PDA

Visualizza la versione completa : Il sonno del giusto.


Brenz
14-05-2005, 14:20
Stava dormendo, da almeno quattro anni, il sonno del giusto e sognava.
L'avevano risvegliato di colpo, nel pieno di un consiglio dei ministri, le voci concitate dei suoi generali che blateravano di recessione, di stagnazione, di PIL in caduta libera. Doveva essere come stare in una stiva di quei vecchi velieri che traversavano l'oceano alla conquista di un lembo di terra, il fasciame ormai fradicio faceva entrare acqua salata a ettolitri e i topolini impazziti squittivano intuendo la fine ingloriosa del loro viaggio.
"Silvio, fai qualcosa!!" gli aveva gridato Siniscalco, destandolo definitavamente dal suo sogno italiano. Lì per lì non aveva capito, intronato dalla lacca e la vista offuscata dal retino per i capelli sceso sugli occhi aveva palpato il culo a Tremonti scambiandolo per Veronica. Tremonti aveva gradito, facendo però notare che il suo padano posteriore non era bene demaniale come una spiaggia libera qualsiasi e che comunque lo avrebbe condonato per il gesto ardito.
Dopo essersi pettinato e aver riposto il rastrello di fianco al trono si alzò sui tacchi realizzando finalmente di trovarsi a palazzo Chigi. "Bene, sono Presidente del Consiglio, non stavo sognando" son state le sue prime parole. "Il Milan cosa ha fatto?" son state le seconde. "Presidente siamo in finale di Champions League" si era premurato Letta "ma non è questo il problema. Siamo in piena fase di recessione, stiamo con l'acqua alla gola" aveva buttato fuori di un fiato.
"Lo sapevo!" aveva sbottato Silvio "Chiamami Capello e Galliani, non possiamo finire in B mentre ci apprestiamo ad affrontare una finale di Champions!".
I topolini appolaiati sugli scranni con i pantaloni arrotolati alle ginocchia si guardarono sgomenti. Fini cercava disperatamente di accendere l'ultima Merit completamente bagnata; Buttiglione deglutiva terrorizzato all'idea di tornare a Bruxelles; Baccini sconsolato avrebbe voluto essere in Music Farm a trombarsi Dolcenera; Calderoli si chiedeva quanta polenta taragna potesse entrare in una valigia; Martino con voce strozzata urlava "Invadiamo San Marino!"; la più tranquilla era la Prestigiacomo che approfittava dell'acqua alle caviglie per un pediluvio rilassante prima di darsi lo smalto.
Letta fece ricorso a tutte le sue forze e sparò con voce stentorea: "Presidente, Il problema non è il Milan ma l'Italia!".
"O cribbio!" esclamò Silvio finalmente illuminato "Ma abbiamo di nuovo Zoff allenatore degli azzurri?".
Non sentì la risposta, si era già riaddormentato.

http://www.disegnopposto.com/pastrugni/14-05-05recessione.jpg

jsmoran
14-05-2005, 14:29
Putroppo questo pezzo è stupendo.

GattoBastardo
14-05-2005, 14:33
Originariamente inviato da jsmoran
Putroppo questo pezzo è stupendo.

gia'!

s|n3
14-05-2005, 14:36
Originariamente inviato da jsmoran
Putroppo questo pezzo è stupendo.

parole sagge.
stai invecchiando.

jsmoran
14-05-2005, 14:37
Originariamente inviato da s|n3
stai invecchiando. Ho già smesso di invecchiare molto tempo fa. :zizi:

s|n3
14-05-2005, 14:38
Originariamente inviato da jsmoran
Ho già smesso di invecchiare molto tempo fa. :zizi:

sei morto? :master:

seifer is back
14-05-2005, 14:51
Dalla stiva un rumore fortissimo destò nuovamente il presidente. erano le urla dello prigioniero bossi, rinchiuso e incatenatto al suo delirio. L'atmosfera era lugubre e ciò lasciava perplesso il cavaliere, che resosi conto appieno delle facce cupe intorno a lui esclamò "ho capito volete una barzelletta: allora.." l'unico col coraggio di interromperlo fu suo figlio piersilvio "papi ha rotto le palle, qua dobbiamo fare qualcosa" queste parole così arroganti scuoterono il premier che disse "ma come ti permetti di parlare così a tuo padre?" "ma papà ho 36 anni ormai!!" la notizia sconvolse berlusconi "36??? ma non dovevi morire a 33?" la cosa lo turbò non poco, alcune sue certezze irremovibili stavano lentamente sfaldandosi. Decise di ricorrere all'ultima arma disponbile e chiamò Sir George "Papison" bush. "George sono silvio ho bisogno di te" "silvio basta con questi comunisti, te l'ho già detto, l'ultimo comunista esistente si trova in un laboratorio 50 km sotto il livello del mare, nell'aria 51, e lo teniamo solo per ricerca." ciò non bastò acalmare berlusconi. ora la gravità della faccenda iniziava a pesargli, non era possibile che l'italia andasse male, c'era lui al timone. era per forza l'informazione faziosa. ebbe un idea "licio, dobbiamo appropriarci di tutti i mezzi d'informazione, è questa l'unica mossa da fare.!! sono un genio" col suo sorriso a 485 denti. Gelli, allentandosi il nodo alla cravatta, sudando copiosamenter "ehmm.. silvio lo abbiamo già fatto e da diversi anni." il volto del cavaliere ebbe un guizzo, un rantolio e cadde nuovamente nell'oblio........

nillio
14-05-2005, 15:01
Azz ... se fossi arrivato un po' prima avresti potuto dare una mano :(

marruz
14-05-2005, 16:12
e dire che fino a poche ore fa c'era "solo un po' di stagnazione"

robalzi
14-05-2005, 16:19
Brenz, te lo ripeto: contatta un po' di quotidiani e proponiti come umorista. Ascolta un cretino. :stordita:

Loading