PDA

Visualizza la versione completa : VoIP, privacy, emergenze e vite umane


BubuKing
26-07-2005, 10:31
La discussione non è tecnica, anche se il campo dal quale partiamo lo è.
Il nuovo protocollo di comunicazione, quello che molti sono pronti a scommettere sia il prossimo trancio di futuro, i VoIP, che permette di fare telefonia attraverso la rete dati.
Me ne sto occupando attivamente da diverso tempo, e la tecnologia mi ha impressionato per la sua flessibilità e per la convenienza che le persone ne possono avere. Ho partecipato a sperimentazioni tecniche con un operatore nazionale, ho potuto ancora una volta essere davanti a una novità e assaporarne, tra i primi, le potenzialità.
C'è però un aspetto, che pochi conoscono, che fa subentrare un dubbio "morale". Con un buon operatore VoIP puoi telefonare a fissi, cellulari, all'estero e via dicendo, con un'ottima qualità, sempre a patto di avere una buona ADSL sotto le chiappe.
Con nessun operatore VoIP, però, è possibile chiamare numeri di emergenza: il 118, il 113 e così via.
C'è un tavolo di discussione aperto da diversi mesi tra tutti gli operatori VoIP nazionali e le Istituzioni.
Perché? E' presto detto.
Le linee telefoniche nazionali sono una serie di cavi, stesi ed identificabili con precisione. Quando chiamiamo un numero di emergenza, la nostra chiamata viene identificata e tracciata in maniera certa. Non sto parlando di una leggenda metropolitana, sto parlando di un elemento reale, che non sussistendo più con la tecnologia VoIP (è impossibile tracciare la geograficità della chiamata, con il VoIP), è stato bloccato dalle Istituzioni.
Gli elementi e gli scenari sul piatto della bilancia sono tanti. Avere a disposizione numeri di emergenza è un diritto di ogni cittadino, così come la sua privacy. Per le istituzione la tracciabilità geografica precisa di una chiamata è più importante, però non ha neanche tutti i torti: rintracciare chiamate con precisione ha permesso la cattura di criminali, la prevenzione di attentati, eccetera.
Quindi il problema è morale, oltre che tecnico, e ancora irrisolvibile.
Privacy o controllo? Sicurezza o incertezza?

sustia
26-07-2005, 10:34
Credo che almeno per le chiamate di numeri di emergenza il chiamante debba essere rintracciabile.

Già così ci sono degli stupidi che fanno il casino chiamando dalle cabine, figuriamoci con il VoIP.
E' giusto quello che tu dici

Avere a disposizione numeri di emergenza è un diritto di ogni cittadino, così come la sua privacy
ma se io faccio una chiamata per esigenze reali e con cognizione di causa nessuno lede questo diritto, e credo che la privacy non venga in nessun modo lesa.

the_hi†cher
26-07-2005, 10:36
non ho capito se punti più sulla difesa della privacy o sul diritto di chiamare un numero di pubblica utilità.
nel secondo caso che tu lo possa fare senza che la chiamata venga tracciata è scorretto, se chiamo il 118 per un'emergenza è logico che la richiesta venga inoltrata all'operatore più vicino a me ma se non sanno dove sono è un po' difficile.

miki.
26-07-2005, 10:38
io sono per la rintracciabilità con relativa possibilità di chiamare i numeri d'emergenza, o forse la meglio è dare la possibilità all'utente (quando stipula il contratto VoIP) se vuole la geograficità oppure no.

BubuKing
26-07-2005, 10:38
Originariamente inviato da sustia
Credo che almeno per le chiamate di numeri di emergenza il chiamante debba essere rintracciabile.

Già così ci sono degli stupidi che fanno il casino chiamando dalle cabine, figuriamoci con il VoIP.
E' giusto quello che tu dici

ma se io faccio una chiamata per esigenze reali e con cognizione di causa nessuno lede questo diritto, e credo che la privacy non venga in nessun modo lesa.

ma infatti, son d'accordo.
non ho una posizione, però certo l'idea di avere una linea VoiP perfettamente funzionante, un cellulare invece fuori uso e avere la necessità di chiamare immediatamente un'ambulanza perché a mia nonna è venuto un coccolone fulminante, non è bello. Se non ho vicini di casa o cabine telefoniche accessibili (ce ne sono sempre meno in giro), ok, sono un po' sfigato, però capisci che mia nonna rischia di morire perché non ho potuto contattare velocemente un numero di emergenza.

BubuKing
26-07-2005, 10:40
Originariamente inviato da miki.
io sono per la rintracciabilità con relativa possibilità di chiamare i numeri d'emergenza, o forse la meglio è dare la possibilità all'utente (quando stipula il contratto VoIP) se vuole la geograficità oppure no.

Aspetta, aspetta.
Il numero geografico, con il VoIP, posso chiederlo. Anzi, ne possono chiedere anche 100, ognuno con un prefisso diverso.
E' la rintracciabilità geografica che è complicatissima, perché ho un numero IP: non sono distribuiti a chiazze geografiche, i numeri IP, lo sai meglio di me.

RombodiSuono
26-07-2005, 10:41
Originariamente inviato da BubuKing Non sto parlando di una leggenda metropolitana, sto parlando di un elemento reale, che non sussistendo più con la tecnologia VoIP (è impossibile tracciare la geograficità della chiamata, con il VoIP), è stato bloccato dalle Istituzioni.

Ma quindi con il voip sei irrintracciabile a prescindere?

sustia
26-07-2005, 10:41
Originariamente inviato da BubuKing
ma infatti, son d'accordo.
non ho una posizione, però certo l'idea di avere una linea VoiP perfettamente funzionante, un cellulare invece fuori uso e avere la necessità di chiamare immediatamente un'ambulanza perché a mia nonna è venuto un coccolone fulminante, non è bello. Se non ho vicini di casa o cabine telefoniche accessibili (ce ne sono sempre meno in giro), ok, sono un po' sfigato, però capisci che mia nonna rischia di morire perché non ho potuto contattare velocemente un numero di emergenza.
Sì sì, capisco il tuo punto di vista e sono daccordo.
Solo che a volte è il prezzo da pagare per l'uso smodato e scorretto che si fa di tecnologie altrimenti utilissime

Rode anche a me questo fatto, ma tant'è :bhò:

BubuKing
26-07-2005, 10:41
Originariamente inviato da the_hi†cher
non ho capito se punti più sulla difesa della privacy o sul diritto di chiamare un numero di pubblica utilità.
nel secondo caso che tu lo possa fare senza che la chiamata venga tracciata è scorretto, se chiamo il 118 per un'emergenza è logico che la richiesta venga inoltrata all'operatore più vicino a me ma se non sanno dove sono è un po' difficile.

non propendo né per l'una né per l'altra.
Sto dicendo che è un problema. non l'hanno risolto a livello istituzionale, figuriamoci se posso risolverlo io.
mi sembrava interessante portare a conoscenza di questa cosa le altre persone.

miki.
26-07-2005, 10:41
Originariamente inviato da BubuKing
Aspetta, aspetta.
Il numero geografico, con il VoIP, posso chiederlo. Anzi, ne possono chiedere anche 100, ognuno con un prefisso diverso.
E' la rintracciabilità geografica che è complicatissima, perché ho un numero IP: non sono distribuiti a chiazze geografiche, i numeri IP, lo sai meglio di me.

si, si, intendevo la rintracciabilità geografica (cioè, io chiamo e sanno che sto lì).

Loading