PDA

Visualizza la versione completa : forse amori che vanno via


D56
16-02-2005, 17:29
stanotte, lo sferragliare del treno, grazie al vento, arrivava fino alle mie finestre, e anche dalla strada, oltre il cortile, il silenzio era interrotto dal rombo di certe macchine

gente che la notte sta andando da qualche parte, tornando in qualche casa, fuggendo da qualche amore finito

si vive di giorno, ma quando è la svolta, in una vita, quasi sempre attraversi a piedi o in macchina una notte

al mattino forse tutto tornerà normale, ma in bilico, fra le luci di una città che s'allontana, e i fasci gialli dell'autostrada che ti chiama, a volte, non torni più

siete mai stati, quello che è andato via?

seifer is back
16-02-2005, 17:30
è più difficle metter da parte l'orgoglio e tornare, che partire per andarsene..

Teepee
16-02-2005, 17:31
Originariamente inviato da D56


siete mai stati, quello che è andato via?

Un paio di volte e non e` consolante

Blackho
16-02-2005, 17:33
Forse tu volevi chiedere: "Hai mai lasciato? Che ore sono?"

7keys
16-02-2005, 17:38
Io si e di solito lo faccio di corsa :stordita:

mame01
16-02-2005, 17:39
D56 mi da sempre lo spunto giusto



stanotte, lo sferragliare del treno, grazie al vento, arrivava fino alle mie finestre, e anche dalla strada, oltre il cortile, il l'ubriacone di turno svegliava, al canto di ROSE ROSSE, tutto il vicinato circostante, inviando un impulso a qualche mondo extraterrestre e a gente che la notte sta andando da qualche parte, tornando in qualche casa, fuggendo da qualche amante, schiavi di un palo danzante posto al centro di un locale.

si vive di giorno o per lo meno si pensa di vivere, ma quando è la svolta, in una vita, quasi sempre attraversi a piedi o in macchina una notte, e stai sicuro che nel 90% dei casi trovi un posto di BLOCCO e tu sei totalmente UBRIACO d'amore, cosa che va ad incidere sull'etilometro allo stessa maniere di un buon bicchiere di CHIVAS

al mattino forse tutto tornerà normale, o almeno la camera da letto riacquiestera le sue proporzioni standard, ma in bilico, fra le luci di una città che s'allontana, e i fasci gialli dell'autostrada che ti chiama, a volte, non torni più, e quando non torni più son cazzi amari per quelli che avanzavano dei soldi da te.


rispondendo seriamente:
si sono stato a volte colui che aspettava il ritorno di quella figura, e sono stato a volte quello che imboccava la strada per allontanarsi, e sono stato una volta COLUI che ritornava con il l'orgoglio sotto le scarpe ed una nuova rinnovata energia

D56
16-02-2005, 17:40
carissimi, confesso qui pubblicamente la mia disonestà di vecchia volpe del forum: la domanda l'ho messa perchè se no è un thread descrittivo che nessuno risponde (giustamente), per cui in fondo mi piace descrivere la notte, per semplice vezzo estetizzante

comunque, lasciare è sempre triste, ed io preferisco di gran lunga esser lasciato, perchè il vuoto senza colpa è uno spazio nuovo, tutto da vivere daccapo, una pagina bianca, bella intonsa

figaro
16-02-2005, 17:42
L'ultima parola l'ha sempre e comunque il mio commercialista.

Teepee
16-02-2005, 17:44
Originariamente inviato da figaro
L'ultima parola l'ha sempre e comunque il mio commercialista.

Ma ciao bel giovine :smack:

n@z
16-02-2005, 17:45
Originariamente inviato da figaro
L'ultima parola l'ha sempre e comunque il mio commercialista.
Non era l'avvocato? :master:

Loading