PDA

Visualizza la versione completa : Prima esperienza lavorativa


abbobba
30-06-2017, 13:02
ho terminato gli studi da poco (triennale informatica) e sono in procinto di affacciarmi al mondo del lavoro.
Secondo voi, per una persona appena uscita dall'ambito accademico è meglio lavorare negli uffici della azienda come programmatore o essere mandato dall'azienda in outsourcing presso un cliente come manutentore del software (già sviluppato e previa formazione). Nella seconda ipotesi sarei l'unico dell'azienda a trovarmi fisicamente dal cliente quindi sarei solo.

Max Della Pena
30-06-2017, 14:23
Dipende dal tuo modo di concepire la parola cliente secondo me.

Se hai propensione all'attenzione al cliente e sai come farlo comunque rimanere soddisfatto allora l'esperianza outsourcing potrebbe essere positiva, se invece hai problemi con chi chiede e pretende troppo meglio che rimani in sede.

Per il tuo futuro, un approccio positivo sempre e comunque alle richieste del cliente (tutte anche le più idiote) sarà sempre un ottimo biglietto da visita.

rebelia
30-06-2017, 18:15
Dipende dal tuo modo di concepire la parola cliente secondo me.

Se hai propensione all'attenzione al cliente e sai come farlo comunque rimanere soddisfatto allora l'esperianza outsourcing potrebbe essere positiva, se invece hai problemi con chi chiede e pretende troppo meglio che rimani in sede.

Per il tuo futuro, un approccio positivo sempre e comunque alle richieste del cliente (tutte anche le più idiote) sarà sempre un ottimo biglietto da visita.

concordo

abbobba
01-07-2017, 11:28
grazie delle risposte

rebelia
01-07-2017, 13:32
grazie delle risposte

una precisazione "approccio positivo" non e' sinonimo di zerbinamento: la professionalita' sta proprio nel proporre alternative sensate a richieste assurde

Kahm
01-07-2017, 20:58
ho terminato gli studi da poco (triennale informatica) e sono in procinto di affacciarmi al mondo del lavoro.
Secondo voi, per una persona appena uscita dall'ambito accademico è meglio lavorare negli uffici della azienda come programmatore o essere mandato dall'azienda in outsourcing presso un cliente come manutentore del software (già sviluppato e previa formazione). Nella seconda ipotesi sarei l'unico dell'azienda a trovarmi fisicamente dal cliente quindi sarei solo.
non esiste un meglio
ognuna delle 2 ipotesi ha pro e contro

-essere presente dal cliente, (pensando che fai il consulente) la tua azienda guadagna di piu, e di conseguenza tu, metti dall'altra parte della bilancia l'avere a che fare con stress e pressioni, spero che non avrai manager con problemi psicologici come è capitato a me le ultime volte.
-Essere in azienda tua, sei meno stressato che dal cliente (ovviamente paga bene per te e quindi cercano di spermerti)
ma come detto sopra guadagni di meno, ma riesci a gestirti meglio le ferie per via che internamente siete tutti colleghi e amici.

queste sono mie esperienze
che possono essere condivise o meno, purtroppo sono esperienze mie (ripeto in quanto ogni volta è lo stesso discorso)
si lo so, sono stato un po sfortunato in vita mia, strano ma vero vedo che è quasi la normalità.

abbobba
02-07-2017, 13:39
Secondo voi una persona non impara di più stando in azienda insieme ai colleghi?

Kahm
02-07-2017, 15:01
Secondo voi una persona non impara di più stando in azienda insieme ai colleghi?

Impari di più quando hai a che fare con un gruppo unito.e con tecnologie nuove.
Se sei in azienda a fare Con il e tutti si guardano le cose proprie non migliorarsi mai

Max Della Pena
02-07-2017, 15:40
Secondo voi una persona non impara di più stando in azienda insieme ai colleghi?

Dipende dai colleghi, in Italia purtroppo vige la legge dei lunghi coltelli, raramente troverai collaborazione ed aiuto, specie dai giovani arrivati prima di te.

abbobba
02-07-2017, 16:43
capisco. Allora mi toccherà imparare man mano che i problemi si presenteranno. Volevo giusto avere un'idea sul lavoro in azienda e voi mi avete aiutato.

grazie ancora

Loading