PDA

Visualizza la versione completa : [Paranoico] Cronaca di un compleanno metallaro


Ja]{|e
29-05-2005, 15:30
Premesso che ho ricordi vaghi di ieri sera :zizi: c'erano non so quanti ettolitri di sangria e duefrigoriferi + cinque casse di birra.

Era la festa di 18 anni di mio fratello il quale, essendo batterista, frequenta solo gente del suo stampo.

Eravamo nella mia casa di campagna (che poi ormai è paese), e c'erano centocinquanta persone davanti la porta, altri sparsi per casa, sopra i mobili, sulle sedie, sui lampadari, dentro, fuori e attorno.

C'erano alcuni amici di mio fratello che suonavano, o almeno ci provavano a quanto erano sbronzi, però c'era quella massa di gggiovani che pogava da paura mentre io tentavo di portare via mia madre che si ostinava a ballare con loro. Immaginate cos'è successo mentre suonavano "I cento passi" dei Modena City Ramblers :zizi:

Quando hanno finito di suonare (cioè, metter note a caso) c'è stato il taglio della torta, e mia mamma per le foto andava cercando uno che era dietro casa che stava fumando, e l'abbiamo acchiappata al volo prima che ci arrivasse.

Poi il diggiei ha messo su i Dream Theater, e lì c'è stato il delirio :D

Però mi sono sentita un po' vecchia: li vedevo, i maschietti nei loro jeans sformi, e le magliette dei Pantera o dei Sepultura, le ragazze con i pinocchietti quadrettati e le Converse di tanti colori e di varie forme, capelli tagliati strani, orecchini, borchie e collane borchiate; mentre io ero nel mio jeans attillato, scarpetta col tacco elegantina, maglietta sistemata e camicetta trasparente sbriluccicosa. Le uniche quattro ragazze vestite nel mio stile erano le "snob" della classe, le uniche che si autoghettizzavano e non si divertivano affatto :(

Quand'ero più ggiovane, avrei voluto uscire con gente come mio fratello e i suoi amici, ma ai tempi nel mio paese eravamo io, il tastierista di mio fratello e il chitarrista di mio fratello, mentre mio fratello faceva ancora il dj tunzettaro, ad ascoltare un po' di metal... ma loro erano troppo impegnati con la tecnica, si passavano le giornate a suonare per migliorare la tecnica.

NOI abbiamo portato il metal nel mio paese, NOI abbiamo fatto conoscere i Dream Theater alle nuove generazioni, NOI abbiamo diffuso il sacro verbo. E ora loro ci stanno rubando tutto il divertimento che non abbiamo mai avuto :(

jonnym78
29-05-2005, 15:32
:incupito: viddani


:yuppi: :smack:

Ja]{|e
29-05-2005, 15:34
Originariamente inviato da jonnym78
:incupito: viddani


:yuppi: :smack:

volevo nascere cinque anni più tardi :cry:

morphia_s_waltz
29-05-2005, 15:42
Originariamente inviato da Ja]{|e
Premesso che ho ricordi vaghi di ieri sera :zizi: c'erano non so quanti ettolitri di sangria e duefrigoriferi + cinque casse di birra.

Era la festa di 18 anni di mio fratello il quale, essendo batterista, frequenta solo gente del suo stampo.

Eravamo nella mia casa di campagna (che poi ormai è paese), e c'erano centocinquanta persone davanti la porta, altri sparsi per casa, sopra i mobili, sulle sedie, sui lampadari, dentro, fuori e attorno.

C'erano alcuni amici di mio fratello che suonavano, o almeno ci provavano a quanto erano sbronzi, però c'era quella massa di gggiovani che pogava da paura mentre io tentavo di portare via mia madre che si ostinava a ballare con loro. Immaginate cos'è successo mentre suonavano "I cento passi" dei Modena City Ramblers :zizi:

Quando hanno finito di suonare (cioè, metter note a caso) c'è stato il taglio della torta, e mia mamma per le foto andava cercando uno che era dietro casa che stava fumando, e l'abbiamo acchiappata al volo prima che ci arrivasse.

Poi il diggiei ha messo su i Dream Theater, e lì c'è stato il delirio :D

Però mi sono sentita un po' vecchia: li vedevo, i maschietti nei loro jeans sformi, e le magliette dei Pantera o dei Sepultura, le ragazze con i pinocchietti quadrettati e le Converse di tanti colori e di varie forme, capelli tagliati strani, orecchini, borchie e collane borchiate; mentre io ero nel mio jeans attillato, scarpetta col tacco elegantina, maglietta sistemata e camicetta trasparente sbriluccicosa. Le uniche quattro ragazze vestite nel mio stile erano le "snob" della classe, le uniche che si autoghettizzavano e non si divertivano affatto :(

Quand'ero più ggiovane, avrei voluto uscire con gente come mio fratello e i suoi amici, ma ai tempi nel mio paese eravamo io, il tastierista di mio fratello e il chitarrista di mio fratello, mentre mio fratello faceva ancora il dj tunzettaro, ad ascoltare un po' di metal... ma loro erano troppo impegnati con la tecnica, si passavano le giornate a suonare per migliorare la tecnica.

NOI abbiamo portato il metal nel mio paese, NOI abbiamo fatto conoscere i Dream Theater alle nuove generazioni, NOI abbiamo diffuso il sacro verbo. E ora loro ci stanno rubando tutto il divertimento che non abbiamo mai avuto :(


Che storia triste... :cry: :cry:

bakuryu
29-05-2005, 15:52
foto

Ja]{|e
29-05-2005, 15:58
Originariamente inviato da bakuryu
foto

:( nel delirio si è persa la macchina fotografica, mio fratello per ora è in campagna a cercarla

taddeus
29-05-2005, 16:19
Originariamente inviato da morphia_s_waltz
Che storia triste... :cry: :cry:
gia', da sporcarsi il pannolone :biifu:

Sex Bombolo
29-05-2005, 16:51
http://www.francocalifano.it/foto/fotoinizio.jpg

Tutto il resto è noia...

Ja]{|e
29-05-2005, 16:52
che palle che siete :sonno: era una storia vera, seria, triste e rifessiva

--LO--
29-05-2005, 16:53
Originariamente inviato da Ja]{|e
:( nel delirio si è persa la macchina fotografica, mio fratello per ora è in campagna a cercarla

persa... :stordita: sicura?

Loading