PDA

Visualizza la versione completa : Evviva le case discografiche


silverwings
05-05-2005, 17:41
Quando vedo le dichiarazioni degli "artisti" e le riunioni del governo per combattere la piaga della pirateria on-line mi girano davvero. Perchè forse nessuno si è accorto che i ladri di musica sono proprio loro che hanno impacchettato un'arte per fare il grano.

Qualcuno sa dirmi perchè un cd deve cosstare 20 €? Da dove salta fuori questa cifra tenuto conto che agli artisti danno quasi nulla e la produzione del supporto ottico e la conseguente distribuzione ha costi miseri. Perchè le case discografiche monopolizzano gli artisti dicendoli cosa fare, cosa dire e come vestirsi? Il fine non è per fare più soldi possibili?

Questa è arte e cultura o solo un giro d'affari, sappiamo tutti che se alla radio trasmettono una canzone 50 volte al giorno e un'altra solo una è più facile che la gente compri quella da 50. E si potrebbe dire molto altro tipo le radio vengono pagate per trasmettere determinate canzoni più delle altre?

whitefox
05-05-2005, 17:50
Originariamente inviato da MasterLibe
La storia è sempre quella: le case discografiche tengono i prezzi alti giustificandoli con la pirateria; gli utenti piratano gistificandosi con i prezzi alti. Nessuna delle due categorie mi sembra voler trovare una soluzione decente, perché la scusa è sempre buona.


teoricamente l'unica sarebbe smettere di piratare cd :bhò:

Nuvolari2
05-05-2005, 18:02
Originariamente inviato da MasterLibe
La storia è sempre quella: le case discografiche tengono i prezzi alti giustificandoli con la pirateria; gli utenti piratano gistificandosi con i prezzi alti. Nessuna delle due categorie mi sembra voler trovare una soluzione decente, perché la scusa è sempre buona.

Non concordo al 100%... i prezzi alti c'erano già prima di Internet... e la pirateria, che pure esisteva anche prima di internet non era agli attuali livelli. Eppure i prezzi grosso modo sono sempre rimasti belli pompati.

Interessante notare come un titolo in dvd di discreto successo ("le quattro piume") sia regolarmente venduto con profitto di tutti (dal produttore al negoziante), a 3,5 euro (tre virgola cinque euro) in edizione "minimizzata".
Certo è in una custodia semplice (plastica sottile), certo è senza contenuti speciali... però.... vuoi mettere il prezzo?

E come si spiega allora che un semplicissimo cd (meno costoso del dvd), senza contenuti speciali, senza rimasterizzazioni video digitali, senza costi di produzione paragonabili a quelli di un film.... costi 15 o 20 euro ?

E poi i danni cagionati dalla pirateria non li stanno già tamponando con la tassa sui supporti vergini?

Per come la vedo io, il torto è piuttosto evidente... e pende principalmente da una sola parte...


Ps. ah dimenticavo... non vedo cantanti morti di fame in giro, non vedo penuria di nuovi artisti che si affacciano sulla scena (non meno di tanti anni fa), non vedo case discografiche che chiudono i battenti.

Vedo invece il costo di un cd, aggirarsi all'equivalente di quasi mezza giornata di lavoro di un impiegato medio... mi pare normale che poi uno ci pensi 10 volte prima di comprare un cd che ad andar bene contiene la canzone di grido del momento, più 6 o 7 tracce spesso del tutto anonime di contorno.

afer
05-05-2005, 18:05
Originariamente inviato da whitefox
teoricamente l'unica sarebbe smettere di piratare cd :bhò:
Teoricamente...

Anche le assicurazioni, teoricamente, un paio di anni fa erano favorevoli alle patenti a punti e dispostissime a premiare i guidatori più diligenti... Mentre sappiamo tutti che continuano a truffarci allegramente!

Nuvolari2
05-05-2005, 18:07
Originariamente inviato da afer
Teoricamente...

Anche le assicurazioni, teoricamente, un paio di anni fa erano favorevoli alle patenti a punti e dispostissime a premiare i guidatori più diligenti... Mentre sappiamo tutti che continuano a truffarci allegramente!

altro argomento interessante... :unz:

afer
05-05-2005, 18:11
Originariamente inviato da Nuvolari2
altro argomento interessante... :unz:
http://forum.html.it/forum/showthread.php?s=&postid=7774300#post7774300

:D

Sergiao
05-05-2005, 18:14
Originariamente inviato da Nuvolari2
Ps. ah dimenticavo... non vedo cantanti morti di fame in giro, non vedo penuria di nuovi artisti che si affacciano sulla scena (non meno di tanti anni fa), non vedo case discografiche che chiudono i battenti.
sappi che i cantanti guadagnano molto, ma dalle tourneè, dalla vendita dei cd ci ricavano altri, se il cantante arriva a prodursi allora è un balordo se mette i cd allo stesso prezzo...

seifer is back
05-05-2005, 18:16
ve l'immaginate uno che si fa fare la copia di un picasso per tenerla in casa e debba pagare i diritti a picasso.. a me vien da ridere quando associano la parola artista ad un cantante.

Sergiao
05-05-2005, 18:16
Originariamente inviato da MasterLibe
Oh no, guarda. I cantanti guadagnano bene anche dalle vendite. ah ok, io comunque parlo per quello che so, ma in verità non è che ne sia così certo :)

Sergiao
05-05-2005, 18:18
Originariamente inviato da seifer is back
ve l'immaginate uno che si fa fare la copia di un picasso per tenerla in casa e debba pagare i diritti a picasso.. a me vien da ridere quando associano la parola artista ad un cantante. vabbè, un compositore è un artista, solo che di un pittore vuoi vedere dal vivo i tratti reali del suo pennello, mentre dell'artista basta ascoltare le note! perciò non regge il confronto secondo me...

Loading