PDA

Visualizza la versione completa : dazi export


Kahm
03-10-2019, 10:35
link articolo
https://www.leggo.it/economia/news/dazi_usa_parmigiano_prosciutto_lista_ultime_notizi e_oggi-4772768.html

Tecnicamente sono favorevole ai dazi, ma qui si sta esagerando, si sta innescando una guerra.
Di base sono favorevole visto che i prodotti provenienti dalla cina stanno distruggendo il mercato Italiano, l'altro piatto della bilanca è l'export...uhm che ridurremo parecchio!

(esempio) Comprare una lavatrice italiana farà lavorare un italiano

voi come la vedete?

qui tabella riassuntiva
https://www.leggo.it/uploads/ckfile/201910/dazi%20usa_03091324.jpg

saucer
03-10-2019, 11:26
Probabilmente, finiremo per mangiare nuovamente cibo italiano e non più cibo di importazione.

Diventando meno richiesto il cibo italiano all'estero, diventerà meno appetibile ai mercati internazionali e quindi ne troveremo di più nei nostri negozi ( a prezzi minori ).

Kahm
03-10-2019, 11:32
Probabilmente, finiremo per mangiare nuovamente cibo italiano e non più cibo di importazione.

Diventando meno richiesto il cibo italiano all'estero, diventerà meno appetibile ai mercati internazionali e quindi ne troveremo di più nei nostri negozi ( a prezzi minori ).
teoricamente SI
peccato che la maggior parte di olio, grano, latte,arance,vino etc...lo esportiamo

dati qui:
https://www.mise.gov.it/index.php/it/commercio-internazionale/osservatorio-commercio-internazionale/statistiche-import-export

Dwarf
03-10-2019, 11:59
Probabilmente, finiremo per mangiare nuovamente cibo italiano e non più cibo di importazione.

Diventando meno richiesto il cibo italiano all'estero, diventerà meno appetibile ai mercati internazionali e quindi ne troveremo di più nei nostri negozi ( a prezzi minori ).

Abbassare su molti prodotti equivale a rendere più conveniente produrre, il Parmiggiano Reggiano (uno dei prodotti colpito dai dazi) è uscito dalla crisi grazie alle esportazioni che garantiscono margini di guadagno buoni.

URANIO
03-10-2019, 12:48
Che strano, tra i dazi non ci sono le auto....

saucer
03-10-2019, 13:51
teoricamente SI
peccato che la maggior parte di olio, grano, latte,arance,vino etc...lo esportiamo

dati qui:
https://www.mise.gov.it/index.php/it/commercio-internazionale/osservatorio-commercio-internazionale/statistiche-import-export


Abbassare su molti prodotti equivale a rendere più conveniente produrre, il Parmiggiano Reggiano (uno dei prodotti colpito dai dazi) è uscito dalla crisi grazie alle esportazioni che garantiscono margini di guadagno buoni.

Capisco i problemi dei produttori, però oggi per poter mangiare cibo italiano dobbiamo pagare cifre "simili" a quanto pagano americani, tedeschi e inglesi.
Peccato che non abbiamo gli stessi stipendi.

Il mio ragionamento è :
- Meno Export -> prodotti italiani in sofferenza e quindi costretti a ridurre il prezzo -> Nei negozi di alimentari italiani li troveremo a prezzi abbordabili -> Meno Import di cibo straniero ( spacciato per italiano ) -> Maggior qualità sulle nostre tavole

Probabilmente si ritornerà ad una cucina "realmente" italiana.

Oggi ai produttori conviene esportare cibo italiano, e ai vari sottomarchi conviene importare cibo da Tunisia, Algeria, Marocco, Spagna, Etiopia...etc.etc.

Dwarf
03-10-2019, 23:21
Capisco i problemi dei produttori, però oggi per poter mangiare cibo italiano dobbiamo pagare cifre "simili" a quanto pagano americani, tedeschi e inglesi.
Peccato che non abbiamo gli stessi stipendi.

Il mio ragionamento è :
- Meno Export -> prodotti italiani in sofferenza e quindi costretti a ridurre il prezzo -> Nei negozi di alimentari italiani li troveremo a prezzi abbordabili -> Meno Import di cibo straniero ( spacciato per italiano ) -> Maggior qualità sulle nostre tavole

Probabilmente si ritornerà ad una cucina "realmente" italiana.

Oggi ai produttori conviene esportare cibo italiano, e ai vari sottomarchi conviene importare cibo da Tunisia, Algeria, Marocco, Spagna, Etiopia...etc.etc.
Soliti discorsi fatti di chi non conosce nulla della filiera, per molti dei prodotti che troviamo sugli scaffali il prezzo della materia prima è inifluente, parliamo di cereali, legumi, prodotti derivati dalla frutta (succhi, confetture). Discount e i prodotti a marchio del supermercato abbassano il prezzo strozzando i le aziende con un sistema di aste al ribasso.

Kahm
04-10-2019, 08:57
Soliti discorsi fatti di chi non conosce nulla della filiera, per molti dei prodotti che troviamo sugli scaffali il prezzo della materia prima è inifluente, parliamo di cereali, legumi, prodotti derivati dalla frutta (succhi, confetture). Discount e i prodotti a marchio del supermercato abbassano il prezzo strozzando i le aziende con un sistema di aste al ribasso.
penso invece che Saucer abbia preso in pieno il problema
Se il contadino non accetta determinato prezzo al ribasso, comprano dalla Tunisia.
Se mettessero dei dazi anche alla Tunisia, ti faccio vedere come i nostri contadini riuscirebbero a gestire meglio il tutto.

BORSE84 R-OH
04-10-2019, 12:11
Qualche anno fa ricordo di aver visto un servizio inchiesta (non ricordo di quale programma) che raccontava di come la grande distribuzione affossi i margini di guadagno dei produttori di frutta/verdura, con tanto di interviste di ex-contrattatori, veri e propri strozzini con il compito di chiudere contratti di fornitura alle condizioni del marchio rappresentato, spesso rendendo negativo il guadagno di chi produce la materia prima (te lo pago meno di quanto costa a te produrlo).

saucer
04-10-2019, 13:45
Soliti discorsi fatti di chi non conosce nulla della filiera, per molti dei prodotti che troviamo sugli scaffali il prezzo della materia prima è inifluente, parliamo di cereali, legumi, prodotti derivati dalla frutta (succhi, confetture). Discount e i prodotti a marchio del supermercato abbassano il prezzo strozzando i le aziende con un sistema di aste al ribasso.

Hai ragione, non conosco il settore, quindi non posso permettermi di affermare sentenze su un settore che non conosco.

L'unica esperienza che ho, è data da un tempo di soggiorno passato presso un "distributore" di frutta, legumi, pasta, ortaggi.

Durante questo mio soggiorno, riuscii a sentire chiaramente che a loro conveniva acquistare legumi, ortaggi e frutta dall'estero.
Quando chiesi perchè non utilizzavano quelli del loro paese, mi dissero che era più redditizio vendere all'estero i prodotti DOC della loro terra e di vendere in Italia quelli importati.

Dopotutto, come il "made in italy" ( dove basta etichettare e confezionare un capo per dire che è italiano ), anche nel campo alimentare, bisogna controllare la provenienza della materia prima, perchè il "confezionato in Italia" non significa che stai mangiando la materia prima italiana, ma che la fabbrica o il deposito è in Italia e quindi le varie bandierine italiane messe per "accalappiare" un cliente...beh...lascio ai posteri giudicare il valore di quelle aziende.

Loading