PDA

Visualizza la versione completa : Attacco terroristico a Parigi


Nuvolari2
13-11-2015, 23:31
Sparatorie ed esplosioni nella capitale francese al grido di Allah è grande. I primi resoconti parlano di decine di morti e forse 60 ostaggi.

Esplosioni vicino allo stadio dove si giovava Francia-Germania, Hollande fatto evaquare di gran fretta.


La prima cosa che ho pensato è se non sia ormai il caso che l'occidente inizi a spendere più soldi in intelligence e prevenzione piuttosto che in missioni di "pace" Con dirate decennali e con costi abnormi e risultati evidentemente scarsi (pur con le poche risorse attualmente dispiegate, giusto pochi giorni fa è stata sgominata una cellula terroristica pronta ad agire anche in Italia, forse sarebbe dovuto essere oggi? Cosa si sarebbe potuto sventare con il triplo, il quadruplo e forse anche più delle risorse attualmente impiegate?).

Non dico che talvolta non sia il caso di andare "a casa loro" con l'esercito. Ma al momento mi sembra ci sia uno sbilanciamento eccessivo da un lato (Afghanistan, Libia bombardata, Siria, Iraq, etc.) e troppe poche risorse sulla difesa dei Paesi occidentali.

A parte questa considerazione estemporanea, speriamo che la situazione a Parigi torni velocemente sotto controllo, ma temo che non saranno giorni facili.

Electro
14-11-2015, 01:18
Il problema sai qual è? Che purtroppo ormai è difficile non sospettare della complicità dell'occidente con questi attacchi terroristici...

Kahm
14-11-2015, 01:26
Sparatorie ed esplosioni nella capitale francese al grido di Allah è grande. I primi resoconti parlano di decine di morti e forse 60 ostaggi.

Esplosioni vicino allo stadio dove si giovava Francia-Germania, Hollande fatto evaquare di gran fretta.


immagino una esplosione a Roma, dove i mezzi non funzionano, i vigili al bar e le strade piene di abusivi, come la sgombri!


La prima cosa che ho pensato è se non sia ormai il caso che l'occidente inizi a spendere più soldi in intelligence e prevenzione piuttosto che in missioni di "pace" Con dirate decennali e con costi abnormi e risultati evidentemente scarsi (pur con le poche risorse attualmente dispiegate, giusto pochi giorni fa è stata sgominata una cellula terroristica pronta ad agire anche in Italia, forse sarebbe dovuto essere oggi? Cosa si sarebbe potuto sventare con il triplo, il quadruplo e forse anche più delle risorse attualmente impiegate?).


la guerra genera altre guerre
bisogna colpire il centro con un colpo secco
quello che dici riguardo gli sprechi, la corruzione, è vero, pensa che su youtube è pieno di video di gente che dichiara che l'ISIS è finanziata dagli USA, sarà da credere o no, ma nel caso fosse falso è sempre propaganda atta all'odio!



Non dico che talvolta non sia il caso di andare "a casa loro" con l'esercito. Ma al momento mi sembra ci sia uno sbilanciamento eccessivo da un lato (Afghanistan, Libia bombardata, Siria, Iraq, etc.) e troppe poche risorse sulla difesa dei Paesi occidentali.

la chiamano "privacy" ed è stato il motivo per cui le telecamere in ogni angolo non sono installate
non appena ci si è resi conto del pericolo i partiti politici hanno sbandierato ad alta voce la "privacy"


A parte questa considerazione estemporanea, speriamo che la situazione a Parigi torni velocemente sotto controllo, ma temo che non saranno giorni facili.

ale.mazzini
14-11-2015, 01:46
A mio avviso nn capisco na mazza nn sono manco un complottista ma ad occhio da lontano sembra che il sistema di intelligence francese fa veramente schifo anzi calcolando che hanno avuto altri attacchi precedenti negl'anni e considerando che in italia ci sono molti + obbiettivi sensibili e logisticamente + attaccabili ripeto che o sono delle merde a livello di intelligence o hanno bypassato il riskio volutamente...Forse

Nuvolari2
14-11-2015, 02:06
Questi complottismi li trovo stucchevoli.

Tutti questi attacchi terroristici in tutti questi anni semmai dimostrano proprio il contrario: che non c'è nessuna complicità, perchè altrimenti con tutte le persone che sarebbero dovute essere coinvolte nei vari governi e apparati statali occidentali, ormai sarebbe sfuggito qualcosa.

e poi a parte tutto, se si vuole parlare di complotto ci dovrebbero essere prove certe. Invece solo teorie che vengono ogni volta puntualmente sbufalate. E allora il complottista cambia teoria, o adatta la precedente. Che palle. Si parla sulla base dell'evidenza dei fatti o di prove certe. A me sembra invece che sia molto più chiaro e certo come sono andate le cose in effetti. Non c'è bisgno di ricorrere ad un fantomatico complottismo, quando ISIS e i vari gruppi terroristici esistono e sono sotto gli occhi di tutti. Semmai l'occidente si dovrebbe interrogare sui propri fallimenti nella gestione del terrorismo internazionale negli ultimi 20 anni. Senza complottismo. Non ce n'è bisogno, ci sono gia abbastanza rogne vere a cui badare.

Forse il complottismo nasce da una voglia inconscia del complottista di poter continuare a pensare che l'occidente è onnipotente e tutto organizza, gestisce e comanda. La realtà è che il mondo è un posto complicato, e l'occidente è sempre più lontano dall'averne un controllo anche solo parziale ed è vulnerabile, incerto, impreparato. Altro che...

Nuvolari2
14-11-2015, 02:19
In Italia non hanno ancora attaccato, ma nulla esclude che non decidano di farlo. E se decidono, ci riescono. Abbiamo risorse antiterrorismo e di intelligence ridicole, del tutto inadeguate e il nostro governo taglia risorse alle forze dell'ordine anche in quest'ultima finanziaria.

Per ora in Italia non è accaduto qualcosa di simile a ciò che è accaduto a Parigi perchè l'Italia ha sempre e solo partecipato marginalmente a certe azioni di guerra, azioni condotte invece in modo molto più esteso e intenso dalla Francia (e aggiungerei anche più avventato e spesso in modo controproducente: vedi discorso Libia).

Invece che comprare decine di F-35 o di spendere altri miliardi nella guerra in Afghanistan, varrebbe la pena invece cominciare a dirottare parte di quelle risorse per potenziare l'intelligence e l'organico delle forze dell'ordine. Che a mio avviso sono le "armi" migliori per prevenire, individuare e disinnescare le cellule terroristiche entro i confini nazionali ed europei, evitando atti di terrorismo di questa portata.

Poi interventi militari anche in medio oriente è giusto e necessario farli, ma sicuramente con logiche, obiettivi e metodi molto diversi da quelli adottati negli ultimi decenni.

ale.mazzini
14-11-2015, 02:34
concordo
ma il dubbio rimane
anticloppostismo incluso
o forse senza fare il disfattista ma ripeto disfattismo a parte cloppittismo a parte il dubbio rimane
vaticano papa campidoglio raffinerie di petrolio ecc ecc...17 terroristi presi in italia con collaborazione di intelligence e interpool
a sto punto sono degli emeriti cretini (o incompetenti) i francesi...conclusione "x logica"
OPS volevo dire X LOGICA
cazzo cazzo forse je manca la emmeaisix

axsw
14-11-2015, 08:12
26577
Sarebbe ora di piantarla con ste supercazzozole.

In Francia ci sono migliaia e migliaia di cittadini francesi d'importazione dal medio oriente, ci sono 1500 jihadisti francesi che combattono in Siria.
Significa che ogni francese ha un vicino di casa che può trasformarsi in un assassino pronto a tutto anche a farsi esplodere.

Ora è attivo il codice Alfa Rouge, significa tra l'altro la chiusura delle frontiere, ecco speriamo che il codice Alfa Rouge rimanga permanente in europa per un bel pò, almeno fino a che sta razza non venga estinta.

axsw
14-11-2015, 10:26
Ha parlato Mr. Bean Renzie.
Ovviamente discorsi pieni di retorica e non sense, ma capisco, cosa deve dire.

Sono rimasto colpito però da un ascoltatore che ha telefonato a Radio24 il quale ha posso una questione.
Lui chiedeva se deve rimanere ancora in questo stato di pericolo oppure deve reagire perchè il lupo fa il lupo con le pecore.

saucer
14-11-2015, 10:50
A mio avviso nn capisco na mazza nn sono manco un complottista ma ad occhio da lontano sembra che il sistema di intelligence francese fa veramente schifo anzi calcolando che hanno avuto altri attacchi precedenti negl'anni e considerando che in italia ci sono molti + obbiettivi sensibili e logisticamente + attaccabili ripeto che o sono delle merde a livello di intelligence o hanno bypassato il riskio volutamente...Forse

Quando una politica adotta l'accoglienza indiscriminata di civili ( ed i terroristi dell'is non sono "militari", ma "civili" ) è facile che tra quelli che entrano, ci siano anche suicida pronti a diventare martiri in nome del loro Dio.
E se ci sono stati attacchi terroristici in Francia è dovuto essenzialmente al suo ruolo internazionale ( dopo l'America, la Francia e l'Inghilterra sono le due nazioni più determinate per distruggere ogni cellula terroristica ).

In Italia non c'e' stato ancora nessun attentato perchè non siamo credibili all'estero ( girava una storiella all'epoca dell'11 Settembre sul perchè i terroristi musulmani non venivano in Italia ), sebbene un attacco alla Chiesa è un colpo goloso per quelli dell'is.



Ha parlato Mr. Bean Renzie.
Ovviamente discorsi pieni di retorica e non sense, ma capisco, cosa deve dire.


Ecco i titoloni su Repubblica :
26578

In pratica.... Renzi fa il solito "gradasso" e il Viminale alza le misure di sicurezza.
"Noi ci siamo", tanto alla fine al primo proiettile lui (e famiglia) è dietro un muro antiproiettile e noi stiamo in mezzo alle bombe.
Mandatelo a casa prima che arrechi ulteriori danni.
Tanto nessuno lo gradisce in Italia.

Loading