PDA

Visualizza la versione completa : Perchè rifondazione comunista...


vificunero
28-04-2005, 18:23
...è contraria alla costituzione europea? :fagiano:

seifer is back
28-04-2005, 18:24
andrebbe vista.. forse perchè prevarica l'ottima che abbiamo?

agiaco
28-04-2005, 18:25
Perchè è troppo blanda, troppo sbilanciata verso il mercato e poco verso il sociale.

In pratica istituisce una zona di libero scambio e di unità monetaria ma non garantisce livelli sociali elevati per tutti i membri.

Per la Lega è troppo, per PRC troppo poco in due parole.

vificunero
28-04-2005, 18:35
Originariamente inviato da agiaco
ma non garantisce livelli sociali elevati per tutti i membri.



Oltre all'economia sociale di mercato, allo sviluppo sostenibile, al progresso sociale, alla piena occupazione, il combattere l'esclusione sociale e la discriminazione garantendo la protezione sociale cosa dovrebbe esserci? :fagiano:

vificunero
28-04-2005, 18:35
Originariamente inviato da seifer is back
andrebbe vista.. forse perchè prevarica l'ottima che abbiamo?

In cosa? :fagiano:

Sergiao
28-04-2005, 18:38
Originariamente inviato da vificunero
In cosa? :fagiano: la nostra costituzione tutela il sociale, andrebbe solo rispettata...

vificunero
28-04-2005, 18:41
Originariamente inviato da Sergiao
la nostra costituzione tutela il sociale, andrebbe solo rispettata...

anche quella europea lo fa :fagiano: o no?

agiaco
28-04-2005, 18:45
Originariamente inviato da vificunero
Oltre all'economia sociale di mercato, allo sviluppo sostenibile, al progresso sociale, alla piena occupazione, il combattere l'esclusione sociale e la discriminazione garantendo la protezione sociale cosa dovrebbe esserci? :fagiano:

Una costituzione definisce gli equilibri politici, economici e sociali di una nazione. Indica una soglia di diritti essenziali garantiti a tutti i cittadini. Disegna l'architettura costituzionale di uno stato. Contrappesa e bilancia i poteri in gioco in poche norme chiare. Fa quello che fa la nostra Costituzione o quella francese o tedesca.

Questo di cui si parla non è una costituzione ma un trattato economico con qualche spruzzata di buone intenzioni in campo sociale, è lunghissimo, scritto coi piedi, non assomoglia neanche alla costituzione. Però approvato questo chissà per quanti decenni gli stati membri si riterranno soddisfatti. Questo trattato e la sua approvazione allontanano dalla nascita di una vera costituzione europea.

vificunero
28-04-2005, 18:49
Originariamente inviato da agiaco
Una costituzione definisce gli equilibri politici, economici e sociali di una nazione. Indica una soglia di diritti essenziali garantiti a tutti i cittadini. Disegna l'architettura costituzionale di uno stato. Contrappesa e bilancia i poteri in gioco in poche norme chiare. Fa quello che fa la nostra Costituzione o quella francese o tedesca.
.

Ma l'unione europea non è una nazione come l'Italia o la Germania. E' un soggetto politico un po' particolare ma sicuramente diverso dallo stato tradizionale (si pensi anche solo alla mancanza dell'elemento del territorio).
A me pare piuttosto neutra come costituzione, non noto questo eccesso di liberismo economico.

agiaco
28-04-2005, 18:56
Originariamente inviato da vificunero
Ma l'unione europea non è una nazione come l'Italia o la Germania. E' un soggetto politico un po' particolare ma sicuramente diverso dallo stato tradizionale (si pensi anche solo alla mancanza dell'elemento del territorio).
A me pare piuttosto neutra come costituzione, non noto questo eccesso di liberismo economico.
Il punto è questo.
A parte che io l'eccesso di liberismo lo vedo, se già oggi Bruxelles strepita se l'Italia paga 2000 euro di multa quote-latte ad un allevatore vicentino perchè altrimenti il suo collega ungherese è svantaggiato, quello che a noi serve è capire cosa vogliamo fare.
Se vogliamo un'area di libero scambio al mondo ne esistono decine con organismi più enelli e mOLTO meno costosi di quelli di bruxelles.
Se vogliamo, come pare, un organismo che possa, come oggi, bloccare o annullare le leggi di uno stato membro, le sentenze dei suoi giudici, spiccare mandati d'arresto e imporre sanzione in nome di un piccolo ma determinato nucleo di diritti condivisi all'interno dell'Unione )pur salvaguardando in parte l'autonomia degli stati), occorre metterdi d'accordo su questo piccolo nucleo.
Oggi il 95% degli interventi censuratori della UE riguarda violazioni al libero mercato, alla concorrenza....Ma questi sono gli unici valori che abbiamo in comune in 25? Il rispetto della dignità umana, del lavoro, della vita, dell'infanzia, non meriteranno mai una procedura d'infrazione?

Loading