PDA

Visualizza la versione completa : la coop querela berluscao


scimmietta1
10-02-2006, 11:49
A Omnibus di La7 il premier parlò di collusioni tra una cooperativa
della Campania e la camorra, citando a dimostrazione la procura di Napoli
Presidente Legacoop Poletti
denuncia Berlusconi per diffamazione


Il presidente del Consiglio Berlusconi
ROMA - Il presidente della Lega Nazionale delle Cooperative e Mutue, Giuliano Poletti, ha denunciato per diffamazione il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi. La denuncia, presentata questa mattina alla procura di Roma dalll'avvocato Fausto Tarsitano, riguarda un'intervista tv del 3 febbraio al programma "Omnibus", su "La7": Berlusconi segnalò il caso di una cooperativa della regione Campania "che aveva avuto finanziamenti legati alla camorra".

Poletti nella denuncia ha ricordato che nell'intervista fatta nel programma 'Omnibus' il presidente del Consiglio ha fatto precise dichiarazioni a proposito dei finanziamenti che avrebbe avuto la cooperativa della Campania. Dichiarazioni che, secondo il denunciante, contengono gravi accuse senza fondamento.

Berlusconi nella trasmissione ha anche citato, a dimostrazione delle proprie dichiarazioni, la procura della Repubblica di Napoli. Ma la stessa procura, si legge nella denuncia, "di fronte ad accuse così gravi ha fatto una secca smentita sottolineando che quei processi si sono conclusi con le assoluzioni dei dirigenti delle Cooperative e non con prescrizioni tranne che per un unico capo di imputazione".

"Nelle motivazioni delle sentenze - si legge nella denuncia - i giudici, ponendosi in contrasto con le tesi d'accusa, ritennero che i dirigenti coop erano da considerare come vittime e non complici delle infiltrazioni dei clan nel sistema dei subappalti".

Nel suo intervento televisivo, invece, il premier aveva detto come dalla lettura delle carte processuali fosse indiscutibile che "quei finanziamenti venissero dalla camorra", per poi aggiungere che "soltanto il trascorrere del tempo della prescrizione per la lentezza, secondo me voluta apposta su questo processo, ha impedito che ci fosse una condanna. Però di condanne di connivenze tra organizzazioni della criminalità organizzata appunto e delle cooperative ce ne sono diverse", aveva concluso Berlusconi.

Per Poletti le dichiarazioni rese dal presidente del consiglio "appaiono di enorme gravità. Non solo perchè la notizia della collusione fra camorra e cooperative è stata data dal premier, autorità a cui si dà credito per via dell'alta funzione che esercita ma anche perchè l'on. Berlusconi ha soggiunto di aver letto le carte del processo, di averle direttamente e personalmente esaminate per cui il suo 'dictum' ha avuto una efficacia poderosa".


(10 febbraio 2006)

mame01
10-02-2006, 11:51
basta ca...ora


ma fate un riassunto



:dhò:

marruz
10-02-2006, 11:51
Originariamente inviato da scimmietta1
...




era
ora

scimmietta1
10-02-2006, 11:52
Originariamente inviato da mame01
basta ca...ora


ma fate un riassunto



:dhò:

berslisca ha detto alla coop che erano in contatto con la camorra.. la coop ha sporto querela

marruz
10-02-2006, 11:52
Originariamente inviato da mame01
basta ca...ora


ma fate un riassunto



:dhò:



berlusconi querelato

mame01
10-02-2006, 11:52
Originariamente inviato da scimmietta1
berslisca ha detto alla coop che erano in contatto con la camorra.. la coop ha sporto querela


Oh cavoli

bravo scimmietta

scimmietta1
10-02-2006, 11:56
Originariamente inviato da mame01
Oh cavoli

bravo scimmietta

http://www.vocinelweb.it/faccine/speciali/14.gif

:D

deleted_c
10-02-2006, 11:57
Originariamente inviato da scimmietta1
A Omnibus di La7 il premier parlò di collusioni tra una cooperativa
della Campania e la camorra, citando a dimostrazione la procura di Napoli
Presidente Legacoop Poletti
denuncia Berlusconi per diffamazione


Il presidente del Consiglio Berlusconi
ROMA - Il presidente della Lega Nazionale delle Cooperative e Mutue, Giuliano Poletti, ha denunciato per diffamazione il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi. La denuncia, presentata questa mattina alla procura di Roma dalll'avvocato Fausto Tarsitano, riguarda un'intervista tv del 3 febbraio al programma "Omnibus", su "La7": Berlusconi segnalò il caso di una cooperativa della regione Campania "che aveva avuto finanziamenti legati alla camorra".

Poletti nella denuncia ha ricordato che nell'intervista fatta nel programma 'Omnibus' il presidente del Consiglio ha fatto precise dichiarazioni a proposito dei finanziamenti che avrebbe avuto la cooperativa della Campania. Dichiarazioni che, secondo il denunciante, contengono gravi accuse senza fondamento.

Berlusconi nella trasmissione ha anche citato, a dimostrazione delle proprie dichiarazioni, la procura della Repubblica di Napoli. Ma la stessa procura, si legge nella denuncia, "di fronte ad accuse così gravi ha fatto una secca smentita sottolineando che quei processi si sono conclusi con le assoluzioni dei dirigenti delle Cooperative e non con prescrizioni tranne che per un unico capo di imputazione".

"Nelle motivazioni delle sentenze - si legge nella denuncia - i giudici, ponendosi in contrasto con le tesi d'accusa, ritennero che i dirigenti coop erano da considerare come vittime e non complici delle infiltrazioni dei clan nel sistema dei subappalti".

Nel suo intervento televisivo, invece, il premier aveva detto come dalla lettura delle carte processuali fosse indiscutibile che "quei finanziamenti venissero dalla camorra", per poi aggiungere che "soltanto il trascorrere del tempo della prescrizione per la lentezza, secondo me voluta apposta su questo processo, ha impedito che ci fosse una condanna. Però di condanne di connivenze tra organizzazioni della criminalità organizzata appunto e delle cooperative ce ne sono diverse", aveva concluso Berlusconi.

Per Poletti le dichiarazioni rese dal presidente del consiglio "appaiono di enorme gravità. Non solo perchè la notizia della collusione fra camorra e cooperative è stata data dal premier, autorità a cui si dà credito per via dell'alta funzione che esercita ma anche perchè l'on. Berlusconi ha soggiunto di aver letto le carte del processo, di averle direttamente e personalmente esaminate per cui il suo 'dictum' ha avuto una efficacia poderosa".


(10 febbraio 2006)

assolto :D

scimmietta1
10-02-2006, 11:58
Originariamente inviato da cicciopie
assolto :D
basta pagare.. :madai!?:
o farsi una legge ad personam :madai!?:

marruz
10-02-2006, 12:29
Originariamente inviato da mame01
Oh cavoli

bravo scimmietta


io ero stato più sintetico e non ho ricevuto alcuna lode :(

Loading