PDA

Visualizza la versione completa : wlan 108MBps


lo©2002
28-06-2004, 14:01
ciao a tutti,
sto per modernizzare la mia lan con wireless e gigabit. dunque:

1a) il collegamento wlan sarà fra singolo portatile e linux ed avevo quindi pensato ad una soluzione card-card senza access point. pro/contro? so solamente che 'ad hoc' è una soluzione più domestica...
1b) leggendo in giro ho scovato che il chipset maggiormante compatibile con linux è l'atheros, supportato dal driver madwifi
1c) ho trovato inoltre che l'802.11g raggiunge 108MBps e mi ero quindi orientato verso la D-Link AirPremier DWL-AG530 oppure la Netgear WAG311 (entrambe pci con atheros chipset, 802.11a/b/g) che dovrebbero essere riconosciute tranquillamente...

2) per quanto riguarda la sezione wired gigabit ho scovato una intel pro/1000 mt desktop, supportata dall'e1000.o

consigli, proposte e suggerimenti sono altamente graditi, soprattutto per un budget limitato e compatibilità con il pinguino
grazie mille a tutti
:ciauz:

NonnoBassotto
28-06-2004, 20:34
Ciao!
Allora:
1a) Un collegamento "ad hoc" ha il vantaggio di richiedere costi bassi (bastano due schede) e un'organizzazione minima ma, ovviamente, si perde in versatilità ed espandibilità. Se sai già che a breve non dovrai aggiungere altri computer (oppure che non hai la necessità di inserire un router nella mini w-lan), allora la soluzione è (credo) l'unica attuabile. Poi, ovviamente, dipende dalla configurazione del tuo sistema. (Magari il computer con Linux fa già da gateway...)
1b) Lentamente, un po' tutti i principali chipset (che poi, gira e rigira, sono sempre gli stessi) vengono supportati dai vari kernel. Confermo comunque la scelta dell'Atheros.
1c) Per quanto riguarda le velocità, un po' tutte le case hanno implementato (con soluzioni più o meno proprietarie) lo standard 802.11g per arrivare a 108 Mb/s, ma tieni conto di due fattori importanti: per farle andare a quello standard, molto spesso servono due schede della stessa casa (...e fin qui...) ma, soprattutto, velocità di quel tipo sono poco più di uno specchietto per le allodole. Già tenere velocità "decenti" per un 54 Mbps richiede brevi distanze e pochi ostacoli in mezzo... Io non farei troppo affidamento su questa cosa. Orientati sull'802.11g, ma non sperare troppo di andare così veloce.

lo©2002
28-06-2004, 20:56
come prima cosa ciao e grazie mille.
poi, a questo punto ho la necessità di farti qualche altra domanda...

deduco che con l'"ad hoc" al computer linux (che fra l'altro si, fa già da gateway) possa connettersi soltanto un ulteriore pc (che poi sarà un portatile perchè sennò non vedo la convenienza dello wireless) e che quindi i settaggi del collegamento dovranno comprendere indicazioni sull'identità dei pc (altrimenti se entro in casa con 2 portatili chi viene riconosciuto?).
oppure non è così...

secondo per la scelta del chipset, oltre all'atheros ho individuato anche intersil (prism54, prism duette)... insomma, credi che ci sia bisogno di avere preferenze?

infine, senti.
principalmente la distanza fra il gateway linux (ovviamente fisso, accanto ad una parete) e il portatile spesso sarà inferiore ai 4/5 metri, con l'unico intoppo della parete appunto. credi che sia più realistico puntare ai 54MBps e magari pensare di prendere la scheda in funzione del portatile che prenderò?



l'ultimissima cosa, già che ci siamo, che è stato durissimo ottenere pareri.
scheda wired gigabit: netgear ga311 (sembrerebbe non supportata) oppure intel pro/1000 mt desktop (questa sembra di si)? che ne pensi?

bè, purtroppo ringraziarti è tutto quello che posso fare... :bhò: :ciauz:

gigyz
28-06-2004, 23:42
in modalità ad-hoc mi risulta che si possono collegare anche più di due client anche se sinceramente non ho mai avuto occasione di provare, in ogni caso considera che i madwifi non sono completamente open hanno una parte closed io mi butterei sul prismGT ci sono dei driver che supportano anche la modalità ap tipo gli hostap cioè ti permettono di emulare un AP a tutti gli effetti anzi meglio perchè si riescono a fare cose che anche i migliori AP si sognano tipo modalità miste, contemporaneamente bridging e AP mode oppure bridge multipoint to multipoint debug a bassissimo livello insomma tante belle cosette.

NonnoBassotto
29-06-2004, 03:57
Per quanto riguarda l'identificazione, i protocolli di sicurezza che sono stati implementati sono diversi... si va dal semplice controllo dell'indirizzo MAC al WEP (con chiavi da 64, 128, 256 bit) o al WPA.
Se invece preferisci una cosiddetta w-lan "aperta", allora la questione è diversa. Considera che se si tratta di un collegamento domestico, le normali antenne "patch" integrate (o le omnidirezionali) presenti, non hanno un enorme raggio d'azione, quindi se qualcuno volesse entrarti nella rete, anche ammesso che sia completamente "aperta", dovrebbe essere dentro casa tua o al massimo in giardino (wardriving rulez! :sexpulp: ).
Morale: puoi decidere di gestire la tua rete come meglio credi.
Per quello che riguarda il chipset, anche l'Intersil (Globespan Virata) ha fatto belle cose, che si trovano in diversi prodotti anche di marche "minori". Non so bene come sia il supporto di Linux ultimamente, anche perchè mi sembra che qualche tempo fa ci fossero dei problemi... ma dovrebbero essere stati risolti.
Molto spesso l'indecisione si traduce più che altro in esigenze di prezzo o caratteristiche preferite. Le prestazioni in generale sono abbastanza allineate.
Per quanto riguarda la distanza, invece, 4/5 metri non sono molti e una normale tramezza (quindi niente calcestruzzo... il cemento armato, per via della presenza dei tondini di ferro, offre una certa schermatura al segnale a 2.4Ghz) non dovrebbe crearti particolari problemi.
Quello che ti consiglio è di valutare un 54Mbps ma di non fare troppo affidamento sui tanto blasonati 108, perchè molto spesso sono praticamente delle cazzate. Se c'è, puoi sempre provare e cercare di spremere qualcosa in più...

Per la gigabit, mi sembra che la Netgear GA311 sia supportata dal kernel 2.6.6. La Intel non ha problemi e sembra essere abbastanza diffusa... però non le ho provate e non so darti un parere personale...


Originariamente inviato da gigyz
in modalità ad-hoc mi risulta che si possono collegare anche più di due client anche se sinceramente non ho mai avuto occasione di provare, in ogni caso considera che i madwifi non sono completamente open hanno una parte closed io mi butterei sul prismGT ci sono dei driver che supportano anche la modalità ap tipo gli hostap cioè ti permettono di emulare un AP a tutti gli effetti anzi meglio perchè si riescono a fare cose che anche i migliori AP si sognano tipo modalità miste, contemporaneamente bridging e AP mode oppure bridge multipoint to multipoint debug a bassissimo livello insomma tante belle cosette.

Certo, alcune schede si possono anche usare in quel modo ma il fatto che si riescano a fare cose che i normali ap usualmente non sono in grado di fare, è dovuto al fatto che praticamente si utilizza un computer dedicato (e molto spesso viene meno il vantaggio pratico dell'ap). In questo caso, però, non so quanto gli servano...

gigyz
29-06-2004, 11:13
Certo, alcune schede si possono anche usare in quel modo ma il fatto che si riescano a fare cose che i normali ap usualmente non sono in grado di fare, è dovuto al fatto che praticamente si utilizza un computer dedicato (e molto spesso viene meno il vantaggio pratico dell'ap). In questo caso, però, non so quanto gli servano... [/B]

Visto che ha un gateway Linux quindi è sempre acceso... OK che l'ap per il momento non gli interessa e infatti la può usare anche ad-hoc però se poi gli serve può avere qualcosa di meglio di un normale AP, è una possibilità in più per il futuro IMHO valida nel suo caso poi è normale che un AP tradizionale è più versatile e collocabile. Cmq il pc non è dedicato perchè non fa solo quello fa pure altro quindi metti caso che ho un server, router, gateway tanto che lo devo tenere acceso ...

lo©2002
29-06-2004, 12:47
ottimo è ragazzi!
mi avete fatto capire un bel po' di cosette... bè, quasi tutto :tongue:

dunque.... non so se optare per la soluzione con ap oppure per quella ad hoc. considerato che sarà una wlan privata e limitata sia in dimensioni sia per il numero di pc, sembra proprio che, agli effetti esterni, risultino equivalenti... (sempre che entrambe mi permattano la convivenza di wired e wireless, lo ripeto per esserne certo)
mi baserò sui prezzi...

...il settaggio di entrambi poi dovrebbe essere una cosa del genere no?
1) impostare il SSID
2) impostare il CHAN
3) impostare o meno il WEP/WPA/MAC (questo WPA dovrebbe essere nuovo: http://www.securitywireless.info (http://www.securitywireless.info/topic.asp?TOPIC_ID=678&FORUM_ID=7&CAT_ID=2&Topic_Title=Wi%2DFi+ha+una+nuova+sicurezza&Forum_Title=News+FREE) )
4) impostare la modalità

grazie per ora ad entrambi... non ero mai riuscito a raccogliere così tante informazioni sull'argomento...
purtroppo ora non vi libererete facilmente di me... :tongue:

grazie ancora

lo©2002
29-06-2004, 12:56
a, dimenticavo...
magari può essere utile, a me o magari a qualcun altro:
http://www.wireless-italia.com/modules.php?name=News&file=article&sid=550
:ciauz:

NonnoBassotto
29-06-2004, 13:03
Originariamente inviato da gigyz
Visto che ha un gateway Linux quindi è sempre acceso... OK che l'ap per il momento non gli interessa e infatti la può usare anche ad-hoc però se poi gli serve può avere qualcosa di meglio di un normale AP, è una possibilità in più per il futuro IMHO valida nel suo caso poi è normale che un AP tradizionale è più versatile e collocabile. Cmq il pc non è dedicato perchè non fa solo quello fa pure altro quindi metti caso che ho un server, router, gateway tanto che lo devo tenere acceso ...

E' ovviamente soprattutto una questione di scelte personali.
Tutto dipende da come uno struttura la propria rete, cosa vuol ottenere e fin dove vuole spingersi.
Personalmente, se avessi già un computer destinato a determinati compiti (magari non proprio recentissimo), non lo caricherei anche con le funzioni wireless ma, dovendo scegliere in partenza tra una scheda e un ap, mi orienterei sull'ap (se sapessi già di dover espandere la rete wireless)... soprattutto considerando una normale rete "a infrastruttura" (che mi sembra di aver capito potrebbe essere l'evoluzione naturale della sua rete)...
Le possibilità concesse da un sistema basato su una scheda wireless che fornisce solo la sezione radio (mentre di tutto il resto si occupa un computer dedicato) sono molto utili in applicazioni più vaste di una semplice w-lan domestica (si parla addirittura di w-lan cittadine, progetto in cui mi sto cimentando insieme ad alcuni amici...).
Certo, se inizialmente volessi dotarmi di due schede e successivamente mi volessi espandere senza comprarmi anche un ap, allora la questione è diversa.
Concordo con le tue osservazioni, è senza dubbio un'analisi intelligente della situazione.
Se dovessi scegliere io, opterei per una soluzione più "modulare", soprattutto per il fatto che il vantaggio prestazionale, derivante dall'utilizzo di un computer, nel caso di una normale rete domestica è praticamente annullato (tralasciando il fatto che con una scheda singola non hai la possibilità del "diversity"... ma è davvero cosa di poco conto...).

NonnoBassotto
29-06-2004, 13:19
Originariamente inviato da lo©2002

...il settaggio di entrambi poi dovrebbe essere una cosa del genere no?
1) impostare il SSID
2) impostare il CHAN
3) impostare o meno il WEP/WPA/MAC (questo WPA dovrebbe essere nuovo: http://www.securitywireless.info (http://www.securitywireless.info/topic.asp?TOPIC_ID=678&FORUM_ID=7&CAT_ID=2&Topic_Title=Wi%2DFi+ha+una+nuova+sicurezza&Forum_Title=News+FREE) )
4) impostare la modalità


Le impostazioni di base sono veramente semplici, già con la prima "smanettata" troverai sicuramente le opzioni più adeguate.
Per quanto riguarda i protocolli di sicurezza da adottare, considera che utilizzando WEP o WPA avrai un leggero calo di prestazioni e che l'utilizzo o meno di strumenti di codifica avanzati, dipende da vari fattori.
Se uno volesse davvero entrarti, anche impostando il controllo a livello di MAC address e con un WEP con chiave a 256 bit, non ci sarebbero grossi problemi. Il WPA è più recente e più sicuro.
Devi poi considerare i fattori ambientali: mettiti nei panni di qualcuno che volesse sfruttare la tua w-lan e proteggila di conseguenza. Se abiti al 5° piano di un condominio di vecchietti, è difficile che qualcuno ti entri. Certo, meglio stare sempre all'erta, ma valutando dove finisce la reale necessità di sicurezza e dove inizia la paranoia :D


Originariamente inviato da lo©2002
a, dimenticavo...
magari può essere utile, a me o magari a qualcun altro:
http://www.wireless-italia.com/modules.php?name=News&file=article&sid=550
:ciauz:

Sì, avevo letto di qualcosa del genere ancora tempo fa.
Diciamo che orientativamente, la cosa migliore da fare è organizzare una rete "omogenea", in cui venga utilizzato lo stesso chipset, per evitare problemi di sorta.
Ogni casa si prodiga per specificare che in fase di testing non è mai stato riscontrato alcun problema di incompatibilità dei propri prodotti con gli altri in commercio, ma alla fine qualche rogna salta sempre fuori... E meno male che c'è uno standard dietro!

Loading