PDA

Visualizza la versione completa : negare l'evidenza


Kahm
15-03-2017, 09:23
salve a tutti
è da un po che volevo scrivere questo post, ogni volta mi dicevo ceh mi sbagliavo, ma ad un certo punto penso che sia diventato qualcosa di patologico, 20 anni fa non era cosi, forse è un virus?

comincio a parlare del soggetto: negare l'evidenza, non so perchè di questi tempi , ma come detto mi pare da 20 anni a questa parte pare che ognuno si metta una bella fetta di prosciutto sugli occhi, e non me ne capacito, una volta era diverso e faccio alcuni esempi qui sotto:

PROCESSI
qui mi è chiaro il concetto, durante mani pulite il colpevole se si dichiarava colpevole aveva tutto il vantaggio, oggi non viene dato nessuno sconto, anzi viene lasciato alla merce della vendetta della sua banda. Nonostante questo posso fare riferimento ai servizi di striscia o le iene in cui il truffatore, quando viene trovato con le mani nel sacco, inizia a sbraitare come un ossesso ed a chiamare i carabinieri (LUI LI CHIAMA)

CALCIO
ed uniziamo con qualche squadra di calcio, tra rigori inesistenti e tifosi che nonostante ci siano molte irregolarità continuano a dichiararsi fedeli alla sua squadra del cuore :"noi siamo i piu forti", insomma questi slogan hanno tutto da dire sulla comprensione delle regole del calcio, forse per molti se il rigore è per la sua squadra: TUTTO OK, altrimenti non è giusto! BOH

PARTITI POLITICI
come non mai, ogni giorno di vediamo sommersi di promesse non mantenute, è inutile fare esempi qui, vedo spesso un famoso partito politico in TV che se votato promette terre promesse a destra e manca, e puntualmente gli altri partiti quando li interrogano con :"ma se avete governato per 15 anni e ci avete portato a questo stato, avete ancora la faccia tosta di dire che potete migliorare il paese" , ecco che vedo facce mute o insulti per zittire l'interlocutore

SCUOLA
ebbene si, ho visto genitori accanirsi contro i maestri per un voto brutto, MAH


finita la descrizione....
rispondetemi..cosa sta succedendo?
mi sento stanco di avere a che fare con queste persone, diventa difficile vivere e far ragionare qualcuno che non vede oltre 20 cm da come la pensa lui, l'apertura mentale è diventata inaccessibile per determinati esseri. invece di evoverci ci stiamo regredendo, mi viene sempre piu in mente un film: "idiocracy" parla dell'evoluzione degli idioti in un prossimo futuro.

rebelia
15-03-2017, 11:50
l'istinto di negare l'evidenza oltre ogni limite, c'e' sempre stato, solo che non c'era google per cercarne le prove o per sapere che tizio aveva negato di aver fatto quella roba li'

fcaldera
15-03-2017, 12:46
ignoranza sempre più diffusa, senso civico nullo, mancanza di ideali elevati e incapacità di provare vergogna.


E nella tua analisi sulla politica aggiungo mancanza di autocritica e ricerca del colpevole negli altri.


io da parte mia lavoro ogni giorno per eradicare dai miei bimbi questa mentalità con il buon esempio. Se non ci riuscirò pazienza, ma almeno ci ho provato.

vonkranz
15-03-2017, 12:49
il senso morale e' un valore in via di estinzione.

astro
16-03-2017, 00:10
Non credo c'entri il senso morale. Beh, è chiaro che anche quello conta, o meglio, da quello dipende tutto...
Sono d'accordo che ci sia un'ignoranza sempre più grassa, alla faccia, o meglio, forse proprio "grazie" a google come dice la vecchiasaggia... :D

Starò invecchiando anch'io ma comprendo e rivaluto sempre più la Bibbia, ed il vecchio testamento col suo "Più aumenta la conoscenza, più aumenta il dolore"... That is to say: beata (o meglio, splendida) ignoranza (quella bella genuina di chi aveva cultura, e quel gran buonsenso di chi conosce le proprie radici e tutta quanta l'esperienza che ne deriva)

BORSE84 R-OH
16-03-2017, 09:30
Non credo c'entri il senso morale. Beh, è chiaro che anche quello conta, o meglio, da quello dipende tutto...
Sono d'accordo che ci sia un'ignoranza sempre più grassa, alla faccia, o meglio, forse proprio "grazie" a google come dice la vecchiasaggia... :D

Starò invecchiando anch'io ma comprendo e rivaluto sempre più la Bibbia, ed il vecchio testamento col suo "Più aumenta la conoscenza, più aumenta il dolore"... That is to say: beata (o meglio, splendida) ignoranza (quella bella genuina di chi aveva cultura, e quel gran buonsenso di chi conosce le proprie radici e tutta quanta l'esperienza che ne deriva)

Appoggio incondizionatamente.

rebelia
16-03-2017, 11:58
tra l'altro, a proposito di evidenze negate, proprio in questi giorni la cronaca ci regala un'interessante scoperta (http://www.ilpost.it/2017/03/15/beppe-grillo-blog/)

Linkato
16-03-2017, 17:39
tra l'altro, a proposito di evidenze negate, proprio in questi giorni la cronaca ci regala un'interessante scoperta (http://www.ilpost.it/2017/03/15/beppe-grillo-blog/)

Il "ragazzo" se l'aggiusta come gli apre, su ogni argomento... ma d'altronde questo già si sapeva (che fa, disfa, ritratta e poi cambia idea e poi dice che non è vero e poi dice che è colpa dei giornalisti renziani, ecc... ec...) o perlomeno già lo sa il 72% degli italiani che non vota il M5S.

2 Marzo ore 14.45 "... la responsabilità editoriale del blog è esclusivamente mia..."

https://i.gyazo.com/dc141373155d9d17249f4cfba95cb621.png
http://www.repubblica.it/politica/2017/03/16/news/beppe_grillo_blog_m5s_movimento_5_stelle_dice_che_ responsabilita_editoriale_dei_post_e_sua_2012-160667910/?ref=RHPPLF-BH-I0-C8-P7-S1.8-T1

Il problema è che ha ricevuto già un bel po' di condanne per diffamazione, e la paura fa 90... potrebbero aprirsi problemi grossi con successive condanne...

Cause e condanne per diffamazione (da Wikipedia)


Nel 2003 patteggiò una causa per diffamazione aggravata intentata contro di lui da Rita Levi-Montalcini. Durante uno spettacolo, Beppe Grillo l'aveva definita "vecchia puttana", sostenendo che avesse ottenuto il Premio Nobel per la medicina grazie a una ditta farmaceutica che le aveva comprato il premio.


Nel 2012 in appello Grillo è stato condannato per aver diffamato a mezzo stampa la Fininvest in un suo articolo pubblicato nel 2004 sulla rivista Internazionale. Il risarcimento del danno patrimoniale, pari a 50.000 euro, oltre alle spese processuali, è stato stabilito dai giudici della prima sezione della corte d'appello del tribunale di Roma


Nel settembre 2013 viene condannato in Corte di cassazione per avere diffamato l'ex sindaco di Asti, e parlamentare per Forza Italia, Giorgio Galvagno. Nel 2003, Grillo aveva definito l'ex primo cittadino "un tangentista", durante uno spettacolo al Teatro Alfieri di Asti. Grillo dovrà versare a Galvagno 25.000 euro e gli interessi a partire dal 2003, come risarcimento del danno, oltre al risarcimento per le spese legali.


Il 12 dicembre 2013 è stato condannato dal Tribunale di Genova in primo grado per diffamazione nei confronti di Antonio Misiani, in qualità di tesoriere del Partito Democratico. Nel maggio 2012 Grillo pubblicò sulla prima pagina del proprio blog un mosaico di immagini con fotografie in stile foto segnaletica degli amministratori di PdL (Rocco Crimi), PD (Antonio Misiani) e UDC (Giuseppe Naro), insieme con quelle degli ex di Lega Nord (Francesco Belsito) e Margherita (Luigi Lusi). Il giudice ha riconosciuto a titolo provvisorio un risarcimento di € 25.000 in favore di Misiani e un risarcimento in favore del Partito Democratico di € 5.000. Il 7 giugno 2015 la Corte d'Appello di Genova assolve Beppe Grillo ritenendo il fatto come un esercizio del diritto di critica


Il 14 settembre 2015 è stato condannato, in primo grado, dal Tribunale di Ascoli Piceno per diffamazione aggravata nei confronti di Franco Battaglia, professore dell'Università di Modena. La condanna consiste in un anno di reclusione con pena sospesa, 1.250 € di multa e una provvisionale di 50.000 € alla parte offesa

Max Della Pena
16-03-2017, 18:07
Prendo l'occasione al volo, vendo Panda usata solo al mattino, prezzo modico.

Kahm
16-03-2017, 18:10
interessante come qualunque argomento si parli, c'è sempre qualcuno che ne approfitta per infangare il M5S
vi pagano a post?
è un vostro hobby?

Loading