PDA

Visualizza la versione completa : migrazione in posti freddi


Kahm
23-11-2017, 10:40
mi è capitato lo scorso mese di farmi un giro in Abruzzo, su per qualche paesotto disperso su qualche punta di montagna isolata.
faceva un freddo bestiale, passando su quei monti ho notato vecchie costruzioni, forse pastori
vecchi possedimenti. E mi sono fermato a pensare a tanti anni fa quando le strutture non erano come oggi, insomma non avevano le nostre comodità eppure per scegliere posti impervi, freddi come quelli avranno avuto qualche motivo?
Si insomma a dire dei locali in Inverno l'agricoltura quasi si ferma e il freddo è cosi intenso in inverno che è difficile persino farsi una passeggiata, figuriamoci per degli animali

qui arriva la domanda
Cosa ha spinto nei secoli i vari viandanti a fermarsi in posti estremi? Sopra ho fatto l'esempio dell'Abruzzo, ma potrei citare tante regioni italiane, Insomma circa 1000 anni fa (pure 2000) piu il posto è caldo e fertile e piu dovrebbe attirare le popolazioni o mi sbaglio? quindi cosa ha spinto queste persone a scegliere una meta cosi poco accogliente?

BORSE84 R-OH
23-11-2017, 11:12
Probabilmente, osservando da un'altra prospettiva, quegli insediamenti si sono sviluppati a partire da piccoli rifugi nati per ospitare "momentaneamente" i pastori durante i loro spostamenti, magari non proprio durante i mesi più rigidi, ma durante i mesi caldi, primaverili e autunnali. Poi da cosa nasce cosa, l'insediamento temporaneo è diventato semipermanente, e poi col passare del tempo e l'evolversi delle situazioni socio-politico-economiche è diventato effettivamente permanete sviluppandosi in quello che è giunto poi ai giorni nostri.

Poi è anche vero che in epoche di scorribande, barbarie e invasioni un giorno si e l'altro anche, era più facile difendersi da una posizione dominante dall'alto, che non in aperta pianura...

vonkranz
23-11-2017, 11:22
riuscire ad adattarsi e sopravvivere in posti dove c'e' poca concorrenza per le risorse e' una strategia evolutiva.

Kahm
23-11-2017, 11:25
e pensare che ci sono parecchie zone dove ci furono massacri per contenderseli
zone fredde, aspre, impervide
https://media.giphy.com/media/qOlOY4KkIYdAQ/giphy.gif

SkyLinx
25-11-2017, 12:47
Cos'e' il freddo? :madai!?:

badaze
25-11-2017, 22:38
qui arriva la domanda
Cosa ha spinto nei secoli i vari viandanti a fermarsi in posti estremi? Sopra ho fatto l'esempio dell'Abruzzo, ma potrei citare tante regioni italiane, Insomma circa 1000 anni fa (pure 2000) piu il posto è caldo e fertile e piu dovrebbe attirare le popolazioni o mi sbaglio? quindi cosa ha spinto queste persone a scegliere una meta cosi poco accogliente?
Appunto. I bei posti attirano anche invasori.

kalosjo
27-11-2017, 10:26
Cos'e' il freddo? :madai!?:
Tu ce l'hai surgelato :D

SkyLinx
27-11-2017, 19:32
Tu ce l'hai surgelato :D

Scherzi a parte a volte mi chiedo come in passato si sia arrivati qui rimanendoci, soprattutto piu' a nord dove la temperatura scende piu' facilmente che qui sotto i -40. Appunto come facevano in passato?

webus
28-11-2017, 18:24
Cosa ha spinto nei secoli i vari viandanti a fermarsi in posti estremi? Sopra ho fatto l'esempio dell'Abruzzo, ma potrei citare tante regioni italiane, Insomma circa 1000 anni fa (pure 2000) piu il posto è caldo e fertile e piu dovrebbe attirare le popolazioni o mi sbaglio? quindi cosa ha spinto queste persone a scegliere una meta cosi poco accogliente?

Molte ragioni e ovviamente legate alle caratteristiche dei vari posti.
Ad esempio quelli di montagna erano ottimi per l'allevamento oltre che più sicuri rispetto a quelli sulle coste. Mamma li turchi! non è solo un modo di dire, e con qualche variante valeva per tutte le coste del mondo.

Posizioni in alto poi erano più sicure dal punto di vista sanitario rispetto ai fondo valle dove più frequenti erano casi di epidemie e infezioni. Ad esempio come nei paesaggi toscani dove i paesini troneggiano sempre in cima alle colline.

Il mondo non era un posto "pacifico". Non il nostro, almeno.

Loading