PDA

Visualizza la versione completa : [copyleft] un esperimento di sito con licenza libera


mordente
09-06-2004, 22:30
ciao ragazzi.
sto tentando di partecipare anch'io al mondo free e open source (così non facciamo torto a nessuno) in prima persona. sono un utente slackware "felice" (e chi conosce linux capirà di cosa parlo, credo) e mi sembra doveroso ricambiare almeno un po' lo sforzo di tutta la comunità.
venendo al sodo, ho come hobby la programmazione web e ho a disposizione un sito internet personale. ho deciso di mettere nel copyright una sorta di licenza open. ve la riporto:

<<
[nomesito] è un sito no-profit realizzato a scopo di divulgazione che si propone di far conoscere quanto più possibile la città di Sulmona e il comprensorio della Valle Peligna.
I contenuti sono rilasciati a tutti i visitatori seguendo il modello delle licenze libere. Sei quindi libero di copiare e usare i materiali di [nomesito], elettronicamente o in forma cartacea, richiedendo però il nostro esplicito consenso. Per ottenere l'autorizzazione basta scriverci una e-mail. I tuoi obblighi sono: citare gli autori, [nomedegliautori], l'indirizzo del sito, [nomesito], e non apportare alcuna modifica ai materiali, tranne se esplicitamente approvata via e-mail. Tutti i contenuti e le foto non possono essere in ogni caso utilizzati per fini commerciali ma solo per siti personali, divulgativi o no-profit e dovranno essere messi a loro volta a disposizione di tutti tramite le stesse modalità sopra descritte.
>>

lo so, lo so. non è veramente libera perché chiedo l'esplicito consenso da parte mia, (però mi impegno a darlo senza problemi, forse lo renderò più esplicito se non si capisce). inoltre non ho dato la libertà di modificare l'opera (come previsto nella FDL per esempio). ho previsto però la viralità.
si tratta di qualche precauzione (se esce un mio testo sul sito del mio concorrente o su uno a luci rosse? tutto è possibile) e allo stesso tempo un modo (sono curioso!) per conoscere quanti faranno richiesta (ammesso che a qualcuno sia utile il materiale del mio sito ovviamente!). infine è ancora un po' di freno mentale.
più che altro il mio è un modo per contribuire, nel mio piccolo e con il poco tempo a disposizione, alla divulgazione dell'idea del copyleft. ho previsto infatti un ampliamento della pagina che diventerebbe una sorta di articolo introduttivo sulle licenze libere e sul mondo linux. perché secondo me l'ostacolo non è tanto la complessità di linux quanto la mentalità delle persone e divulgare è fondamentale.

contributi (come migliorarla? manca qualcosa?), critiche e quant'altro sono ben accolte.

ps: scusate la lunghezza!
:ciauz:

andy caps
09-06-2004, 22:44
:quipy: non mi senbra proprio liberissimo

se con linux per utilizzare una jpeg si dovesse fare una trafila del genere pe installarlo ci vorrebbe una segretaria che si occupa di comunicare al tutti gli sviluppatori l'utilizzo del proprio software

comunque non ci vedo niente di male a rilasciare una licenza del genere

/dev/null
09-06-2004, 22:45
Mi pare una buona iniziativa :)
Però non mi pare del tutto open...
Secondo me sarebbe migliore se non ci fosse l'obbligo di chiede il permesso (se no dove sta l'open? Anche qualcosa closed puoi usarlo se hai il permesso per farlo), inoltre dovresti dare il permesso di modificare il materiale preso (uno dei più grandi vantaggi dell'opensource e' proprio il fatto che da un lavoro ne può nascere e crescere uno diverso/migliore... Pensa se la RedHat non avesse dato il permesso di modificare il codice: non esisterebbe Fedora, Mandrake, l'italiana MadeInLinux e tutte le altre)...

:ciauz:

mordente
09-06-2004, 23:25
ok.
sulla richiesta di autorizzazione sono d'accordo con voi, è un po' troppo onerosa. provvedo a modificare la licenza. Scriverò soltanto che mi farebbe piacere ricevere un'email (del tutto facoltativa stavolta!) da chi utilizza il materiale. questo per avere un minimo di feedback con i miei visitatori.

per la libertà di modifica non sono però così convinto.
anche nella FDL c'è la possibilità per l'autore di evitare le modifiche. un testo scritto secondo me è una cosa diversa da un software. il codice può essere migliorato, adattato, evoluto. il testo invece è una elaborazione fortemente personale. se c'è un errore di grammatica ok, però non voglio che qualcuno modifichi l'interpretazione o il tono piuttosto che il ritmo (che non è cosa trascurabile se ci pensate). ci può essere qualcuno che scrive qualcosa che non condivido dicendo alla fine che è tratto dal mio sito (dove c'è scritto tutt'altro in tutt'altro tono). oppure scrive in maniera sgrammaticata. il lettore può andare alla fonte e controllare, ma siamo sicuri che lo farà? oppure scrive in maniera sgrammaticata.
non so se sono stato chiaro, però credo sia giusto avere un minimo di controllo in questo caso.

grazie mille x l'aiuto! domani sera vi posto la nuova versione (se vi interessa).

maiosyet
09-06-2004, 23:37
Puoi dire che il testo puo' essere modificato ma bisogna comunque portare un riferimento al testo originale :)

mordente
10-06-2004, 22:46
<<<
.... I contenuti sono rilasciati a tutti i visitatori seguendo il modello delle licenze libere. Sei quindi libero di copiare e usare i materiali [specificherò che si tratta di foto e testi] di [.....], elettronicamente o in forma cartacea. Ci farebbe piacere, ma solo facoltativamente, ricevere una tua e-mail a titolo informativo. In cambio dovrai obbligatoriamente (1) citare gli autori, [....], (2) l'indirizzo del sito, [.....], e (3) non apportare alcuna modifica ai materiali, tranne se esplicitamente approvata via e-mail.... >>>

più o meno suonerà così. ancora devo raffinarla ma non ho avuto tempo oggi.

x maiosyet: il riferimento al testo originale è già contenuto negli obblighi (devi citare l'indirizzo, gli autori, ecc...)
forse però non ho capito bene cosa mi suggerisci.

saluti!
:ciauz:

arcobalenos
10-06-2004, 23:15
imho è closed

/dev/null
10-06-2004, 23:57
Concordo con arcobalenos... :quipy:
Il massimo che puoi fare secondo le varie licenze opensource e' mettere l'obbligo di citare la fonto...

D'altra parte, non c'è una legge che ti obbliga a seguire l'opensource... Se per qualche ragione (secondo te più che valida) preferisci non dare la possibilità di modificare il testo non c'è nessuno che possa impedirtelo...
Se invece vuoi proprio che sia opensource non devi obbligare chi prende il testo ad avvisarti e devi dare la piena libertà sulla divulgazione e/o modifica del testo... Al massimo (come ho già detto) puoi obbligare la citazione della fonte.

:ciauz:

mordente
12-06-2004, 17:54
grazie per gli interventi di arcobalenos e /dev/null.
volevo però dirvi che non sono d'accordo con voi: secondo me la licenza che ho proposto è libera.
vi spiego i miei spunti di riflessione:
1. non parlo più di obbligo di notifica o richiesta autorizzazione, ma solo di una cosa facoltativa. gli obblighi sono solo di scrivere il mio nome e il mio sito cioè quello che /dev/null chiama "citare la fonte" (ho solo esplicitato la cosa)
2. lo so che nessuno mi obbliga a rilasciare una licenza libera, ma voglio dare un piccolo contributo anch'io....
3. la definizione "open" secondo me è inadatta. la mia vuole essere una licenza "free", applicata a testi scritti e foto.
vi cito un documento:
<<< Lo scopo di questa licenza è di rendere un manuale, un testo o altri documenti scritti "liberi" nel senso di assicurare a tutti la libertà effettiva di copiarli e redistribuirli, con o senza modifiche, a fini di lucro o no. >>>
è la FDL, versione 1.1 del marzo 2000. non credo che la FSF rilasci licenze non libere!
io do la possibilità di copiare e ridistribuire senza alcun permesso (come da voi caldamente e direi giustamente suggerito): mi sembra una libertà non da poco con i tempi che corrono, fatti di "tutti i diritti riservati" ed equivalenti....
esempio: nessun museo consentirà mai a un webmaster, appassionato di arte, di riprodurre un certo catagolo on-line, anche chiedendo il permesso. invece se scrivi un racconto di viaggio e vuoi corredarlo con qualche foto ma non ne hai, magari perché non possiedi uno scanner, puoi salvarle dal mio e metterle nel tuo racconto scrivendo, nei ringraziamenti o dove vuole, il mio nome e il sito. mi sembra una cosa positiva e non è così oneroso.
inoltre, sempre nella FDL, c'è spiegato esattamente il motivo per cui non sempre è opportuno dare, senza l'esplicito consenso, la possibilità di modificare un testo (a parte che non lo vieto in assoluto, chiedo solo di esserne informato prima). ecco il passo:

<<< In secondo luogo questa licenza prevede per autori ed editori il modo per ottenere il giusto riconoscimento del proprio lavoro, preservandoli dall'essere considerati responsabili per modifiche apportate da altri. >>>

concludendo, visto che la FDL risponde piuttosto bene a quello che vorrei, stavo pensando una cosa nuova: potrei rilasciare direttamente sotto FDL? vi sembra una forzatura? si può fare?
potrei comunque scrivere una parte introduttiva per esemplificare, a chi non abbia voglia di leggerla per intero, le norme basilari della licenza stessa. che ne pensate? conoscete altri siti rilasciati con la FDL? c'è un passo che mi sembra utile:

<<< Ma questa licenza non è limitata alla documentazione del software; può essere utilizzata per ogni testo che tratti un qualsiasi argomento e al di là dell'avvenuta pubblicazione cartacea. Raccomandiamo principalmente questa licenza per opere che abbiano fini didattici o per manuali di consultazione.>>>

la mia è un'opera divulgativa e in un certo senso didattica, quindi potrebbe essere applicabile anche nel mio caso. che ne pensate?
grazie in anticipo per i vostri suggerimenti.

Loading