PDA

Visualizza la versione completa : [Filosofia] Esistono il bene e il male?


GattoBastardo
31-10-2005, 10:12
Vedi titolo.

Pensate che il Bene e il Male esistano davvero o siano comunque definizioni soggettive di concetti inerenti alla cultura originaria di chi pensa? Esistono un Bene assoluto e un Male assoluto, definizioni oggettive alle quali si rifanno i concetti soggettivi? o il Bene e il Male sono solo concetti di dualismo originari dell'oriente e importati dallo zoroastrismo dentro il cristianesimo e quindi la cultura occidentale, in contrasto con la divisione del mondo a tre presente nelle culture pagane e alla fine assorbita dallo stesso cristianesimo nel famoso "uno e trino"?


cosi', tanto per dire :D

need4speed
31-10-2005, 10:12
Originariamente inviato da GattoBastardo
Vedi titolo.
cosi', tanto per dire :D

Il lunedi' mattina?? :dottò:

GattoBastardo
31-10-2005, 10:13
Originariamente inviato da need4speed
Il lunedi' mattina?? :dottò:

e quando se no? :D

Berenicebis
31-10-2005, 10:15
Originariamente inviato da GattoBastardo
Vedi titolo.

Pensate che il Bene e il Male esistano davvero o siano comunque definizioni soggettive di concetti inerenti alla cultura originaria di chi pensa? Esistono un Bene assoluto e un Male assoluto, definizioni oggettive alle quali si rifanno i concetti soggettivi? o il Bene e il Male sono solo concetti di dualismo originari dell'oriente e importati dallo zoroastrismo dentro il cristianesimo e quindi la cultura occidentale, in contrasto con la divisione del mondo a tre presente nelle culture pagane e alla fine assorbita dallo stesso cristianesimo nel famoso "uno e trino"?


cosi', tanto per dire :D
tanto per dire, eh? :madai!?:
non me lo domando mai
ma io, del resto, sono una dannatissima relativista

need4speed
31-10-2005, 10:18
Originariamente inviato da GattoBastardo
e quando se no? :D

Ah..il famoso coito ergo sum..dunque in un contesto da rasoio di occam in pratica lei prende tutta la gnosi relativistica, la inserisce in un contesto teosofico del panta rei abbinato alla sofistica della critica della ragion pura, ne estrapola lemma assunzione e conclusione e deduce che se esiste gigi d'alessio allora il male e' fra noi. E canta pure.

oronze
31-10-2005, 10:23
Originariamente inviato da need4speed
Ah..il famoso coito ergo sum..dunque in un contesto da rasoio di occam in pratica lei prende tutta la gnosi relativistica, la inserisce in un contesto teosofico del panta rei abbinato alla sofistica della critica della ragion pura, ne estrapola lemma assunzione e conclusione e deduce che se esiste gigi d'alessio allora il male e' fra noi. E canta pure.
ma non era coito interruptus est? :master:
cmq a parte gli scherzi il bene e il male non sono definibili oggettivamente! ogni individuo ha una concezione propria di bene e male. chi ci dice che sacrificare una vergine per un dio sia sbagliato? se noi mettessimo 5 neonati e una neonata in un isola deserta loro associerebbero al concetto di poligamia la parola giusto!
:ciauz: :ciauz:
p.s: cogito ergo sum!

marruz
31-10-2005, 10:26
Originariamente inviato da GattoBastardo


Pensate che il Bene e il Male esistano davvero
...



come dicevo coso (coso, dai) il male è la rinuncia a una realtà migliore.

GattoBastardo
31-10-2005, 10:27
Originariamente inviato da Berenicebis
tanto per dire, eh? :madai!?:
non me lo domando mai
ma io, del resto, sono una dannatissima relativista

sfiori quasi l'agnosticismo, a volte :D

BubuKing
31-10-2005, 10:27
Ci sono alcune cose che sono Bene.
Altre che sono Male.

Per esempio, le lasagne di mia mamma credo che possano essere considerate universalmente come Bene. Chiunque lo neghi non fa parte di questa realtà. Può essere messo in dubbio solo da chi non le ha provate, ovvio.

Voglio dire, non è che ci siano tantissime certezze, in questo mondo. Ma alcune sì.

longline
31-10-2005, 10:28
Il Bene e il Male sono asintoti.

Loading