PDA

Visualizza la versione completa : Quesito su partita iva e libero professionista


iceberg
29-11-2005, 20:15
Ciao a tutti, da diverso tempo mi stavo chiedendo come capire, dati X mila euro mensili (o annui) a quanto ammonta l'importo netto (al netto di inps/ritenute/tasse/irpef)

Ho fatto questa domanda a due commercialisti e, se devo essere sincero, ho ricevuto due risposte diverse (con cifre che si differenziano del 20%)...pazzesco!!!!! A questo punto mi piacerebbe prendere i due personaggi e metterli faccia e faccia per vedere che cosa si raccontano.

Ora... mi piacerebbe capire, partendo da una cifra annua (o mensile) a quali spese (per spese intendo tasse/inps/irpef/ecc.. non benzina, affitto...) posso andare incontro (ovviamente indicativamente); quindi ad esempio:

1.500 mensili
+ 300 IVA
- 300 Ritanuta d'acconto

1.500 Importo ricevuto

Partendo da questi 1.500 * 12 mesi

è possibile determinare e capire effettivamente come arrivare ad una cifra netta indicativa?

Grazie mille a tutto coloro che hanno la pazienza di aiutarmi.

zat88
29-11-2005, 20:30
Originariamente inviato da iceberg
Ciao a tutti, da diverso tempo mi stavo chiedendo come capire, dati X mila euro mensili (o annui) a quanto ammonta l'importo netto (al netto di inps/ritenute/tasse/irpef)

Ho fatto questa domanda a due commercialisti e, se devo essere sincero, ho ricevuto due risposte diverse (con cifre che si differenziano del 20%)...pazzesco!!!!! A questo punto mi piacerebbe prendere i due personaggi e metterli faccia e faccia per vedere che cosa si raccontano.

Ora... mi piacerebbe capire, partendo da una cifra annua (o mensile) a quali spese (per spese intendo tasse/inps/irpef/ecc.. non benzina, affitto...) posso andare incontro (ovviamente indicativamente); quindi ad esempio:

1.500 mensili
+ 300 IVA
- 300 Ritanuta d'acconto

1.500 Importo ricevuto

Partendo da questi 1.500 * 12 mesi

è possibile determinare e capire effettivamente come arrivare ad una cifra netta indicativa?

Grazie mille a tutto coloro che hanno la pazienza di aiutarmi.

Hai sbagliato sezione :D :D
Comunque in teoria le tasse su un importo sono 20% (IVA) + 4% + 4 % (nn mi ricordo cosa fossero le ultime due ma penso irpef e compagnia bella!) :ciauz: :ciauz:

iceberg
29-11-2005, 21:17
Grazie per la risposta

sai dirmi in quale sezione dovrei postare???

Thanks

Gaetano Vituzzi
29-11-2005, 21:32
sul news group dei commercialisti: it.discussioni.commercialisti , raggiungibile anche da: http://groups.google.it/group/it.discussioni.commercialisti?hl=it

oppure a: it.lavoro.professioni.webmaster http://groups.google.it/group/it.lavoro.professioni.webmaster?hl=it

ciao

arena_luigi
30-11-2005, 10:49
LE tasse da pagare sono circa il 50% ,parlo per esperienza.

Perciò su 1500,00 euro il tuo netto e di 750,00.
Ciao

dokk
30-11-2005, 11:17
Non vedo cosa c'entri la richiesta con "offro lavoro/collaborazione". :master:

Sposto in OT.

Broly
30-11-2005, 12:08
Originariamente inviato da arena_luigi
LE tasse da pagare sono circa il 50% ,parlo per esperienza.

Perciò su 1500,00 euro il tuo netto e di 750,00.
Ciao

Sì, poi magari sono un pelino meno, però anche a me è stato consigliato di tenere da parte circa il 50% delle fatture, specialmente per il primo anno e il secondo.

l'evangelista
30-11-2005, 12:12
di solito quando fai un preventivo, pensa a quanto vorresti intascare da quel lavoro. Moltiplica l'importo per due ed ecco il prezzo finale :yuppi:

thitan
30-11-2005, 13:40
già, all'incirca il 50% lo dai allo stato..senza contare che da libero professionista ti scordi le ferie pagate, la tredicesima, le malattie: se sai malato e non lavori non mangi!
cmq è un furto!

andropoff
30-11-2005, 13:48
Originariamente inviato da thitan
già, all'incirca il 50% lo dai allo stato..senza contare che da libero professionista ti scordi le ferie pagate, la tredicesima, le malattie: se sai malato e non lavori non mangi!
cmq è un furto!


beh, non è il 50% allo stato: il commercialista ti cosiglia di tenere il 50% per rientrare a fine anno di tutte le cose che hai menzionato tu, tredicesima, ferie, malattie , etc, inoltre c'è IMPS, l'IRPEF, le tasse sul fatturato... le spese che hai (macchine, programmi, benzina, etc..) percui a se vuoi guardagnare da un lavoto 1000 € devi chiederne circa 2000. ma non è che ci va il 50% SICURO allo stato, ci va un buon 25/30%, e un 25/30% è un margine di spesa generica, dalla parcella del commercialista alla benzina, alla stampante che si rompe mentre gli stampi un catalogo, al software che hai aquistato a 1.000 € (that's a real furto) e devi ammortizzare.

Le tasse in se non sono un furto, anche se sono alte, il furto è semmai finanziare software, ufficio, macchine, telefoni, internet, etc che costano MOLTO cari...

questo è quello che vedo io dopo 2 anni di P.iva..

Loading