PDA

Visualizza la versione completa : Due ragazze, colori arancio e oro


D56
28-08-2005, 11:36
Da un bel film, una piccola e forse anche banale riflessione, che oso pubblicare in questo paziente forum


Quanta distanza, differenza fra noi uomini e loro, le donne. E' banalissimo scriverlo e pensarlo, ma dopo aver visto il film My summer of love di Pawel Pawlikowski (è difficile da scrivere, ho usato lo sleale copia incolla), dopo aver visto il film, dicevo, è perdonabile. Un'estate con i suoi colori arancio e oro, due ragazze, le loro complicità, un amore saffico, la condizione mitica dell'estate, del suo tempo sospeso. Asimmetria, questo è il termine esatto per ragionare intorno al rapporto, quando esso esiste, fra uomo e donna. L'uomo è semplice, semplificato, bidimensionale, unidirezionale. La donna è complessa, contraddittoria, profondamente dolce e spaventosamente assoluta nel momento dell'ira. Certo la gioventù, come nella storia del film, fa la sua parte, e la gioventù mischiata al tempo sospeso d'una estate, d'una vacanza, è una miscela inevitabilmente ammaliante ed esplosiva, provata più o meno da tutti.
Chissà se l'amore saffico è davvero un amore distinto dall'amicizia. Ho l'impressione che il confine fra amore e profonda amicizia, complicità, volontà di rispecchiarsi senza limiti, sia confine solo teorico, non rigido, non tracciato per molti tratti. Forse la natura ha sviluppato l'inganno dell'attrazione fra i due sessi diversi per ovvie esigenze della biologia, ma il mondo di due donne è infinitamente più ampio, avviluppato intorno all'assoluto, di quello che hanno un uomo ed una donna. Due donne si fondono, un uomo ed una donna invece, si amano ognuno dal proprio punto di vista.

nillio
28-08-2005, 11:44
Il mio migliore amico in assoluto è un uomo :fagiano:

D56
28-08-2005, 11:48
ma parlavo di donne, nillì

robalzi
28-08-2005, 11:54
Sebbene sia bello pensarlo, credo che il concetto di "due donne fra loro si amano di più" sia solo una comodità maschile.

nillio
28-08-2005, 12:00
Originariamente inviato da D56
ma parlavo di donne, nillì

Originariamente inviato da D56
Ho l'impressione che il confine fra amore e profonda amicizia, complicità, volontà di rispecchiarsi senza limiti, sia confine solo teorico, non rigido, non tracciato per molti tratti.
Forse la natura ha sviluppato l'inganno dell'attrazione fra i due sessi diversi per ovvie esigenze della biologia, ma il mondo di due donne è infinitamente più ampio, avviluppato intorno all'assoluto, di quello che hanno un uomo ed una donna. Due donne si fondono, un uomo ed una donna invece, si amano ognuno dal proprio punto di vista.

D56
28-08-2005, 12:01
Originariamente inviato da robalzi


Sebbene sia bello pensarlo, credo che il concetto sia solo una comodità maschile



allora per quanto la mia formazione moralistica e reazionaria me lo renda difficile, affermo, in linea generale:

un amore non supportato dalla necessità biologica della procreazione, è più voluto, quindi, per un certo verso, più vero, meno facilitato dall'ovvietà

è vero che noi maschi ragioniamo e vediamo da maschi, ma questo è un involucro dal quale non possiamo uscire, per cui le mie stronzate le scrivo lo stesso (tanto qui è gratis)

robalzi
28-08-2005, 12:03
Originariamente inviato da D56
allora per quanto la mia formazione moralistica e reazionaria me lo renda difficile, affermo, in linea generale:

un amore non supportato dalla necessità biologica della procreazione, è più voluto, quindi, per un certo verso, più vero, meno facilitato dall'ovvietà

è vero che noi maschi ragioniamo e vediamo da maschi, ma questo è un involucro dal quale non possiamo uscire, per cui le mie stronzate le scrivo lo stesso (tanto qui è gratis)

Mica ho detto di non farlo, stavo solo dicendo il mio parere, come tu il tuo.

nillio
28-08-2005, 12:04
Originariamente inviato da D56
le mie stronzate le scrivo lo stesso (tanto qui è gratis)

Quando fai così ti amo :D

D56
28-08-2005, 12:05
nillì, per mia inetta capacità d'esprimermi non hai compreso la mia ironia

è ovvio che tu abbia come migliore amico un uomo, non essendo propriamente una donna nel senso classico del termine, ma qualcosa d'altro, seppur colto e denso di fascino

D56
28-08-2005, 12:10
stavo solo dicendo il mio parere



ma il tuo parere, vecchia e sagace volpe da forum, è sempre una trappola mortale, una sorta di scacco al re difficilmente sovvertibile, per cui lo temo in sommo grado

ma è una sorta di vaccino: se un ragionamento riesce a sgusciare dalla logica del robalzi, è salvo ed imbattibile

Loading