PDA

Visualizza la versione completa : Perche’ votare sì?


Ja]{|e
09-06-2005, 16:17
Perche’ votare sì?

leggi la legge 40 di febbraio 2004 e fatti la TUA idea

1-Art.1 comma 1: la presente legge assicura i diritti di tutti i soggetti coinvolti
NON E’ VERO, NON TI FARE PRENDERE IN GIRO!
La legge nega tassativamente il diritto alla salute, sia alla donna che si sottoponga alla fecondazione assistita, sia a suo figlio, che potrà risultare malato (ne sarà contento e ti ringrazierà, da grande, sempre che ci arrivi, a nascere e a diventare grande!), nonostante la possibilità di poter selezionare, tra gli embrioni, quelli sani; nega anche la speranza di poter ottenere, in un prossimo futuro, la possibilità di curare malattie a tutt’oggi incurabili e sempre più frequenti…pensa che un giorno i tuoi figli e i tuoi nipoti e pronipoti non verranno più falciati da tumori, infarti, Alzheimer, ecc. A nessuno questa aspettativa può apparire orribile!
E se ti dicono che questo si può fare anche con le cellule staminali dell’adulto…sappi che non è vero, e lo dice la LETTERATURA MEDICA MONDIALE… mica io!

2-Art.1 comma 2: il ricorso alla procreazione medicalmente assistita è consentito solo alle coppie sterili.
un esempio: la talassemia beta è endemica nei paesi del mediterraneo…sai che vuol dire? Vuol dire che non si meraviglierebbe nessuno se venisse fuori che tu e tuo marito siete portatori sani di beta talassemia! Siete siciliani!
Se una coppia è costituita da portatori sani, esiste la possibilità non remota (1 possibilità su 4) che il figlio concepito in maniera naturale sia affetto da morbo di Cooley, che è la forma più grave di talassemia . Essa non consente una vita normale, è così e chi dice che non è vero nega la verità!
A parte le trasfusioni settimanali cui questi soggetti devono sottoporsi per sopravvivere, che è “la meno spesa”….purtroppo, anche con le moderne terapie, essi non avranno mai una vita normale perchè gli effetti collaterali di tali terapie non lo consentono! A seguito delle inevitabili trasfusioni, essi sviluppano infatti : cardiopatie (scompenso cardiaco), cirrosi epatica, diabete, ipotiroidismo, ritardo di crescita, ipogonadismo (insufficienza degli organi sessuali, testicolo e ovaio)…. E a parte una vita non invidiabile, sicuramente sai che su queste povere persone pesa anche la certezza di non avere la stessa aspettativa di vita di un soggetto normale…
E’ giusto che sia la coppia a decidere se correre il rischio di avere un figlio malato o meno, mi pare ovvio… e questo è possibile in due modi: o consentendo alle coppie a rischio, sebbene non siano sterili, di ricorrere anch’essi alla fecondazione in vitro con la selezione e scelta degli embrioni sani, oppure (e questa sarà l’unica possibilità se deciderai di non andare a votare!) ricorrendo all’aborto se l’amniocentesi, consigliata in tali casi, riveli l’esistenza di un feto talassemico nella gravidanza naturalmente instauratasi.
COS’E’ MEGLIO? METTITI NEI PANNI ALTRUI… E NON PENSARE CHE TUTTI LA PENSINO COME TE, O CHE SIA GIUSTO IMPORRE IL TUO PUNTO DI VISTA A TUTTI!
Se un bambino potesse scegliere, certamente sceglierebbe di non essere malato…….

3-Art. 4 comma 3: divieto di tecniche di procreazione eterologhe.
ETEROLOGA significa una fecondazione assistita attuata attraverso l’utilizzo di gameti di un donatore esterno alla coppia; è una metodica utilizzata quando sia responsabile della incapacità ad ottenere una gravidanza solo uno dei componenti della coppia.
A questo punto si potrebbe obiettare: “ ma se il figlio è solo per metà appartenente alla coppia, perché allora non ricorrere alla adozione?”.
A parte che è giusto che ognuno abbia la possibilità di scelta, e a parte che L’ADOZIONE DEVE ESSERE UN ATTO D’AMORE E NON SOLO UN RIPIEGO, tutti sappiamo quanto siano difficoltose e costose le adozioni in Italia!

4-Art. 6 comma 3: “la volontà può essere revocata [..] fino al momento della fecondazione dell’ovulo”
CIOÈ dopo la fecondazione dell’ovulo e la conseguente produzione degli embrioni, NON TI CHIEDERANNO PIÙ IL CONSENSO AD ATTUARE MANOVRE SU DI TE! È come dire: “l’hai voluta, la bicicletta? Ora pedala!” OVVERO: “hai voluto ricorrere all’inseminazione artificiale? Ora, anche se gli embrioni sono malati, io te li impianto lo stesso perché la legge vieta espressamente la soppressione degli embrioni (art. 14 , comma 1) ma non il maltrattamento della donna, e che tu lo voglia o no un feto malato di sindrome di Down o di talassemia, a me poco importa, perché sono autorizzato/costretto dalla legge 40 a fare questo.E se poi proprio non lo vuoi un bambino malato che possibilmente soffrirà per tutta la vita, allora potrai sottoporti all’intervento di aborto terapeutico, visto che già non hai sofferto abbastanza, cara coppia sterile”.

5-Art. 13 comma 1: “è vietata qualsiasi sperimentazione su ciascun embrione umano”
Esistono embrioni vecchi, congelati e inutilizzabili ai fini procreativi, CHE ANDRANNO A FINIRE NELLO SCARICO DEL LAVANDINO.
E’ così turpe utilizzarli al fine di dare una speranza, anche remota (MA REMOTA NON E’), ai futuri e sempre più numerosi malati di malattie neoplastiche (CANCRO) e degenerative (Parkinson)? Conserviamoli per la mattina di Pasqua, come si dice qui da noi!

6-Art. 14 comma 6: “è vietata la crioconservazione”
perché vietare la crioconservazione (congelamento degli embrioni)?
Allora, sappiate che è importante dire sì almeno al quesito sulla crioconservazione per motivi pratici.
Infatti, a seguito della stimolazione ormonale cui la donna viene sottoposta per fare la fecondazione assistita, può insorgere la cosiddetta “sindrome da iperstimolazione ovarica”… chi è per il NO o per l’astensione sicuramente non sa cos’è…o almeno si spera, perché altrimenti è una persona veramente crudele e misogina.
Tale sindrome può essere più o meno grave fino ad essere letale (morte della donna e del tanto protetto embrione impiantato); essa si aggrava ulteriormente se alla stimolazione ormonale segue immediatamente l’impianto degli embrioni.
Per questo motivo, il ginecologo coscienzioso, dopo la stimolazione ormonale, il prelievo degli ovociti e la fecondazione in vitro con l’ottenimento degli embrioni, li congela, al fine di attendere qualche tempo prima di impiantarli, e scongiurare così tale pericolo.
INOLTRE, se il primo impianto fallisce, si potranno utilizzare gli altri embrioni congelati al fine di evitare di risottoporre la donna sia alla stimolazione ormonale, che non è acqua fresca, sia al prelievo degli ovociti (ago infilato nella pancia), che non è precisamente gradevole.
GLI EMBRIONI NON VENGONO CONGELATI PER GIOCARCI, O PERCHÈ NON ABBIAMO NIENT’ALTRO DA FARE, CI SIAMO?

7-Art.14 comma 2: si devono creare un numero di embrioni non superiore a 3.
e’ riconosciuto da tutto il mondo scientifico, ed è anche una banale nozione di statistica, che LA POSSIBILITA’ DI OTTENERE UNA GRAVIDANZA E’ DIRETTAMENTE PROPORZIONALE AL NUMERO DI EMBRIONI IMPIANTATI QUANTI Più EMBRIONI IMPIANTO, TANTO MAGGIORE è LA POSSIBILITÀ CHE LA DONNA RESTI INCINTA.
Posto ciò, ridurre la possibilità di ottenere una gravidanza per ogni singolo tentativo vuol dire:
giocare con la salute della donna, che si dovrà sottoporre ripetute volte alla stimolazione ormonale;
gravare economicamente sulle le coppie sterili, visto che si paga il tentativo e non la gravidanza ottenuta;
incentivare il “turismo procreativo” perché a queste condizioni CHI LO PUÒ FARE (CHI HA I SOLDI) SE NE SCAPPA DALL’ITALIA E LA FECONDAZIONE ASSISTITA LA VA A FARE IN QUALSIASI ALTRO PAESE D’EUROPA, CHE HA LEGGI PIÙ LIBERALI DEL NOSTRO!

VOTA 4 SÌ PERCHÈ NE POTRESTI AVER BISOGNO TU, TUA FIGLIA, I TUOI GENITORI, I TUOI MIGLIORI AMICI…CHE SONO PIÙ IMPORTANTI RISPETTO AD UN GRUPPO DI CELLULE CHE POSSONO, POTENZIALMENTE, ED IN NATURA MENO FREQUENTEMENTE DI QUANTO NON SI PENSI, DIVENTARE UOMINI…
E vota sì perché questa legge potrebbe mettere seriamente in discussione la legge sull’aborto: se non si possono sopprimere gli embrioni, a maggior ragione non si possono sopprimere i feti!
Che siano malati, frutto di violenza sessuale, o che la donna non sia pronta per averli…questo poco importa!

Cresce il "turismo procreativo", all'estero per avere un figlio

Si chiama "turismo procreativo", ed è un fenomeno che in Italia si sta diffondendo rapidamente, favorito dalla legge 40 sulla procreazione medicalmente assistita. I numeri parlano da sé: in un solo anno, da marzo del 2004, 3.610 coppie hanno varcato i confini nazionali. Quasi il triplo, cioè, rispetto alle 1.315 coppie dell'anno precedente all'entrata in vigore della legge. Uomini e donne che si sono rivolti a centri stranieri, per sottoporsi alla fecondazione assistita e avere un figlio, ma anche per eseguire la diagnosi preimpianto e concepire un bambino sano. I dati emergono da un'indagine - che ha coinvolto 53 centri in Europa e al di fuori - condotta dall'Osservatorio sul turismo procreativo, istituito da Cecos Italia e dal Circolo della stampa di Milano.
I Paesi più frequentati. Le mete preferite dai nostri connazionali, spiega la biologa e ricercatrice Chiara Fornasiero, sono la Spagna e la Svizzera, seguite dal Belgio. In Spagna - dove arriva il 26 per cento delle coppie italiane che decide di rivolgersi all'estero - si è registrato nell'ultimo anno un vero e proprio boom: le richieste sono addirittura decuplicate, per la legislazione liberale che permette la fecondazione eterologa. In Svizzera (oltre il 30 per cento) gli italiani che si rivolgono ai centri di fecondazione assistita sono raddoppiati.
Le altre mete. Fra le destinazioni anche Stati Uniti e Gran Bretagna - dove però i costi dei trattamenti sono piuttosto elevati - Austria, Repubblica Ceca, Grecia e Slovenia, destinazioni delle coppie con problemi economici. Infine, Israele, soprattutto un centro di Tel Aviv dove il successo delle tecniche di fecondazione assistita raggiunge il 50-60 per cento e dove gli italiani chiedono soprattutto l'ovodonazione. Per la diagnosi preimpianto, vietata in Italia, le coppie portatrici di patologie genetiche si rivolgono in particolare ai centri di Spagna, Belgio e Turchia.
La scelta del centro. Nella decisione dell'istituto straniero al quale rivolgersi, vale soprattutto il "passaparola": i forum dedicati all'infertilità sono molto attivi su internet, dove le donne si consigliano, si scambiano informazioni ed esperienze. Intanto, i centri d'oltralpe si stanno sempre più attrezzando: anche i medici hanno imparato a parlare in italiano.
Le cause della migrazione. Fra le ragioni che favoriscono il "turismo procreativo", c'è la possibilità di congelare gli embrioni - il che consente vantaggi di salute per le coppie e tempi brevi - e le "non restrizioni" del numero degli ovuli da fecondare in coltura. A questo si aggiunge la diagnosi pre-impianto, che può scongiurare il rischio di trasferire al figlio le malattie genetiche ereditarie delle coppie. In Gran Bretagna, in particolare, esiste un ente governativo (Hfea) che regola e controlla tutte le strutture dove si esegue la fecondazione.
Fonte: LaRepubblica (26/05/2005)

skidx
09-06-2005, 16:19
ci sono altri 85 mila thread sull'argomento, abbi pietà :cry:

galz
09-06-2005, 16:19
C'è da dire che è un argomento nuovo nuovo, eh...

strunz
09-06-2005, 16:20
BASTAAAAAAAAAAAAAAAA!!!!!!

:dhò: :dhò: :dhò:

Uanne
09-06-2005, 16:20
Originariamente inviato da strunz
BASTAAAAAAAAAAAAAAAA!!!!!!

:dhò: :dhò: :dhò:
:biifu:

DeBe99
09-06-2005, 16:20
non si potrebbe fare una sezione del forum dedicata ai referendum? :fagiano:

FreeSoul
09-06-2005, 16:22
io non vado a votare!
Motivo:
Non voglio essere responsabile della decisione presa SI o NO che sia.

Entrambe le soluzioni andranno ad interaggire sulla normale evoluzione della scienza umana.

Comunque sia, un giorno si farà quel che si deve fare indipendentemente dal voto di domenica.

Quindi questo referendum è solo una mossa politica e ... solo una presa per il culo!

L'umanità, magari tra 20 anni, userà gli embrioni sia per il bene che per il male.

seifer is back
09-06-2005, 16:22
non si può mettere la vita ai voti :incupito:

strunz
09-06-2005, 16:23
se adesso arriva quell'altro ed il suo cazzo di niki ventola e riuppa il come votare per i fuori sede faccio una strage che micheal douglas ci fa la figura di mengacci :dottò:

porcelain
09-06-2005, 16:23
:cry:

Loading