PDA

Visualizza la versione completa : Pagare la spesa con lavori socialmente utili


alieno
31-10-2016, 20:45
Devono essersi ispirati alla società di Star Trek :D
Ma scherzi a parte mi pare un'iniziativa valida e che potrebbe essere organizzata ovunque, con un po' di organizzazione e impegno da parte dei vari comuni italiani:

Sugli scaffali c'è tutto quello che si necessita: latte, pasta, frutta, verdura, cibo in scatola, olio e quant'altro ci sia da aspettarsi di trovare in un supermercato tradizionale.
Ma al contrario di questi, all'emporio dei Ronchi non si paga con i soldi: la spesa si acquista in cambio di lavori socialmente utili. Un baratto, insomma, declinato attraverso l'impegno nei confronti della comunità.
All'emporio sociale però non possono fare la spesa tutti: ma solo chi, attraverso i servizi sociali del Comune, rientra in particolare fasce di disagio.

Fonte: http://www.quinewspistoia.it/quarrata-emporio-sociale-cibo-in-cambio-di-lavoro-ronchi-disagio-poverta-pozzo-giacobbe-gemma-integra.htm

mroghy
01-11-2016, 21:42
Cioè pagano con un denaro diverso, avuto come corrispettivo del lavoro, proporzionato ad esso. Il comune in pratica batte moneta e si preoccupa del cambio di divisa. Un esperimento di microeconomia. Ma non so quanto legale.

alieno
02-11-2016, 09:54
Ma non so quanto legale.
Ma davvero di questa iniziativa, che non è nemmeno nata ieri, l'aspetto che ti colpisce è se è legale o meno?

http://www.cesvot.it/

Kahm
02-11-2016, 10:26
almeno vedremo strade piu pulite
nel modo tradizionale tutti i soldi che si pagano, spariscono.

vonkranz
02-11-2016, 12:04
Devono essersi ispirati alla società di Star Trek :D
Ma scherzi a parte mi pare un'iniziativa valida e che potrebbe essere organizzata ovunque, con un po' di organizzazione e impegno da parte dei vari comuni italiani:

Sugli scaffali c'è tutto quello che si necessita: latte, pasta, frutta, verdura, cibo in scatola, olio e quant'altro ci sia da aspettarsi di trovare in un supermercato tradizionale.
Ma al contrario di questi, all'emporio dei Ronchi non si paga con i soldi: la spesa si acquista in cambio di lavori socialmente utili. Un baratto, insomma, declinato attraverso l'impegno nei confronti della comunità.
All'emporio sociale però non possono fare la spesa tutti: ma solo chi, attraverso i servizi sociali del Comune, rientra in particolare fasce di disagio.

Fonte: http://www.quinewspistoia.it/quarrata-emporio-sociale-cibo-in-cambio-di-lavoro-ronchi-disagio-poverta-pozzo-giacobbe-gemma-integra.htm

mah, francamente non saprei come giudicarla.
se ho capito bene, il comune paga per conto di determinate persone determinati generi di prima necessità in cambio di ore-lavoro di questi ultimi.

ora mi chiedo: se il comune ha i soldi per pagare la spesa a determinate persone a fronte del fatto che poi li chiama per lavori socialmente utili, perche' non retribuirli direttamente per tali lavori cosi', con i soldi guadagnati questi possono fare cio' che credono?

a me questa sorta di baratto convince poco.

Alhazred
02-11-2016, 12:47
Non so se sia possibile retribuire direttamente con dei soldi chi fa questi lavori, penso che sarebbe necessario stipulare un vero e proprio contratto di lavoro in tal caso, facendo risultare queste persone dei dipendenti comunali.
Penso che la soluzione del baratto sia una scappatoia alla stipula di contratti di lavoro.
In alcuni Comuni vengono scontate le tasse comunali a chi aderisce a questo sistema.

vonkranz
02-11-2016, 16:00
Non so se sia possibile retribuire direttamente con dei soldi chi fa questi lavori, penso che sarebbe necessario stipulare un vero e proprio contratto di lavoro in tal caso, facendo risultare queste persone dei dipendenti comunali.
Penso che la soluzione del baratto sia una scappatoia alla stipula di contratti di lavoro.
In alcuni Comuni vengono scontate le tasse comunali a chi aderisce a questo sistema.

quasi sicuramente e' una scappatoia, ma la trovo "raffazzonata" anche perche' continua a non risolvere la precarieta' della situazione di chi e' in quelle condizioni.

per carita', va benissimo ogni tipo di aiuto che si puo' dare a chi si trova in difficolta', ma mi sembra piu' una pezza che una soluzione.

alieno
02-11-2016, 16:48
ma mi sembra piu' una pezza che una soluzione.
Quindi sarebbe meglio sospenderla del tutto?

vonkranz
02-11-2016, 17:12
Quindi sarebbe meglio sospenderla del tutto?

ma hai volutamente evitato di leggere il pezzo in cui ho scritto

per carita', va benissimo ogni tipo di aiuto che si puo' dare a chi si trova in difficolta'

oppure e' solo voglia di fare un pizzico di polemica?

alieno
02-11-2016, 20:14
oppure e' solo voglia di fare un pizzico di polemica?
La polemica la stai facendo tu perché in questa tua osservazione che hai messo in grassetto:


ma hai volutamente evitato di leggere il pezzo in cui ho scritto
per carita', va benissimo ogni tipo di aiuto che si puo' dare a chi si trova in difficolta'

Ti sei dimenticato di aggiungere, lo evidenzio io in grassetto:


ma mi sembra piu' una pezza che una soluzione.
Che se permetti non solo cambia il senso ma è polemica.

Per carità ognuno è libero di esprimere le proprie idee, tu hai fatto benissimo ad esprimere la tua, sappi però che le polemiche valgono ancora meno di "una pezza", perché una gran parte d'Italia funziona bene proprio grazie al volontariato, e soprattutto funziona bene quando non subentra il politico cialtrone di turno vestito a festa, di qualsiasi partito politico, elogiando e promettendo e sfruttando la situazione.

Sta di fatto però che la sera qualcuno almeno un piatto di pasta riuscirà a mangiarlo, che non risolve il problema (ma va?), come in parte giustamente hai voluto mettere in evidenza, però almeno ha mangiato e nessuno gli ha fatto la carità perché in qualche modo se l'è guadagnato.
Il senso della storia è semplicememte questo, nulla di più :)

Loading