PDA

Visualizza la versione completa : LVM-MiniHT


marco@linuxbox
11-07-2003, 22:41
Supponendo che abbiate seguito uno schema come il mio, ovvero una partizione di grandi
dimensioni dedicata all'LVM, non vi rimane che fare due semplici passi:

a)lvextend -L XM /devmyvg/dati_lv
b)resize_reiserfs /dev/myvg/dati_lv

Se state usando un fs ext3 allora dovrete smontare LV prima di ridimensionare!

Se invece avete finito proprio lo spazio ad disposizione sul LVM no problema,
basta ingrandire il VG in modo da poter ampliare ancora LV!
Per fare questo basta avere a disposizione un'altra partizione, anche su
un'altro hard disk con la quale creare un'altro PV ed ingrandire poi il LV dati_lv!

Poniamo il caso di avere a disposizione 4GB su /dev/hde7:

# fdisk /dev/hde

E cambiate il tipo come visto prima!

# pvcreate /dev/hde7

# vgextend myvg /dev/hde7

Ora potete aumentare lo spazio come visto sopra!!

7) Rifiniture:

In generale non c'è nulla da fare, fatto quanto spiegato sopra tutto dovrebbe
fungere, anche se io nell'uso del sistema dopo aver sistemato il LVM ho notato
dei piccoli problemi nel caricamento dei sistemi.

7.1) Moduli all'avvio:

Più precisamente nel caricamentodi due moduli.
Infatti si ripresenta per una ventina di volte il seguente messaggio:

modprobe: Can't locate module block-major-43
modprobe: Can't locate module block-major-7

leggendo il file /usr/src/linux/Documentation/devices.txt vedo che quei moduli
corrispondono ai seguenti:
43 -->isdn4linux
43 -->network block devices (/dev/nb0)
7 --> virtual console capture device (/dev/vcs)

se non usati editare il file aggiungendo /etc/modules.conf:
alias block-major-43 off
alias block-major-7 off

7.2) File di configurazione:

In Slack 9.0 il sistema LVM viene inizializzato al boot, e precisamente trovate
le linee nel file
/etc/rc.d/rc.S
........
# Initialize the Logical Volume Manager.
# This won't start unless /etc/lvmtab is found, which is created by /sbin/vgscan.
# Therefore, to use LVM you must run /sbin/vgscan yourself the first time.
if [ -r /etc/lvmtab ]; then
# Mount /proc early (it's needed for vgscan):
/sbin/mount -a -t proc
# Scan for new volume groups:
/sbin/vgscan
if [ $? = 0 ]; then
# Make volume groups available to the kernel:
/sbin/vgchange -ay
fi
fi
......

7.3) Diskdrake:

In MDK c'è una piccola chicca è costituita da diskdrake, provate a lanciarlo dopo
aver configurato LVM:

# diskdrake

Vedete come tutto è trasparente, diskdrake vede il nostro LV come una vero e proprio
device!!!!

Inoltre file /etc/rc.d/rc.sysinit le linee seguenti permettono di inizializzare LVM
al boot
...........
# LVM initialization
if [ -f /etc/lvmtab -a ! -e /proc/lvm ] ; then
modprobe lvm-mod >/dev/null 2>&1
fi
if [ -e /proc/lvm -a -x /sbin/vgchange -a -f /etc/lvmtab ]; then
action "Setting up Logical Volume Management:" /sbin/vgscan && /sbin/vgchange -a y
fi

# Start up swapping. #we don't do encryted swap now since
# (pixel) it was done between setting keytable and setting hostname
# but it can't be done before "vgchange -a y",
# which can't be done before "vgscan" (which writes to /etc/lvmtab)
# which can't be done before re-mounting rw /
action "Activating swap partitions: " swapon -a -e

progress 5
...........

7.4) Montare il file system LVM:

Ovviamente potete decidere di montare a mano il LV oppure inserire una linea in fstab:

/dev/mmvg/lvdati /mnt/lvm reiserfs defaults 1 2

8) Strategie d'uso:

8.1) Unire + partizioni come fossero una sola:

Senza andare a toccare la tabella delle partizioni!!
Stavolta lo facciamo con ext3 per accontentare tutti!

# pvcreate /dev/hde7 /dev/hde9 /dev/hde10
pvcreate -- physical volume "/dev/hde7" successfully created
pvcreate -- physical volume "/dev/hde9" successfully created
pvcreate -- physical volume "/dev/hde10" successfully created

# vgcreate myvg /dev/hde7 /dev/hde9 /dev/hde10
vgcreate -- INFO: using default physical extent size 32 MB
vgcreate -- INFO: maximum logical volume size is 2 Terabyte
vgcreate -- doing automatic backup of volume group "myvg"
vgcreate -- volume group "myvg" successfully created and activated

# lvcreate -L 4100M -n dati_lv myvg
lvcreate -- rounding size up to physical extent boundary
lvcreate -- doing automatic backup of "myvg"
lvcreate -- logical volume "/dev/myvg/dati_lv" successfully created

mke2fs -j /dev/myvg/dati_lv
mke2fs 1.32 (09-Nov-2002)
Filesystem label=
OS type: Linux
Block size=4096 (log=2)
Fragment size=4096 (log=2)
529056 inodes, 1056768 blocks
52838 blocks (5.00%) reserved for the super user
First data block=0
33 block groups
32768 blocks per group, 32768 fragments per group
16032 inodes per group
Superblock backups stored on blocks:
32768, 98304, 163840, 229376, 294912, 819200, 884736

Writing inode tables: done
Creating journal (8192 blocks): done
Writing superblocks and filesystem accounting information: done

This filesystem will be automatically checked every 26 mounts or
180 days, whichever comes first. Use tune2fs -c or -i to override.

# tune2fs -c 0 -i 0 /dev/myvg/dati_lv
tune2fs 1.32 (09-Nov-2002)
Setting maximal mount count to -1
Setting interval between check 0 seconds

bash-2.05b# df -h
Filesystem Size Used Avail Use% Mounted on
/dev/hdg8 3.4G 2.1G 1.1G 66% /
/dev/hde1 2.9G 2.0G 1.0G 66% /mnt/win_c
/dev/hde5 1.9G 1.7G 352M 83% /mnt/win_d
/dev/hdg13 1.2G 509M 742M 41% /mnt/home
/dev/hdg7 6.8G 4.6G 1.9G 71% /data
/dev/myvg/dati_lv 4.0G 330M 3.4G 9% /mnt/datilvm

8.2) Istallare un sistema su LVM:

Un'altra applicazione che ritengo molto valida è quella di installare un intero
sistema su partizioni LVM, immaginate quando avete finito lo spazio per /usr non
dovete far altro che aggiungere spazio!!!!

Al momento questa tematica esula dal tema del Mini HowTo, inoltre non ho ancora
provato, comunque non temete presto proverò ed allora un'altro MiniHowTo sarà
d'obbligo!!

9) Rimuovere tutto:

Se per qualche motivo non siete soddisfatti potete rimuovere tutto senza lasciare
traccia, m attenti ai dati, recuperateli prima!!

# lvremove /dev/vgdati/lvdati

# vgremove /dev/vgdati
vgremove -- ERROR: can't remove active volume group "vgdati"

# vgchange -a n /dev/vgdati
vgchange -- volume group "vgdati" successfully deactivated

# vgremove /dev/vgdati
vgremove -- volume group "vgdati" successfully removed

# vgscan
vgscan -- reading all physical volumes (this may take a while...)
vgscan -- "/etc/lvmtab" and "/etc/lvmtab.d" successfully created
vgscan -- WARNING: This program does not do a VGDA backup of your volume group

Ora non vi rimane che riportare le partizioni al tipo standard linux, ma questo
potreste farlo anche durante un'istallazione, sempre che abbiate intenzione di farne
una. Altrimenti fdisk è uno strumento potentissimo!! ^_^

10) Avanzate:

10.1) Backup con LVM:

Nella documentazione che ho citato all'inizio è riportato un esempio, ben comprensibile,
di come fare un backup con LVM (Taking a Backup Using Snapshots), sfruttando il meccanismo
degli snapshot, anche questo purtroppo è una cosa che non ho avuto tempo di provare!
Alla prossima!

11) ChangeLog:

V 0.1 Prima stesura, Uso privato.
V 0.2 Correzioni varie


______________________________________

11/07/2003

Marcarelli Marco <marcarelli80@libero.it>
Interamente scritto con Emacs 21.2.93

EOF

francofait
11-07-2003, 23:04
Inserito fra i tutorial . ;) ;) ;) :dottò:

marco@linuxbox
11-07-2003, 23:10
Ne ho uno su GAG!!

GAG Mini-HowTo

By Marcarelli Marco <marcarelli80@libero.it>

Version v0.3

----------------------------
Mini-HowTo Passo-Passo su come istallare e configurare il Boot Manager GAG.
----------------------------

1)Disclaimer & Copyright

La procedura che andrò ad esporre non è di per se particolarmente pericolosa,
ma poichè si andrà ad agire sul MBR (leggi Master Boot Record) dell' HDD è
sempre consigliabile la massima prudenza nell'eseguire le operazioni.

Quanto descritto nel presente documento a funzionato perfettamente per
l'autore ma potrebbe non essere altrettanto vero per alcuni di voi,
quindi qualsisasi uso da parte vostra delle seguenti informazioni è da
considerarsi a vostro rischio e pericolo.

ATTENZIONE

Prima di iniziare assicuratevi di avere i dischi di boot, o di avvio o come li
volete chiamare, degli OS installati sulla macchina!

Questo documento è CopyLeft, copiate, migliorate più che potete!!

Potete rivolgere qualsiasi domanda all'autore, a patto che non sia troppo
ovvia (leggi "la risposta è contenuta in questo stesso documento") o
troppo difficile (ovviamente sto scherzando!!!)

2)Introduzione

In questo scritto darò per scontato che abbiate un minimo di conoscenze sul
sistema di Boot di un PC, compreso il modo di avviare più sistemi operativi
tramite alcuni noti Boot Loader come Lilo e Grub.

2.1)Cos'è GAG:

GAG non è un BootLoader, bensì un BOOT MANAGER.Ovvero vi permette di caricare
altri BootLoader installati nelle partizioni root( / ) dei vostri OS.

Per ulteriori approfondimenti vi rimando alla documentazione in lingua inglese
del programma, o ad altri HowTo più completi!!

2.2) Versione di GAG:

Al momento questa è la versione che ho reperito su Internet:
4.01 all'indirizzo: <http://www.rastersoft.com/gageng.htm>

2.3)Perchè GAG:

Ebbene si se anche voi come me amate istallare molte distribuzioni linux, e
poi configurate svariati kernel, allora vi serve un BootManager, per evitare
di dover riavviare la distro xxx solo per aggiornare il lilo anche se avete
configurato un kernel per la distro yyy!!!

3)Pocedura di istallazione:

Non c'è niente di più semplice che istallare GAG, come vedrete tra breve,
infatti basta realizzare un semplice floppy e con esso fare il boot.
Vi guiderò anche attraverso la configurazione che è un pò più complessa.

Indicherò ora i passi da me compiuti riferendomi ovviamente al mio sistema

HardDisk hde
OS Win98ME hde1
HardDisk hdg
OS MDK9.1 hdg1
Slack

Prima di iniziare vi guiderò alla preparazione del floppy, decomprimete il
file .zip preso da internet con un programma qualsiasi di compressiopne
(tar, ark, file-roller ...):

marco@linubox:~$ tar -zxvf nomefile.zip temp
marco@linubox:~$ cd temp/
marco@linubox:~/temp$ fdformat /dev/floppy
marco@linubox:~/temp$ dd if=disk.dsk of=/dev/floppy bs=512 count=2880

Fatto!

3.1) Passo Uno:

Fatevi anche voi un bello schemino come quello sopra, soprattutto se avete
un sistema complicato come il mio o anche di più!!

3.2) Passo Due:

Avviate un OS, uno qualsiasi, l'unica cosa è che NON deve essere quello dal
quale partono gli altri, o meglio sul quale è istallato il lilo che fa
partire tutto!!

Quindi nel mio caso ho avviato la MDK.

marco@linuxbox:~$ su
password
root@linubox:~# emacs /etc/lilo.conf // o con qualche altro editor

Modificate il lilo.conf di questa distro in modo ...
... vedo qualcuno di voi perplesso ... come me quella volta che ...
... non ho trovato il lilo istallato, poiche non lo avevo istallato in fase
di istallazione!!! No problema andate a vedere la sezione "Problemi"!
Ora avanti forza e coraggio.
Dicevo modificate il lilo.conf in modo che slack sia l'unica distro presente e
fate si che il lilo venga istallato non sull'MBR, ma nella partizione di root
(/) della distro quindi hde8 nel mio caso!!
ATTENZIONE Se non volete attendere i canonici 5 sec senza alcuna scelta
commentate le linee prompt e timeout!!!!!!

Ora da root:

root@linuxbox:~# lilo -v

Se tutto è andato bene riavviate.

3.3) Passo Tre:

Ripetete l'operazione per gli altri OS o distro ricordandovi di
lasciare per ultimo la distro che gestisce il lilo, nel mio caso la Deb.
N.B.:Quando toccherà infine a questa nel lilo lasciate solo il riferimento
alla suddetta distro, commentate gli altri, se non volete cancellarli!!

3.4) Passo Quattro:

ATTENZIONE
Questa è la fase più delicata poichè andremo a lavorare per la prima volta con
GAG!! Finora avete fatto delle semplici operazioni di routine!!

Inserite il floppy nel drive e riavviate la macchina!!

Partirà dal floppy il programma di istallazine di GAG, vi si presenteranno 4
opzioni:
leggi le istruzioni,
leggi le FAQ,
Leggi la licensa,
Istalla GAG.

Leggere le istruzioni e le FAQ non fa affatto male, anche se c'è questo
documento che vi aiuta.

Premete quindi il pulsante 4 e procediamo con una schermata che vi chiede che
tastiera avete, la nostra tastiera italiana è una qwerty (dal nome delle prime
lettere della prima riga!), quindi procediamo con la scelta della lingua, e
qui spero proprio che non vi serva un aiuto!

L'istallazione è finita!
Vi troverete ora davanti alla schermata che presto diventerà famigliare ma
ancora dobbiamo compiere il più del lavoro!!

3.5) Passo Cinque:

Questa semplice schermata prevede due opzioni che però presto diventeranno
quante i vostri OS.
Premete quindi C ed andiamo a configurare GAG.
Se avete seguito passo passo le mie indicazioni dei precedenti passi dovrete
fare poche semplici operazioni. Basterà infatti che aggiungiate alla lista
del menu principale tanti bottoni quanti sono i vostri OS, semplicemete
selezionando la partizione che contiene l'OS.
Premete quindi il tasto A e ricordate la tabella che dovreste aver fatto,
ebbene è giunto il momento di tirarla fuori! Con questa tabella non dovreste
avere difficoltà a riconoscere quale partizione è occupata dai vostri OS.
Una volta scelta la parizione scegliete un nome, o descrizione, e poi vi verrà
chiesta una password per proteggere l'accesso al sistema.
Infine una simpatica nota di colore scegliete per ognuno un'icona, et voilà
il gioco è fatto!!

3.6) Passo Sei:

Ecco ora la fase finale, bisogna infatti salvare le modifiche fatte e provare
ma ecco sorgere in voi il dubbio "e se poi qualcosa non va?".
Nienete paura GAG vi permette di salvare il lavoro fatto su un floppy per
provarlo e fare quanti tentativi volete, e poi finalmente scrivere l'MBR.

Al menu principale della configurazione scegliete F salvate su floppy e
riavviate il PC.
Se tutto funziona potete riprendere la configurazione e premere H in modo che
il vostro MBR venga scitto!!

FINITO

4) Problemi:

Spero per voi che non incontriate alcun problema ma se così non fosse:

4.1) Dove reperire GAG?

Io già l'ho scritto ma ripetere aiuta perciò: <http://www.rastersoft.com/gageng.htm>

4.2) Lilo non c'è? Cosa faccio?

Smplicemente istallalo usando uno qualsiasi dei tool a disposizione rpm, urpmi,
apt-get, oppure in modalità grafica un qualsiasi tool!
Poi riprendi l'istallazione di GAG dal punto 3.2.

4.3) Non parte uno degli OS?

E' un ipotesi molto remota, ma se dovesse accadere controlla prima di tutto di
aver indicato a GAG la partizione giusta su cui trovare un BootLoader.
Poi subito dopo controlla di aver dato il comando lilo -v!
Nessuno rida, è successo anche a me, potresti averlo dimenticato, e quindi GAG
non trova alcun BootLoader a cui appoggiarsi.

4.4) Se ho due HDD su cui ho istallati più OS?

Non ho potuto verificare neanche questo al momento, ma dalle istruzioni sembra
molto facile anzi facilissimo!!

4.5) Se ho più di 9 OS?

Allora penso proprio che dovrai trovare un altro BootManager, ho sentito che
esiste un loader "XOSL" che riesce a caricare 39 OS su sei diversi HDD,
pensi possa bastare!?!

5) Suggerimenti e Trucchi:

5.1) Leggi la documentazione allegata al programma!

5.2) Proteggere gli OS con Password:

E' un passaggio che ti viene chiesto automaticamente da GAG, che personalmente
trovo superfluo, ma potrebbe piacere ai maniaci della sicurezza.

5.3) Proteggere il PC da malintenzionati:

Premetto che non sono un maniaco ossessivo della sicurezza, ma apprezzo le
infinite possibilità che ci sono nei sistemi linux di mettere il sistema al
sicuro. Ecco perche ho pensato a questo sistema.

Hai mai pensato quanto possa essere facile per un malintenzionato inserire nel tuo PC spento un ploppy di boot (MS-DOS) e dare fdisk \MBR !?!
Ebbene con GAG puoi difendere il tuo PC!
Basta che cambi la sequenza di boot del PC in C;A;CDROM (o C;CDROM;A), e proteggere con password il pulsante "avvia da floppy"!!!!

6) ChangeLog:

V 0.1 Prima stesura, Uso privato.
V 0.2 Correzioni varie
V 0.3 Aggiunta Introduzione, Problemi e questa sezione

______________________________________

20/01/2003

Marcarelli Marco <marcarelli80@libero.it>
Interamente scitto con Emacs 21.2.1

EOF

francofait
11-07-2003, 23:22
Riaggiornato il Limk , quando hai qualcos'altro di nuovo , accodalo qui , così facciamo prima.

marco@linuxbox
14-07-2003, 20:02
OPSSSSSSSS I° parte dell HowTo


Logical Volume Manager Mini-HowTo

Di Marcarelli Marco

marcarelli80@libero.it

Ver 0.2 10/07/2003

--------------------------------

Come utilizzare in pochi semplici passi
un utilissimo strumento come LVM.

Ovvero come gestire in modo molto efficiente
lo spazio disco a nostra disposizione.

--------------------------------

1)Disclaimer & Copyright:

La procedura che andrò ad esporre non è di per se particolarmente pericolosa,
ma poichè si andrà ad agire sulla tabelal delle partizioni degòi HDD è
sempre consigliabile la massima prudenza nell'eseguire le operazioni, senza
contare un minimo di dimestichezza con i comandi che si va ad utilizzare, nel
dubbio un sano "man nomecomando" non è proprio da sconsigliarsi!!

Quanto descritto nel presente documento a funzionato perfettamente per
l'autore ma potrebbe non essere altrettanto vero per alcuni di voi,
quindi qualsisasi uso da parte vostra delle seguenti informazioni è da
considerarsi a vostro rischio e pericolo.

Questo documento è CopyLeft, copiate, migliorate più che potete!!

2)Introduzione:

Quanto scritto di seguito è stato testato dall'autore su Slack9.0, MDK9.1
e Debian Woody3.0, per altre distro come RH e soprattutto Suse non posso
garantire, anche se ad esempio Suse offre un ottimo supporto tramite Yast.
In questo scritto darò per scontato che abbiate un minimo di conoscenze
riguardanti il partizionamento, la gestione dei dischi con fdisk, una
certa dimestichezza con tool per manipolare il file system come mke2fs o
mkreiserfs.
E' ovvio che dovreste avere un minimo di informazioni su cos'è LVM, e
soprattutto su cosa volete fare, ovvero che abbiate un idea abbastanza
chiara di cosa andare a realizzare. Questo implica che abbiate una certa
idea sul/sui vostri hard disk ed il loro partizionamento.

2.1)Cos'è LVM:

Al momento questa è una guida pratica e, come suggerito nell'introduzione,
spero che già abbiate un idea di cosa sia LVM.

2.2)Perchè LVM:

Per non avere problemi di spazio su disco che finisce, aggiungendo spazio
al volo alle vostre partizioni contenenti dati!

2.3)Documentazione:

Innazitutto il link della Documentazione letta da me :

<http://tldp.org/HOWTO/LVM-HOWTO> *(sul sito del LDP, è in inglese!)

Poi c'è qualcosa nella documentazione allegata la Kernel Linux, ma ho notato
che è abbastanza datata:

/usr/src/linux/Documentation/LVM-HOWTO

3)Situazione di partenza:

Assumerò che abbiate un sitema linux istallato e funzionante con un kernel
della serie 2.4.x (in modo che abbiate LVM compreso nei sorgenti del kernel).
Gli odierni dischi hanno dimensioni talmente grandi che spesso nel decidere
come partizionare il disco, magari per consentirci di istallare due distro
linux, si incontrano delle difficoltà.
Ebbene Immagino che abbiate dello spazio disco non allocato, o anche una o più
partizioni già fatte, ma libere!!

4)Preparazione del sistema:

Allora prima di tutto vediamo se il nostro sistema è già a posto, oppure se
c'e da fare qualche piccola operazione preliminare.
Innanzitutto vediamo quali moduli del kernel sono caricati:

# lsmod | less

Se non c'è lvm-mod provate a caricarlo :

# modprobe lvm-mod

Se tutto va bene allora non c'è problema, ci rimane solo da inserire il modulo
nella lista dei moduli da caricare al boot, altrimenti c'è da fare una compilazione
del kernel, quindi procuratevi i sorgenti e compilate un kernel con il supporto lvm.
Io ho provato ad usare LVM su una Slack9.0 ed una MDK 9.1, sulla prima è tutto
pronto, sulla seconda invece ho dovuto caricare il modulo ed aggiungerlo poi nel
file /etc/modules e poi istallare lvm, ovvero il pacchetto che fornisce a livello
user-space le utility per lavorare con LVM:

# urpmi lvm (* nota: io ho aggiunto le fonti da internet
<http://plf.zarb.org/~nanardon/urpmiweb.php#third>)

Per Debian ovviamente apt-get è uno strumento insuperabile:

# apt-get install lvm

Ora dovrete verificare che il vostro kernel abbia il supporto per il file system
che avete scelto per realizzare il vostro LVM, quindi solite lsmod/modprobe.

Nota: Vi faccio notare che la scelta di un fs journaled è altamente consigliato,
anche se non strettamente necessario. Inoltre se segliete un fs ReiserFS o XFS
avrete una serie di vantaggi che vedremo più avanti!
Fatte queste semplici operazioni dovrebbe essere tutto pronto per il prossimo
passo, quindi iniziamo ...

N.B.: Ogni volta che introduco un comando un bel man nomecomando è consigliato!

5) Creiamo un LV:

Poniamo il caso più semplice e banale di un sistema così formato:

/dev/hdg1 / 698M 423M 275M 60% MDK9.1
/dev/hdg5 /usr 3.4G 2.1G 1.1G 66% MDK9.1
/dev/hdg6 /home 1.2G 509M 742M 41% MDK9.1
/dev/hdg7 swap
/dev/hdg8 / 3.4G 2.1G 1.1G 66% Slack9.0
/dev/hdg10 N.A. 11.3G Spazio non assegnato per LVM

Andremo ad usare /dev/hdg10 per realizzare un LVM dove stipare i nostri dati!!

5.1) Primo Passo:

# vgscan

Dovete lanciarlo la prima volta in modo che vengano creati nel vostro sistema i file
nelle directory /etc/lvmconf e /etc/lvmtab.d .

5.2) Secondo Passo:

ATTENZIONE: Ora ad operare con fdisk per modificare il tipo della partizione, perciò
attenti a ciò che fate, poichè è questa l'unica operazione durante la quale potreste
addirittura perdere tutti i vostri dati!
QUINDI: in questo passo sarò abbastanza prolisso, per evitarvi guai (sono un santo ^_^)
ora sta a voi stare attenti a non fare danni!!

Prepariamo lo spazio disco per LVM, da root:

#fdisk /dev/hdg

The number of cylinders for this disk is set to 3737.
There is nothing wrong with that, but this is larger than 1024,
and could in certain setups cause problems with:
1) software that runs at boot time (e.g., old versions of LILO)
2) booting and partitioning software from other OSs
(e.g., DOS FDISK, OS/2 FDISK)

Command (m for help): m
Command action
a toggle a bootable flag
b edit bsd disklabel
c toggle the dos compatibility flag
d delete a partition
l list known partition types
m print this menu
n add a new partition
o create a new empty DOS partition table
p print the partition table
q quit without saving changes
s create a new empty Sun disklabel
t change a partition's system id
u change display/entry units
v verify the partition table
w write table to disk and exit
x extra functionality (experts only)

Command (m for help): t
Partition number (1-10):
Hex code (type L to list codes): L
0 Empty 1c Hidden Win95 FA 70 DiskSecure Mult bb Boot Wizard hid
1 FAT12 1e Hidden Win95 FA 75 PC/IX be Solaris boot
2 XENIX root 24 NEC DOS 80 Old Minix c1 DRDOS/sec (FAT-
3 XENIX usr 39 Plan 9 81 Minix / old Lin c4 DRDOS/sec (FAT-
4 FAT16 <32M 3c PartitionMagic 82 Linux swap c6 DRDOS/sec (FAT-
5 Extended 40 Venix 80286 83 Linux c7 Syrinx
6 FAT16 41 PPC PReP Boot 84 OS/2 hidden C: da Non-FS data
7 HPFS/NTFS 42 SFS 85 Linux extended db CP/M / CTOS / .
8 AIX 4d QNX4.x 86 NTFS volume set de Dell Utility
9 AIX bootable 4e QNX4.x 2nd part 87 NTFS volume set df BootIt
a OS/2 Boot Manag 4f QNX4.x 3rd part 8e Linux LVM e1 DOS access
b Win95 FAT32 50 OnTrack DM 93 Amoeba e3 DOS R/O
c Win95 FAT32 (LB 51 OnTrack DM6 Aux 94 Amoeba BBT e4 SpeedStor
e Win95 FAT16 (LB 52 CP/M 9f BSD/OS eb BeOS fs
f Win95 Ext'd (LB 53 OnTrack DM6 Aux a0 IBM Thinkpad hi ee EFI GPT
10 OPUS 54 OnTrackDM6 a5 FreeBSD ef EFI (FAT-12/16/
11 Hidden FAT12 55 EZ-Drive a6 OpenBSD f0 Linux/PA-RISC b
12 Compaq diagnost 56 Golden Bow a7 NeXTSTEP f1 SpeedStor
14 Hidden FAT16 <3 5c Priam Edisk a8 Darwin UFS f4 SpeedStor
16 Hidden FAT16 61 SpeedStor a9 NetBSD f2 DOS secondary
17 Hidden HPFS/NTF 63 GNU HURD or Sys ab Darwin boot fd Linux raid auto
18 AST SmartSleep 64 Novell Netware b7 BSDI fs fe LANstep
1b Hidden Win95 FA 65 Novell Netware b8 BSDI swap ff BBT
Hex code (type L to list codes): 8e

Command (m for help):w
The partition table has been altered!
The kernel still uses the old table.
The new table will be used at the next reboot.
Syncing disks.

Se il disco su cui lavorate è quello su cui è istallato il sistema dovrete riavviare
(Winzoz docet ;)) altrimenti se operate su un disco che non è di sistema potete continuare!

5.3) Terzo Passo:

Ok ora tutto è veramente pronto per iniziare, andiamo quindi ad eseguire le prime vere
operazioni:

# pvcreate /dev/hdg10
pvcreate -- physical volume "/dev/hdg10" successfully created

Laconico ma significativo!! Abbiamo creato un Volume Fisico.

5.4) Quarto Passo:

#vgcreate myvg /dev/hdg10
vgcreate -- INFO: using defoult physical extent size 4MB
vgcreate -- INFO: maximux logical volume size is 255.99 Gigabyte
vgcreate -- doing automatic backup of volume group "myvg"
vgcreate -- volume group "myvg" successfully created and activated

Ancora una volta tutto è filato liscio, se volete saperne di più c'è il comando

# vgdisplay /dev/myvg

Esatto ora mmvg è stato posto sotto /dev ed è visto come un dispositivo!

5.5) Quinto Passo:

Creiamo ora un logical volume:

#lvcreate -L 2000M -n dati_lv myvg

Adesso provate a dare il seguente comando:

# lvdisplay /dev/myvg/dati_lv

5.6) Sesto Passo:

Ora formattiamo il volume logico, utilizzando un filesystem di vostro gradimento,
io ho scelto ReiserFS, e prima di tutto dovete controllare il supporto del vostro
kernel per il fs scelto, oltre ovviamente ai tool per modificare tale filesystem.
Con Slack non ho avuto problemi, mentre con MDK e Debian ho dovuto istallare
i tool per ReiserFS tramite i tool della distribuzione, urpmi o apt-get!

Ora che tutto è a posto :

# mkreiserfs /dev/myvg/dati_lv

5.7) Settimo Passo:

Montiamo il logica volume appena creato e godiamoci i frutti di tanto duro lavoro:

# mkdir /mnt/dati_lv
# mount /dev/myvg/dati_lv /mnt/dati_lv

Ed osserviamo quanto fatto:

# df -h

Noterete i 33MB occupati da Reiser per il journal!!

6) Utilità del LVM:

E' un pò che state scaricando ogg e divx dalla rete,per non contare il vari software
scaricati dalla rete, e state stipando tutto nella nuova partizione. Non ci vorrà molto
perchè riempiate tutto lo spazio che avevate predisposto (soli due Giga!) così andiamo
ora ad ampliare la partizione, avete capito bene, andiamo ad aumentare lo spazio a nostra
disposizione!

6.1) Aumento della dimensione di un LV:

osiryx
14-07-2003, 20:06
ehehehehe......mi sembrava strano......ora correggo la raccolta

andy caps
07-11-2004, 03:54
.

Loading