PDA

Visualizza la versione completa : legale: passaporto per brasiliana


lookha
16-11-2005, 16:22
Caso da manuale:
una ragazza brasiliana vive da qualche anno in Italia, i suoi bisnonni erano italiani e adesso lei vuole prendere il passaporto.
è andata a fare le varie pratiche necessarie e le han detto che deve cambiare il cognome.
I brasiliani hanno 2 cognomi, il primo cognome è il primo cognome della madre, il secondo è il primo cognome del padre.
All'anagrafe le han detto che le prendevano solo il cognome del padre.
Pero risulta che la han messo il cognome del padre intero, ovvero quello composto dal primo cognome di sua madre e dal primo cognome di suo padre.
Morale: lei adesso si chiama in un modo totalmente diverso e nessuno la conosce con questi 2 cognomi.
Il caso è:
1. è necessario cambiare il cognome quando un brasiliano vuole acquisire la cittadinanza italiana?
2. è corretto il ragionamento fatto dall'anagrafe in questione?
3. come potrebbe sta ragazza correggere l'eventuale errore?

need4speed
16-11-2005, 16:24
se ne resta in brasile e non scassa :dottò:
oppure la sposi :fagiano:

lookha
16-11-2005, 16:29
Originariamente inviato da need4speed
se ne resta in brasile e non scassa :dottò:
oppure la sposi :fagiano:
sono serio :dottò:
:D

ziofester
16-11-2005, 16:30
Originariamente inviato da lookha
Caso da manuale:
una ragazza brasiliana vive da qualche anno in Italia, i suoi bisnonni erano italiani e adesso lei vuole prendere il passaporto.
è andata a fare le varie pratiche necessarie e le han detto che deve cambiare il cognome.
I brasiliani hanno 2 cognomi, il primo cognome è il primo cognome della madre, il secondo è il primo cognome del padre.
All'anagrafe le han detto che le prendevano solo il cognome del padre.
Pero risulta che la han messo il cognome del padre intero, ovvero quello composto dal primo cognome di sua madre e dal primo cognome di suo padre.
Morale: lei adesso si chiama in un modo totalmente diverso e nessuno la conosce con questi 2 cognomi.
Il caso è:
1. è necessario cambiare il cognome quando un brasiliano vuole acquisire la cittadinanza italiana?
2. è corretto il ragionamento fatto dall'anagrafe in questione?
3. come potrebbe sta ragazza correggere l'eventuale errore?

ahhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh, le brasiliane!!!!! (tutto sedere e niente cervello...ne avessi conosciuta una normale io!)

andare in ambasciata o consolato ed informarti
chiedere 'ste cose in forum non ne vale la penma

lookha
16-11-2005, 16:32
Originariamente inviato da ziofester
ahhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh, le brasiliane!!!!! torna a giocare a mosca cieca in autostrada :dottò:

need4speed
16-11-2005, 16:40
Originariamente inviato da lookha
torna a giocare a mosca cieca in autostrada :dottò:

contromano :dottò:

seriamente, cosa le hanno proposto invece??

Cisco x™
16-11-2005, 16:47
Originariamente inviato da ziofester
ahhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh, le brasiliane!!!!! (tutto sedere e niente cervello...ne avessi conosciuta una normale io!)


alza una mattonella e ficcatici sotto :dottò:

GnoKy
16-11-2005, 16:52
Originariamente inviato da lookha
...
Pero risulta che la han messo il cognome del padre intero, ovvero quello composto dal primo cognome di sua madre e dal primo cognome di suo padre.



Allora dovrebbe avere il suo nome completo. Non capisco dov'è il problema?
Comunque è un grande casino i nome in Italia. Le mie figlie, ad esempio, per l'anagrafe portoghese è come se fossero mie sorelle perché hanno il cognome uguale sputato al mio e non hanno il cognome della madre. Non c'è stato modo di cambiarlo.

wsim
16-11-2005, 17:03
Originariamente inviato da GnoKy



Allora dovrebbe avere il suo nome completo. [/supersaibal]

No.
Se ho ben capito, adesso ha il cognome del nonno paterno.

lookha
16-11-2005, 17:23
Originariamente inviato da need4speed
contromano :dottò:

seriamente, cosa le hanno proposto invece??
morale, la tipa all'anagrafe l'ha trattata come se fosse un nascituro :dottò:
invece di prendere il suo nome attuale e metterci sotto "cittadinanza: italiana" (che è quello che dovrebbe succedere quando acquisti la cittadinanza) le ha chiesto il nome del padre e ha detto: "tu da oggi ti chiami cosi".
E lei s'è trovata con una carta d'identità con le generalità totalmente diverse da quelle del suo passaporto brasiliano.
Al di là dei rischi legali che uno puo incorrere nell'andare in giro con 2 documenti ufficiali che riportano generalità diverse, il problema è che quella dolce donna dell'anagrafe di Verona non vuol sentire ragioni.

:incupito:
esempio: non mi risulta che per naturalizzarsi i calciatori debbano cambiare cognome

Loading