarmi in carreggiata ma non sono riuscito a coprire il vuoto che si è creato negli ultimi 8-10 anni e continuo a usare, con disinvoltura, martello e scalpello...

Alhazred
11-06-2015, 17:23
Niente di preoccupante, semplicemente cambiano gli interessi.
Ho 38 anni, in passato ero aggiornatissimo sull'hardware dei PC, ero un'enciclopedia, adesso non me ne importa quasi più niente e se ho bisogno di qualcosa chiedo a chi ne sa.
Prima di me la stessa cosa successe ad un mio amico (quasi 50enne ora) che dopo essere stato preparatissimo in materia di PC ha iniziato a chiedere informazioni a me perché lui non aveva più voglia di starci dietro. E' un ciclo.

Poi ricorda che c'è sempre chi sta peggio: io per nostalgia ogni tanto riprendo vecchi videogiochi manageriali coi quali 15 anni fa ero un fenomeno, adesso sono un'incapace totale, quindi non gioco quasi più, preferisco fissare il desktop senza fare niente :D

saucer
12-06-2015, 08:42
Ok, ok, da coetaneo riporto la mia piccola esperienza ( se può aiutare ).
Non ho più tempo libero ( lavoro, famiglia ).
Non riesco a concludere quasi più nulla.
Tempo fa, mi veniva passato un progetto ( o meglio, un'idea ) e lo realizzavo in pochissimi giorni.
Ora non riesco a tirar fuori neppure un semplice form a 4 tasti.
Mi sembra che tutto è diventato troppo "pesante" da fare e "noioso".
Trovo ancora un pò interessante fare qualche cosa di "nuovo" o "innovativo".

Mi ricordo a 25/30 anni ancora riuscivo a sfornare un sito ex-novo ( no cms ) in 2-3 giorni.
Oggi non ci riesco a farlo neppure in 2-3 mesi.
La sera riuscivo ad aggiornarmi, a studiare, a star sveglio fino alle 02.00 senza il minimo problema.
Adesso la sera non riesco ad accendere il pc, al massimo riesco a passare 10 minuti al cellulare e alle 22.30 già sono nella fase rem.

Non so se la mia energia viene spesa tutta al lavoro, dietro ai figli o allo stress della vita ( prima andavo anche più lento di ora ), fatto sta che mi sento talmente stanco da non riuscire più ad interessarmi di nulla.

Mi piace tantissimo la matematica, tornerei volentieri con la testa sui libri a riprender gli integrali e le funzioni, ma per il momento sono chiuso in questa vita che sta portando via tutto il mio tempo.
:cry:

Loading