PDA

Visualizza la versione completa : Vent'anni senza solarità


zorro
06-01-2006, 01:47
Visto l'orario mi permetto di sparare questa pallosa considerazione, anche piuttosto vaga.
Da quanto sono finiti gli anni '80 ho l'impressione che tutte le forme espressive che ci circondano, quindi musica, cinema, televisione ecc., siano pervase da una comune perdita di "solarità". Ci sono ovviamente delle eccezioni, ma la predominanza tende al cupo.
La musica per esempio è generalmente "piagnona", dalle canzoni di musica leggera a quelle rock.

Capisco che il periodo storico è pessimo, ma anche ai tempi di "Marameo perché sei morto" non è che fosse tutto rose e fiori. Non dico nemmeno che dobbiamo metterci gli occhiali rosa, ma la mia sensazione è che se ci fosse qualcosa di più edificante, in generale, forse avremmo tutti un pò più di speranza. (E lo dico io che sono cresciuto ascoltando anche i Cure).
Probabilmente tutto quello che dico è esclusivamente soggettivo. Ci pensavo stasera, dopo aver visto su Rai 3 il telefilm della serie "Medium". Ebbene, ho ripensato che negli anni '80 tutti i telefilm che vedevo mi lasciavano sempre una grande allegria, o comunque non mi incupivano così... (di contro c'erano i cartoni animati giapponesi)
Boh :bhò:
Vabbé, mi fermo qui altrimenti faccio un inutile monologo.

nikoèstancoehasonno
06-01-2006, 02:01
Originariamente inviato da zorro
Visto l'orario mi permetto di sparare un inutile monologo.


Non buttarti giù, dai. :D
Hai scritto cose interessanti.
Ma negli anni ottanta non c'era il dark, ed il dark non era un filino pessimista?
Oggi ci abbiamo anche i giastin timberleic e le britnei spirs che sinceramente sono allegrotti.
Ci abbiamo il giamiroquei, e lo zelig ed i film di natale.
A me non sembra che manchi la luce (in fondo al tunnel), anzi.
Secondo me non è un momentaccio.
Qualche band interessante c'è anche adesso. Cito gli strocs ed i franz ferdinand. E robbi uilliams. Certamente non mi vedrai mai ad un loro concerto, nè con un loro cd in mano. Ma obiettivamente sono interessanti e non tristi.
Secondo me il problema, lo ripeto, è che la tv è troppo piena di ventenni bellissime vestite corte. Secondo me mentre le guardiamo c'è qualcuno che ci da un calcio in testa e ce la schiaccia sull'asfalto.
Ciao

BubuKing
06-01-2006, 02:06
Originariamente inviato da nikoèstancoehasonno
Non buttarti giù, dai. :D
Hai scritto cose interessanti.
Ma negli anni ottanta non c'era il dark, ed il dark non era un filino pessimista?
Oggi ci abbiamo anche i giastin timberleic e le britnei spirs che sinceramente sono allegrotti.
Ci abbiamo il giamiroquei, e lo zelig ed i film di natale.
A me non sembra che manchi la luce (in fondo al tunnel), anzi.
Secondo me non è un momentaccio.
Qualche band interessante c'è anche adesso. Cito gli strocs ed i franz ferdinand. E robbi uilliams. Certamente non mi vedrai mai ad un loro concerto, nè con un loro cd in mano. Ma obiettivamente sono interessanti e non tristi.
Secondo me il problema, lo ripeto, è che la tv è troppo piena di ventenni bellissime vestite corte. Secondo me mentre le guardiamo c'è qualcuno che ci da un calcio in testa e ce la schiaccia sull'asfalto.
Ciao


Tu non me la conti giusta.
Ragioni troppo male.
Mi sto innamorando di te.

nikoèstancoehasonno
06-01-2006, 02:09
Originariamente inviato da BubuKing
Tu non me la conti giusta.
Ragioni troppo male.
Mi sto innamorando di te.

Sei uno di quelli che gli piace l'uomo che ragiona male?

longline
06-01-2006, 02:14
Originariamente inviato da nikoèstancoehasonno
Sei uno di quelli che gli piace l'uomo che ragiona male? No è che subisce il fascino del motociclista, ma non bisogna dirglielo, altrimenti si infila il casco il giubbotto i guanti gli occhiali da sole, poi si mette a piangere per 5 minuti. Poi prende una rivista di moto, guarda la custom in copertina e con aria di sufficenza pensa "tanto è ancora acerba". Poi si toglie tutto e trasloca 150 pc. :fagiano:

leon4rdo
06-01-2006, 02:27
Originariamente inviato da zorro
Visto l'orario ....
Vabbé, mi fermo qui altrimenti faccio un inutile monologo.

:incupito: condenso?

sei cresciuto e il tuo mondo ti sta stretto

zorro
06-01-2006, 02:54
Originariamente inviato da leon4rdo
:incupito: condenso?

sei cresciuto e il tuo mondo ti sta stretto

Sicuramente, se la sensazione è solo soggettiva e non trova conforto altrove :bhò:

rebelia
06-01-2006, 03:01
Originariamente inviato da longline
No è che subisce il fascino del motociclista, ma non bisogna dirglielo, altrimenti si infila il casco il giubbotto i guanti gli occhiali da sole, poi si mette a piangere per 5 minuti. Poi prende una rivista di moto, guarda la custom in copertina e con aria di sufficenza pensa "tanto è ancora acerba". Poi si toglie tutto e trasloca 150 pc. :fagiano:

:biifu:

l'evangelista
06-01-2006, 10:50
vero. io non riesco ad appassionarmi a nulla.

da ragazzino accendevo la tv e trovavo i gol di Maradona. Oggi Totti.
la domenica dopo pranzo guardavo i duelli Senna-Mansell-Prost-Piquet.
Oggi Montoya ed Alonso.
accendevo la radio e c'era la voce di Mia Martini. Oggi quella di Valeria Rossi.
accendevo il commodore e giocavo a Emlyn Hughes International Soccer. Oggi pccalcio.
andavo al bar e trovavo il 90° di Paolo Valenti, mezz'ora di servizi senza 1 secondo di pubblicità. Oggi (anzi l'anno scorso) un'ora di commenti e televendite.
:cry: :cry:

alain
06-01-2006, 10:58
vorrei tornare alla fine degli anni 80, i ricchi si vedevano che erano ricchi, i poveri si vedevano che erano poveri... ora invece è tutto uguale ... debiti, rate, mutui...

anni 80 chi poteva girava con la thema con il radiotelefono a bordo o con la croma chi non poteva con la renault5 o simili... ora invece hanno tutti la Biemmevù comprata a rate i telefonini con la ricarica... che palle...

viva gli anni 80

Loading