PDA

Visualizza la versione completa : Bollini sulle fotocopie??


RokStar
18-11-2005, 12:35
Apprendo con orrore :oVVoVe: e raccapriccio :cry: questa tristissima notizia:

17-11-2005 Saranno applicate delle contromarche

Nuovo accordo sulle fotocopie

La SIAE, l’AIE (Associazione Italiana Editori), le Associazioni degli scrittori (SNS, il Sindacato Nazionale Scrittori, SLSI, il Sindacato Libero Scrittori Italiani, UIL-UNSA, l’Unione Nazionale Scrittori e Artisti) hanno firmato un nuovo accordo con le Associazioni di categoria CNA, Confartigianato, CASARTIGIANI, C.L.A.A.I. e LEGACOOP, per i diritti d’autore sulle fotocopie di opere protette. Secondo il testo del nuovo accordo che non prevede alcun aumento delle royalty per diritto d’autore, le copisterie e gli altri esercizi in cui vengono effettuate fotocopie dovranno applicare sulle pagine riprodotte delle “contromarche” di vario taglio e colore prima di consegnarle ai clienti per non incorrere nelle sanzioni previste dalla legge. Il compenso spettante agli autori delle opere fotocopiate sarà corrisposto in base alle risultanze dell’acquisto delle “contromarche”. Il colore e taglio dipenderanno dal numero delle copie richieste e legittimate, cioè in regola con la normativa sul diritto d’autore. L’attuale normativa nazionale (Legge 248/2000) consente la fotocopia di opere protette per uso personale (motivi di studio, lettura, consultazione) e nel limite massimo del 15% di ciascun libro. Resta comunque vietata ogni utilizzazione a fine di lucro, che possa pregiudicare i diritti di utilizzazione economica spettanti all’autore. Come accade sia pure con diverse modalità in tutta Europa, anche la legge italiana ha stabilito, da tempo, che sia dovuto un compenso per le opere che vengono fotocopiate nei centri di riproduzione allo scopo di conciliare due diverse esigenze: quella degli autori ed editori di ottenere la giusta remunerazione per la loro attività creativa e quella dei lettori di disporre di copie per uso personale, per ragioni di studio o di lavoro. La negoziazione degli accordi e la riscossione dei compensi sono state affidate dalla legge alla SIAE, che ha anche poteri di vigilanza sui centri di riproduzione, per prevenire ed accertare le violazioni della legge. Secondo l’Ufficio Studi dell’AIE nel 2004 il fenomeno delle fotocopie abusive, in crescita rispetto all’anno precedente ha sottratto ad autori ed editori e al settore della distribuzione non meno di 340 milioni di euro. La raccolta di diritti sulle fotocopie legali ha prodotto soltanto 3,4 milioni di euro rispetto agli 89 milioni del Regno Unito, i 51 milioni della Germania i 26 della Spagna e i 23 della Francia.


La cosa che non mi è chiara è:
- bisogna acquistare i "bollini" e pagarli anticipatamente?;
- vanno pagati?;
- dobbiamo applicare un sovrapprezzo su queste copie?;
- se richiedono fattura dobbiamo aggiungere l'iva al valore compreso il bollo o solo al costo delle copie?;
- in quali casi si applica? A voler essere pignoli anche i documenti di identità penso siano protetti dal copyright, e andrebbe fatto solo il 15% del documento in fotocopia?

:cry:

miki.
18-11-2005, 14:32
mi può star bene, solo che devono prevedere anche l'agevolazione con riduzioni di prezzo per l'acquisto di libri a scopo didattico, come i libri dell'università. Perchè altrimenti gli studenti si fanno prestare i libri e se li scansionano, piuttosto che spendere minimo sugli 80 euro a libro a esame, libri che, dato l'esame lo accantoni.

Cholo
18-11-2005, 14:35
Non si può comprare un bollino solo e poi fotocopiarlo ?

Loading