PDA

Visualizza la versione completa : che fine ha fatto il minipay?


Lucked
13-10-2005, 00:02
ciao a tutti, tempo fa si parlava di minipay, come strumento rivoluzionario di moneta elettronica, destinato in un primo tempo a città di prova quali torino, milano, roma, ecc. mi sapete dire che fine ha fatto? qualcuno di voi l'ha mai avuto? lo ha visto? ha letto qualcosa? :oVVoVe: :oVVoVe: :oVVoVe: :oVVoVe: :oVVoVe: :oVVoVe: :oVVoVe: :oVVoVe: :oVVoVe:

Bluelake
13-10-2005, 00:10
a Siena so che lo usano ancora, e tutti gli sportelli bancomat sono abilitati alla ricarica del Minipay... :bhò:

Lucked
13-10-2005, 00:16
tu lo hai mai usato? secondo me, è una idea rivoluzionaria..ma non mi sembra tanto pubblicizzato..

miki.
13-10-2005, 00:17
ma sarebbe?

Bluelake
13-10-2005, 00:18
Originariamente inviato da Lucked
tu lo hai mai usato? secondo me, è una idea rivoluzionaria..ma non mi sembra tanto pubblicizzato..
credo sia stato soppiantato dalle carte di credito ricaricabili, che alla fine fanno la stessa cosa...

Bluelake
13-10-2005, 00:20
Originariamente inviato da miki.
ma sarebbe?
http://www.anci.it/AnciCie/Servizi/PARTEC-SIENA.html

oppure
http://www.bassilichi.it/soluzioni/casestudy.asp?id_prodotto=58&id_tipo=1&lingua=IT

Scenario

Analizzando il ciclo erogazione-fruizione della cultura nelle città, ed i problemi di tutela e conservazione dei beni culturali, risulta evidente che il ruolo delle tecnologie ridefinisce necessariamente le modalità della produzione e del consumo della cultura e, conseguentemente, della conservazione, valorizzazione e divulgazione della trasmissione della nostra memoria storica.
L''intento è stato quello di dimostrare l''esistenza di un rapporto imprenditoriale tra beni culturali, turismo, ambiente e nuove tecnologie dell''informazione e della comunicazione e di una possibile forma di imprenditoria legata al territorio, dove anche chi agisce localmente deve saper pensare globalmente (GLOCAL).
Alla base del progetto troviamo un sistema per la conoscenza e fruizione differenziata del patrimonio, un sistema telematico di prenotazione e biglietteria dei principali eventi, culturali e non, ed un sistema di commercio elettronico ad alto valore aggiunto.
L’obiettivo è stato quello di integrare il sistema di biglietteria con i principali altri sistemi adottati dalle Amministrazioni per il controllo dei flussi di traffico, la gestione dei parcheggi, la gestione della mobilità etc., puntando a realizzare un servizio integrato capace di gestire in forma unitaria e funzionale i vari servizi connessi al rapporto utente-città. In questo contesto assume centralità l''uso delle smart card integrate con Internet.
Diviene fondamentale la funzione proattiva delle interfacce utenza impostate secondo la visione dinamica delle "usability" e il contatto diretto con l''utente basato sul servizio di help-desk e di call-center che acquisiscono un ruolo strategico.

Soluzione

Siena Card si colloca come mezzo di accesso per i cittadini e i turisti al complesso sistema integrato di servizi in grado di coinvolgere i diversi settori socio-economici: Cultura, Mobilità, Turismo, Tributi, Istruzione, Piccola/Media Impresa e mondo bancario.
L’iniziativa è nata all’interno di un progetto dell’Amministrazione Comunale di Siena che ha visto il cablaggio dell’intera città.
La carta ha il duplice scopo, da un lato di consentire all’utente una migliore e rapida fruizione dei principali servizi di base e un più veloce accesso alle informazioni, dall’altro, tramite la funzione di “borsellino elettronico”, di permettere il pagamento di ogni genere di prestazione, a cominciare da parcheggi, musei, servizi pubblici, alberghi, ristoranti.
Per offrire questi servizi la Siena Card si avvale della tecnologia a microprocessore di MINIPay, il Borsellino Elettronico ideato e realizzato per conto di tutte le Banche italiane dalla SSB – società partecipata dalla banca Monte dei Paschi di Siena, principale sponsor dell’iniziativa.
La struttura logistica a cui si appoggia il progetto è il “Centro Servizi” che ha sede presso lo Spedale di Santa Maria della Scala.

Bassilichi ha partecipato attivamente alla costituzione del Centro Servizi di Siena. Ha provveduto alla connettività di rete e alla costituzione dell’infrastruttura di base del centro. E'' stato il referente tecnico per la distribuzione, l’assistenza e l’help desk dei caricatori e dei lettori (POS trivalenti) delle carte a microprocessore. Ha, inoltre, portato un importante contribuito per la certificazione in campo sanitario, la teleprenotazione e telebigliettazione, il commercio elettronico per la vendita in rete dei prodotti di artigianato locale e merchandising museale, la fruizione culturale e turistica.

I Vantaggi

La Siena Card si caratterizza sia come strumento unificato di accesso ai servizi della città sia come chiave polifunzionale di identificazione e di accesso a tutte le funzioni amministrative, sanitarie e finanziarie erogabili dagli Enti collegati in rete come l’Amministrazione Comunale, l’Azienda Ospedaliera, l’Unità Sanitaria Locale, gli Uffici Finanziari, il Provveditorato agli Studi ecc..
Può essere, inoltre, usata come sistema di pagamento per i servizi dove necessario.

Lucked
13-10-2005, 00:23
ma sarebbe?

http://www.tsp.it/minipay/MINIpay1.pdf



credo sia stato soppiantato dalle carte di credito ricaricabili, che alla fine fanno la stessa cosa...

doveva diffondersi a macchia d'olio, per il fatto che a differenza delle carte di credito, non ha bisogno da parte dell'esercente di collegarsi a una rete per convalidare la vendita, e mi aspettavo l'avrebbero avuto un po' tutti, bar, giornalai, ecc. ma si vede che qualcosa è andato storto boh :confused:

Lucked
13-10-2005, 00:27
A Siena si, qui a Torino, non ne ho mai visto uno. :cry:
ma secondo me tornerà fuori, non è possibile...e andrà a sostituire i 20/50 euro che un cittadino medio si tiene nel portafoglio, con delle funzioni tipo buonipasto o abbonamenti

miki.
13-10-2005, 00:31
Letto.

lo trovo una cosa inutile :bhò:

Ci sono le carte di credito, anche quelle ricaricabili. Ora perchè in Italia non c'è tanto il concetto di pagare con carta di credito, ma all'estero ci compri tutto, anche il biglietto della metro senza problemi

Lucked
13-10-2005, 00:39
la carta di credito...va bene, ma è difficile che tutti i posti, abbiano questo tipo di pagamento, e il minipay non sostituisce la carta di credito, ma serve per piccoli importi!
a me piaceeeeee :biifu:
tanto per dirne una....come funziona la carta di credito ricaricabile?

Loading