PDA

Visualizza la versione completa : Perchè i giornalisti odiano i blog


superbubba
24-01-2006, 09:39
Ci sono partite che si possono vincere altre che si possono perdere. Poi ci sono quelle che non ha senso giocare. Questa e’ una di quelle. Sara’ noioso ma a questo punto dopo aver tanto ironizzato comincio a credere sia giunto il momento di preoccuparsi. Alludo al rapporto fra blog e informazione di cui tanto abbiamo discusso in questo ultimo anno; alludo, per essere piu’ preciso, al gioco al massacro che la stampa italiana ha intrapreso nei confronti della editoria personale in rete. Prima di chiedersi perchè ciò accade è giusto chiedersi se effettivamente accada o se invece siamo noi blogger, noiosi e autoreferenziali, ad avere le traveggole, a parlarci addosso convinti di veleggiare altrove.

Alcune delle citazioni che troverete in questo pezzo sono già state esposte nel mio intervento al convegno del 26 giugno scorso all’Universita’ di Viterbo, mi perdonerà chi c’era.

Allora l’argomento e’ questo: da un annetto a questa parte una larga parte della stampa italiana tecnologica e non ha concentrato la sua attenzione sui weblog. Da questa attenzione sono nati decine di articoli su quotidiani, settimanali, mensili e giornali femminili. Divulgazione: tecnologia spiegata alle masse. Un lavoro certamente difficilissmo.

Continua... (http://www.ikaro.net/articoli/cnt/giornalisti_blog-00239.html)

Zero G
24-01-2006, 09:49
Molto interessante.
C'è un intervento di Beppe Grillo sul suo blog che riguarda informazione, giornalismo e blog.
Per quanti i toni siano decisamente "sopra le righe" merita un occhio.

superbubba
25-01-2006, 13:11
C’è chi allontana i blog dal giornalismo e c’è chi ne riqualifica i rapporti tra le parti. Continua la diatriba tra blogger e giornalisti, ed in questo contesto l’ANSO dice la propria autorevole opinione con ‘Scrivere 2.0’.

http://webnews.html.it/focus/548.htm

Betty82
25-01-2006, 14:37
argomento che mi interessa e chi ci ritrovo? ZeroG :yuppi:

questo continue sortite del giornalismo tradizionale sono, a mio avviso, elementi lampanti del fatto che è ormai chiaro per la lobby giornalistica che la nuova generazione 20-30, quella che fra un po' sarà il cuore pulsante dell'economia, non è così scema da continuare a leggere faziosi, che ri-portano informazioni parziali, e che non approfondiscono la notizia, quando in rete, quasi in tempo reale si può trovare qualunque notizie e si può confrontarsi direttamente sia con l'autore del pezzo che con altri interessati allo stesso argomento; per cui vedono il loro "potere" assottigliarsi e continuano a gridare sempre più forte al lupo-al lupo

combattono una battaglia persa in partenza

babanetcom
25-01-2006, 15:03
alle precedenti olimpiadi ad atene gli atleti e il loro entourage non potevano assolutamente tenere un blog, pena fino all'esclusione dai giochi....
vogliamo dire che se loro avessero avuto un blog nessuno si filava le puttanate che diffondo i giornalisti intenti a vendere (anzichè dare) le notizie?

Zero G
25-01-2006, 15:11
Originariamente inviato da Betty82
argomento che mi interessa e chi ci ritrovo? ZeroG :yuppi:


Hey!
http://home.student.uu.se/kabe0427/Fonzie.jpg
:stordita:



Originariamente inviato da Betty82
combattono una battaglia persa in partenza
Non necessariamente, purtroppo.
Chi trova informazioni da "fonti parallele" (come la rete) continuerà a farlo (pensando tutto il male possibile del giornalismo tradizionale) ma chi trae informazioni sulla rete dalla stampa(in senso lato) tradizionale continuerà a farlo.
Magari ritenendo i blog affari per patiti informatici che mettono o-line i loro diari post adolescenziali. Al limite si cita (come eccezione) il blog di Grillo.
Sull'autoreferenzialità e sulla "chiusura" di quella che viene definita "blogosfera" (orribile-orribile neologismo!) sono pienamente d'accordo.

taddeus
25-01-2006, 15:14
Anche a me fanno generalmente cagare...e non sono giornalista.
Un modo come un altro per perdere tempo, salvo rare eccezioni :fagiano:

Umanista
25-01-2006, 15:18
Originariamente inviato da taddeus
Anche a me fanno generalmente cagare...e non sono giornalista.
Un modo come un altro per perdere tempo, salvo rare eccezioni :fagiano:

Quoto.
Trovo inoltre molto interessanti le motivazioni con cui Daniele Luttazzi annuncia la chiusura del suo blog.
vedi qui (http://www.repubblica.it/2006/a/sezioni/spettacoli_e_cultura/luttblog/luttblog/luttblog.html)

wsim
25-01-2006, 15:22
Originariamente inviato da Zero G
Hey!
http://home.student.uu.se/kabe0427/Fonzie.jpg
:stordita:



Non necessariamente, purtroppo.
Chi trova informazioni da "fonti parallele" (come la rete) continuerà a farlo (pensando tutto il male possibile del giornalismo tradizionale) ma chi trae informazioni sulla rete dalla stampa(in senso lato) tradizionale continuerà a farlo.
Magari ritenendo i blog affari per patiti informatici che mettono o-line i loro diari post adolescenziali. Al limite si cita (come eccezione) il blog di Grillo.
Sull'autoreferenzialità e sulla "chiusura" di quella che viene definita "blogosfera" (orribile-orribile neologismo!) sono pienamente d'accordo.

Direi che sono d'accordo.
Tuttavia spezzo una lancia a favore delle associazioni di blog tematici (cinebloggers, ad esempio...) ma per il resto ritengo anch'io che al 90% siano bytes sprecati...

Zero G
25-01-2006, 15:22
Originariamente inviato da Umanista
Quoto.
Trovo inoltre molto interessanti le motivazioni con cui Daniele Luttazzi annuncia la chiusura del suo blog.
vedi qui (http://www.repubblica.it/2006/a/sezioni/spettacoli_e_cultura/luttblog/luttblog/luttblog.html)
Tant'è vero che ci sono arrivato prima io del giornalista in questione.
E sono tutt'altro che il pulcino più svelto della covata.
quì (http://spaces.msn.com/members/senzapeso/Blog/cns!1pWEAVE_bKWO-7KHgOSGrCOg!300.entry)
e quì ( http://spaces.msn.com/members/senzapeso/Blog/cns!1pWEAVE_bKWO-7KHgOSGrCOg!273.entry)

Loading