PDA

Visualizza la versione completa : Questione di esperienze vissute


TeoB
08-05-2005, 00:50
Ho un'amica che è stata lasciata un paio di giorni fa dal ragazzo con il quale stava insieme da due mesi.

Non so...dovrei anche farmi i cazzi miei, ma lei dice di rimanerci male male, di essere triste, eppure esce tranquillamente con gli amici, si svaga, scherza, come se non fosse successo nulla.
Questa sera mi ha detto che facendo così per lo meno non pensa e non è triste.

La mia risposta è stata: "Probabilmente non sei innamorata quanto pensi, e quindi hai ancora la forza di svagarti" senza voglia di fare polemica, e senza voglia di fare il gradasso.
Lei si è incazzata, mi ha mandato a fanculo (magari ha fatto anche bene), dopo avermi dato la prova di aver travisato totalmente il mio discorso ha detto che devo pesare meglio le mie parole. Ma mi pareva di essere stato chiaro e di non aver detto nulla di offensivo, semplicemente perchè quando mi ha mollato la mia ragazza, non mi bastava andare con i miei amici per sentirmi meglio. :fagiano:

Federiconet
08-05-2005, 00:53
Ognuno reagisce in maniera diversa :bhò:

TeoB
08-05-2005, 00:57
Originariamente inviato da Federiconet
Ognuno reagisce in maniera diversa :bhò:

Come ho detto a lei, non pretendo che tutti reagiscano allo stesso modo, ma permetti che nella mia testa fa fatica ad entrare una cosa del genere...cioè, mi fa veramente strano sentirla.

Memole
08-05-2005, 01:00
A mio vedere non si dovrebbero mai misurare i sentimenti degli altri ne tanto meno lo si dovrebbe fare valutando da quanto positivamente (o no) si riesce a reagire ad un abbandono.

L'autolesionismo non misura ne l'amore ne il dolore.

Gren
08-05-2005, 01:08
Se avessi visto me dopo l'interruzione di due anni di convivenza ti ricrederesti assolutamente. Semplicemente, credo ci sia chi pensa che l'amore così come arriva possa anche andarsene, senza troppi drammi e piagnistei.
Che uno possa provare una grande delusione o essere dispiaciuto in maniera pesante è un discorso, che la vita debba finire, anche solo temporaneamente, perchè non si è in grado di accettare una cosa assolutamente naturale e "normale" come un distacco, per quanto doloroso, è un altro.
Comunque, a parte le mie convinzioni, ognuno sarà ben libero di gestire le proprie emozioni e sentimenti come crede, no? Le precedenti motivazioni servivano solo a dirti che se proprio dovessi dare un giudizio, come tu hai fatto, troverei molto più intelligente l'atteggiamento della tua amica, piuttosto che il tuo. :zizi:

dvds
08-05-2005, 01:10
fanno ridere anche me... "odddioooooomihalasciatomoriròcomefaròacontinuarela miamiserabilevita:cry::cry::cry::cry: .....




ah, andiamo in piscina che l'abbronzatura sta partendo? :zizi: "

:dottò:

TeoB
08-05-2005, 01:11
Originariamente inviato da Memole
L'autolesionismo non misura ne l'amore ne il dolore.

Forse l'amore no, ma il dolore sì.

Non ho voglia di mettermi a raccontare quello che ho passato io in quei mesi (poi per fortuna siamo tornati insieme), ma anche adesso, vivendo a distanza e vedendoci ogni 2 mesi per un weekend è veramente dura. Mi fa perdere la voglia di fare un sacco di cose, pure alcune volte di uscire con gli amici, e per questo mi risulta strano vedere gente che non soffre minimamente la lontananza, o per lo meno, che non lo da a vedere. Non so, sarà perchè mi baso su me stesso e su quello che ho vissuto, però penso che minimo ti debba sentire proprio male male, quando vieni lasciato da chi ami veramente tanto.

TeoB
08-05-2005, 01:13
Originariamente inviato da Gren
Le precedenti motivazioni servivano solo a dirti che se proprio dovessi dare un giudizio, come tu hai fatto, troverei molto più intelligente l'atteggiamento della tua amica, piuttosto che il tuo. :zizi:

Lo penso anche io. Ma probabilmente non è l'intelligenza che comanda in questi casi. :fagiano:

Memole
08-05-2005, 01:13
Originariamente inviato da TeoB
Forse l'amore no, ma il dolore sì.


e chi ha detto che se senti male devi anche punirti per questo?

Gren
08-05-2005, 01:15
Originariamente inviato da TeoB
Forse l'amore no, ma il dolore sì.

Supposizione priva di fondamento, se stai parlando di qualcuno diverso dalla tua persona. Posso esserne sicuro, almeno quanto lo sono del fatto che tu non possa nemmeno immaginare quanti modi ci possano essere per esternare, metabolizzare o cancellare il dolore.

Loading