PDA

Visualizza la versione completa : educazione femminile nel XXI secolo


Kahm
19-02-2018, 09:06
apro a distanza di s. valentino questo thread in quanto ovviametne una settimana fa tutti erano molto influenzati da questa festa.
In pratica c'è una donna, 35 enne con figlia , la quale si intravede da subito nell'espressione e nel modo di porsi alle persone che il suo passato è stato molto "ehm diciamo di strada".
Fatto sta che ogni volta che la incontro con sua figlia, noto con grande dispiacere che la sta influenzando con la sua "arte" di donna poco per bene, di base potrebbe non importarmene nulla, ma vedo cose che fanno scontro con la mia etica.
Una donna del genere non ha mai capito nulla di etica, ed ha aperto le gambe con una facilità estrema per prendersi in simpatica il genere maschile cui puntava, la conoscevo tanti anni fa, ma non mi sarebbe mai venuto in testa che per lei fosse cosi naturale questo atteggiamento tanto da insegnare a sua figlia lo stesso modo di ottenere le cose dai maschi! (si avete capito bene)
Anni fa quando eravamo ragazzetti pensavamo tutti che avesse dei problemi per la facilità con cui cambiava ragazzo, ora mi rendo proprio conto che sta completamente fuori di testa.

Ho sentito un paio di persone criticarla per questi suoi "insegnamenti", GUAI a chi osa criticarla!
-lei ha sempre ragione
-lei è sempre al centro dell'attenzione
ed essendo anche una bella donna capirete subito che riesce a manipolare molto bene gli uomini
Ora capite perchè non lo ho aperto una settimana fa questo thread, tanto avrei già capito le risposte, mi pare di vivere in un'epoca in cui chi critica una donna, anche se lei ha EVIDENTEMENTE torto, finisco io nel mattatoio!

Apro una parentesi per far capire di che parlo:
c'è stato un incidente vicino casa mia, una donna in scooter ha tamponato un'auto guidata da un ragazzo, la donna si è agitata in modo da teatrino napoletano, il ragazzo cercava di calmarla e portarla a esamicare il CID, NIENTE la ho visto prenere la ciabatta e cercare di riempirlo di botte, proprio perchè lei voleva ragione, anceh se non ne aveva.
Nel momento ni cui il ragazzo ha cercato di bloccarla visto che era impazzita, tutti intorno si sono accaniti contro di lui :nonlodire. Il femminismo ci sta uccidendo!

Quindi avendo spigato sopra che io non voglio prendere mazzate nonostante potrei parlare a ragione, secondo voi la cosa migliore da fare quale è?
A continuare di questo passo diventerà nonna a 36 anni.

Darksky
19-02-2018, 09:26
possiamo aggiungere alla discussione che il problema sono anche i maschi che ragionano con l'uccello e non con la testa ?

lnessuno
19-02-2018, 10:46
possiamo aggiungere alla discussione che il problema sono anche i maschi che ragionano con l'uccello e non con la testa ?
Aggiungiamolo, così abbiamo dato un torto generico ai maschi, nessuno s'incazza, nessuna etichetta viene affibbiata e finisce qua.

La discussione sarebbe troppo pericolosa per fare altrimenti :fagiano:



Ma dato che me ne frego, in me la prima tipa descritta da Kahm genera due reazioni: sul ciò che fa, affari suoi. Se sta bene a lei sta bene anche a me. Se però usa quel metodo per "fregare" gli uomini rientra probabilmente nella categoria dei truffatori. C'è da dire che gli uomini che ci cascano sono dei polli (in che misura dipende da quanto si son fatti fregare) quindi se la sono cercata. È uno dei pochi casi in cui si può dire senza che qualcuno si strappi i capelli dall'indignazione, peraltro.

Sull'altra invece boh.. io credo che avrei cercato di tenerla semplicemente lontano, cercando di chiamare i carabinieri e/o cercando di attirare l'attenzione dei passanti. Mettere le mani addosso ad una persona non è mai una buona idea, a prescindere dall'intento con cui lo si fa.

Kahm
19-02-2018, 11:02
non so, forse è una mia impressione
ma con tutto questo femminismo siamo arrivati al punto che chi non ragiona crede di poter fare quello che vuole, senza limiti, al di fuori del bene e del male, e tutti gli danno corda!

lnessuno
19-02-2018, 11:06
In questo non credo c'entri il femminismo in se, secondo me è una cosa molto più generalizzata.

Alhazred
19-02-2018, 11:06
...
Sull'altra invece boh.. io credo che avrei cercato di tenerla semplicemente lontano, cercando di chiamare i carabinieri e/o cercando di attirare l'attenzione dei passanti. Mettere le mani addosso ad una persona non è mai una buona idea, a prescindere dall'intento con cui lo si fa.

Se quel


NIENTE la ho visto prenere la ciabatta e cercare di riempirlo di botte

è letteralmente ciò che stava accadendo, le mani per fermarla (non per rispondere alle botte) penso le avrebbe usate chiunque, anche tu, o ti saresti fatto prendere a ciabattate pur di non toccarla?

Sul fatto della prima, bisogna anche vedere quegli uomini se effettivamente sono stati fregati o se erano coscienti di cosa stesse accadendo e gli stava bene.

Kahm
19-02-2018, 11:14
Se quel

è letteralmente ciò che stava accadendo, le mani per fermarla (non per rispondere alle botte) penso le avrebbe usate chiunque, anche tu, o ti saresti fatto prendere a ciabattate pur di non toccarla?


sono episodi che mi sono capitati spesso:
1)la ragazza (la matta di turno) alza la voce come una ossessa anche a torto
2)persone si avvicinano a vedere che succede
3)la matta cerca di avere ragione perchè è donna (non sto scherzando)
4)se non funziona il punto 3 ti prende a botte in attesa ceh tu reagisca, tanto se reagisci il pubblico prende a calci te (uomo)

Max Della Pena
19-02-2018, 11:14
apro a distanza di s. valentino questo thread in quanto ovviametne una settimana fa tutti erano molto influenzati da questa festa.
In pratica c'è una donna, 35 enne con figlia , la quale si intravede da subito nell'espressione e nel modo di porsi alle persone che il suo passato è stato molto "ehm diciamo di strada".
Fatto sta che ogni volta che la incontro con sua figlia, noto con grande dispiacere che la sta influenzando con la sua "arte" di donna poco per bene, di base potrebbe non importarmene nulla, ma vedo cose che fanno scontro con la mia etica.
Una donna del genere non ha mai capito nulla di etica, ed ha aperto le gambe con una facilità estrema per prendersi in simpatica il genere maschile cui puntava, la conoscevo tanti anni fa, ma non mi sarebbe mai venuto in testa che per lei fosse cosi naturale questo atteggiamento tanto da insegnare a sua figlia lo stesso modo di ottenere le cose dai maschi! (si avete capito bene)
Anni fa quando eravamo ragazzetti pensavamo tutti che avesse dei problemi per la facilità con cui cambiava ragazzo, ora mi rendo proprio conto che sta completamente fuori di testa.

Ho sentito un paio di persone criticarla per questi suoi "insegnamenti", GUAI a chi osa criticarla!
-lei ha sempre ragione
-lei è sempre al centro dell'attenzione
ed essendo anche una bella donna capirete subito che riesce a manipolare molto bene gli uomini
Ora capite perchè non lo ho aperto una settimana fa questo thread, tanto avrei già capito le risposte, mi pare di vivere in un'epoca in cui chi critica una donna, anche se lei ha EVIDENTEMENTE torto, finisco io nel mattatoio!

Apro una parentesi per far capire di che parlo:
c'è stato un incidente vicino casa mia, una donna in scooter ha tamponato un'auto guidata da un ragazzo, la donna si è agitata in modo da teatrino napoletano, il ragazzo cercava di calmarla e portarla a esamicare il CID, NIENTE la ho visto prenere la ciabatta e cercare di riempirlo di botte, proprio perchè lei voleva ragione, anceh se non ne aveva.
Nel momento ni cui il ragazzo ha cercato di bloccarla visto che era impazzita, tutti intorno si sono accaniti contro di lui :nonlodire. Il femminismo ci sta uccidendo!

Quindi avendo spigato sopra che io non voglio prendere mazzate nonostante potrei parlare a ragione, secondo voi la cosa migliore da fare quale è?
A continuare di questo passo diventerà nonna a 36 anni.

La migliore cosa secondo me è vergognarti per quello che hai scritto.

lnessuno
19-02-2018, 11:16
Per come sono fatto è più probabile che avrei cercato di allontanarmi, come dicevo.

E comunque è sempre meglio dell'accusa di essere un violento maschilista ommioddiotidenuncio forse nemmeno, ma porta sicuramente a conseguenze peggiori fra le più disparate, e può portarne anche a distanza di anni.

lnessuno
19-02-2018, 11:20
La migliore cosa secondo me è vergognarti per quello che hai scritto.
A suo modo ha descritto uno scenario. Con parole sue, e con le sue sensazioni.

Lui dovrebbe vergognarsene? O tu, per ritenerle talmente indegne da essere preferibile starsene zitto? Dov'è finito il "Non sono d'accordo con quello che dici, ma difenderò fino alla morte il tuo diritto a dirlo"?


Con immutata stima, ma... ma che cazzo stai a dì :D

Loading