PDA

Visualizza la versione completa : poesia: la pesca


paolojov
23-06-2005, 01:44
"La pesca"

ero lì solo... in quella terra bruciata dal sol...

.... le pesche mature le vedevo cader , quelle acerbe eran lì sull'albero....

ad un tratto vidi una pesca brucata...

la mia sensazione fu

la mia voglia di pesca fu

quella pesca fu

... quel piccolo bruco che mangiucchiava quella pesca era felice

mi avvicinai a lui e gli chiesi :"caro bruco" so cosa provi.... la dolcezza e la zuccherinità di quella pesca ti fan gioire.... così come una donna può far gioir il proprio uomo...

il bruco alzò il capo... e disse: io mangio... perchè ho fame... ma mangio lei, perchè mi ha cercata.... non avrei fatto quello che ho fatto se non fosse lei ad avermi attirato...

gli risposi : capisco

ad un tratto vene un millepiedi... parlò al bruco.... ma non capìì la sua lingua...

era un millepiedi straniero... proveniva dalla valciliegia

i due bruco e millepiedi.... poi strisciaron via... lasciando la pesca desolatamente sola....

la pesca... un frutto... una dolcezza... che a volte può dar delle riflessioni

paolojov
23-06-2005, 01:44
"La pesca spoglia"


era lì... sola che si stava spogliando...

era sola... d'avanti a se solo 1 foglia....

la lama sottile attraversava il suo corpo....

la stava spogliando della sua buccia...

ella poi eslamò "screanzato"... " porco"....

Addeo
23-06-2005, 02:05
Magnifico! Sei un nuovo Leopardi.

Guarda, mi sono così piaciute che ti faccio un regalo:
www.lagalassiadellaborsa.tk
www.piazzagalassia.tk
www.lagalassiadellamusica.tk

Loading