PDA

Visualizza la versione completa : Accanimento terapeutico o amore?


sustia
18-03-2005, 12:05
Vedendo questa notizia
http://www.repubblica.it/2005/c/sezioni/esteri/mileut/stacca/stacca.html
mi viene sempre il dubbio come si possano dire queste cose, dette da Bush poi..

George Bush: "ci sono interrogativi gravi e dubbi di sostanza, la nostra società, le nostre leggi e i nostri tribunali dovrebbero avere una presunzione a favore della vita"...
"chi vive alla mercè di altri merita particolare cura e preoccupazione"...
"nostra cura e preoccupazione come nazione costruire una cultura della vita" e che questa cultura della vita "in cui ogni americano è valutato, benvenuto e protetto" dovrebbe "estendersi a individui disabili".

Mi piace il fatto che dice "ogni americano" e non "ogni uomo".
Ma io dico, 15 anni di sofferenze non bastano?
Anche il marito vuole staccare la spina (http://www.repubblica.it/2005/c/sezioni/esteri/mileut/mileut/mileut.html).

taddeus
18-03-2005, 12:20
Io non capisco l'opinione dei cattolici.
Contrari a 'staccare la spina' ma pronti a dire che solo Dio possa darci/levarci la vita.

mothersmilk
18-03-2005, 12:22
Originariamente inviato da taddeus
Io non capisco l'opinione dei cattolici.
Contrari a 'staccare la spina' ma pronti a dire che solo Dio possa darci/levarci la vita.

Io li capisco.
Ma a fronte di disgrazie simili dovrebbe essere lasciata libertà al tutore legale di decidere.

sustia
18-03-2005, 12:24
Originariamente inviato da taddeus
Io non capisco l'opinione dei cattolici.
Contrari a 'staccare la spina' ma pronti a dire che solo Dio possa darci/levarci la vita.
No, il fatto è che vorrei sapere secondo loro cosa possa essere definito vita.
15 anni come un vegetale non credo proprio.

ZaMM
18-03-2005, 13:13
C'è di "bello" che probabilmente, proprio in quanto vegetale, non dovrebbe nemmeno soffrire.
Non vedo il fine di tenere in "animazione sospesa" un corpo, sia chiaro.

sustia
18-03-2005, 13:15
Originariamente inviato da ZaMM
C'è di "bello" che probabilmente, proprio in quanto vegetale, non dovrebbe nemmeno soffrire.

Ma non credo manco sia tanto vero..le piaghe da decubito, giusto per fare un esempio, non penso non provochino sofferenza.

ZaMM
18-03-2005, 13:16
Originariamente inviato da sustia
Ma non credo manco sia tanto vero..le piaghe da decubito, giusto per fare un esempio, non penso non provochino sofferenza.
Scusami, se non c'è il cervello funzionanate, con cosa dovrebbe sentire dolore?

DeBe99
18-03-2005, 13:23
si dice che nessuno abbia il diritto di negare la vita a qualcuno, ma credo anche che nessuno abbia il diritto a negare la morte.

sustia
18-03-2005, 13:24
Originariamente inviato da ZaMM
Scusami, se non c'è il cervello funzionanate, con cosa dovrebbe sentire dolore?
Il discorso è vedere quale parte non è funzionante, non penso non lo sia in toto.

galz
18-03-2005, 13:26
La parte che mi ha sconvolto è che ...nnooooo... non possiamo ucciderla, niente "dolce morte"!!! Barbari!!! Ma farla morire di fame e sete sì.. questa è civiltà... :madai!?:

Loading