PDA

Visualizza la versione completa : fare il grande passo da dipendente ad autonomo


netghost
09-02-2005, 13:37
Sto sempre più pensando di diventare un freelance e di aprire partita iva. So che non è un buon periodo per il lavoro e chi ha quello a contratto a tempo indeterminato sarebbe folle a lasciarlo per un lavoro pieno di rischi come quello del freelance.
Nel caso, un grafico che tipo di partita iva dovrebbe aprire? Mi riferisco al tipo di ragione sociale. Non so, c'è un ordine particolare o posso essere paragonato a un artigiano o a un artista?
Devo andare alla camera di commercio o c'è un ordine particolare per i grafici (non solo web)?

danx 3.0
09-02-2005, 13:41
Pure a me interessa. Lavoro da 3 anni e mi sono già scassato di fare il dipendente. :D

netghost
09-02-2005, 13:43
e tu hai pure 22 anni, pensa a me che ne ho 29 e una casa da mantenere

danx 3.0
09-02-2005, 13:44
Fossi nella tua situazione ci penserei moooooolto bene. :fagiano:
Hai clienti grossi che potresti gestirti per i fatti tuoi e che ti paghino un tot al mese..?

GattoBastardo
09-02-2005, 13:46
e' un salto che sto facendo proprio in questo periodo. speriamo bene :fighet:

zio need
09-02-2005, 13:46
Originariamente inviato da netghost
Sto sempre più pensando di diventare un freelance e di aprire partita iva. So che non è un buon periodo per il lavoro e chi ha quello a contratto a tempo indeterminato sarebbe folle a lasciarlo per un lavoro pieno di rischi come quello del freelance.
Nel caso, un grafico che tipo di partita iva dovrebbe aprire? Mi riferisco al tipo di ragione sociale. Non so, c'è un ordine particolare o posso essere paragonato a un artigiano o a un artista?
Devo andare alla camera di commercio o c'è un ordine particolare per i grafici (non solo web)?

a parte che e' un periodo del menga, specie per i piccoli..e comunque senza offesa ti masticano e ti sputano, non hai la cattiveria commerciale per farlo.

n3uro
09-02-2005, 13:49
Originariamente inviato da netghost
Sto sempre più pensando di diventare un freelance e di aprire partita iva. So che non è un buon periodo per il lavoro e chi ha quello a contratto a tempo indeterminato sarebbe folle a lasciarlo per un lavoro pieno di rischi come quello del freelance.
Nel caso, un grafico che tipo di partita iva dovrebbe aprire? Mi riferisco al tipo di ragione sociale. Non so, c'è un ordine particolare o posso essere paragonato a un artigiano o a un artista?
Devo andare alla camera di commercio o c'è un ordine particolare per i grafici (non solo web)?
Cercherei prima di farmi una clientela e farmi conoscere in giro mantenendo il posto da dipendente;una volta che hai più certezze su quale sarà il tuo business puoi anche farlo..io sono per il rischio calcolato.Quando hai debiti sul groppone non puoi permetterti di sbagliare..

netghost
09-02-2005, 13:50
Originariamente inviato da zio need
a parte che e' un periodo del menga, specie per i piccoli..e comunque senza offesa ti masticano e ti sputano, non hai la cattiveria commerciale per farlo. su questo c'hai ragione. ma in ufficio a non fare un cazzo mi sono rotto. almeno fuori posso fare vedere quello che so fare e venire pagato seriamente per la creatività

zio need
09-02-2005, 13:52
Originariamente inviato da netghost
su questo c'hai ragione. ma in ufficio a non fare un cazzo mi sono rotto. almeno fuori posso fare vedere quello che so fare e venire pagato seriamente per la creatività

Sia chiaro che posso sbagliarmi, ma da quel poco che ti conosco mi hai dato questa impressione: di una bravissima persona, ma cattiveria zero. Io rifletterei..anche perche' il momento e' nero, o vai a lavorare con una grande compagnia o sono chezzi

andropoff
09-02-2005, 13:54
Originariamente inviato da netghost
e tu hai pure 22 anni, pensa a me che ne ho 29 e una casa da mantenere

io l'ho fatto 1 anno e mezzo fa...
se non hai MOLTI contatti già avviati, l'inzio è DURO DURO, ad ogni modo devi evere tanta faccia tosta ed un po di culo, perchè la concorrenza è tanta, e il lavoro no.

LE soddisfazioni non sono nemmeno paragonabili a quelle di un dipendente, naturalmente, oltre al fatto che si vive decisamente meglio sapendo di non dipendere + da nessuno.

Io ho trovato un gruppo informatico della zona che mi procura il lavoro...certo che se si vuol fare un attività redditizia a vita, bisogna pensare un po + in grande, infatti tra poco faremo una società, visto che loro trattano hardware e software, per aprire una web agency, avvantaggiati dal fatto che loro hanno già un parco clienti di tutto rispetto.

Speriamo bene...comunque ti auguro buona fortuna...

Loading