PDA

Visualizza la versione completa : abbandonare uno strumento


yuri refolo
16-03-2006, 11:51
su questo forum ci sono parecchi musicisti, ma sicuramente di più sono quelli che nella vita hanno preso in mano uno strumento... mi piacerebbe sapere le motivazioni che li hanno spinti ad abbandonare lo studio: noia, mancanza di tempo, pessimo insegnante o cosa :)

taddeus
16-03-2006, 11:52
Mi sono reso conto che non era per me, facevo proprio cagarrrr.

7keys
16-03-2006, 11:54
ho abbandonato lo studio ma non il desiderio di suonare.
Anzi diciamo che è il desiderio che comanda, entro in TRANS e mi dirigo verso il mio piano come uno zombie.
Non ti dico se è gia aperto e mi fa intravedere quei tasti bianchi e neri coperti da un leggero panno rosso :sbav:

Mi eccita solo pensarlo.

Brenz
16-03-2006, 11:58
Ho suonato la batteria per dodici anni, anche con discreti risultati, poi causa eventi tragici all'interno del gruppo ho mollato. Nell'immediato per non pensare a cosa era successo, in un secondo momento ho provato a rientrare in un altro gruppo ma ho capito che le motivazioni erano tutte legate all'esperienza precedente costruita in anni di amicizia e frequentazione. Non avevo più stimoli e la batteria non era più fonte di gioia.

aedo
16-03-2006, 12:02
Quando suonavo la chitarra elettrica dovevo spostare ampli, effetti, aste e chi più ne ha più ne metta; dopo i concerti era una faticata immane

:madai!?:

poi ho optato per la classica; era una fatica immane farsi ore di tecnica tutti i giorni, dopo qualche anno ho smesso per dedicarmi alla composizione: fogli e matita sono indubbiamente più leggeri.

:)

figaro
16-03-2006, 12:06
Ero combattuto tra lo strumento e il corso di studi. Mi dicevano che ero bravo e potevo far bene, ma non ne ero convinto e allora mi sono dedicato solo agli studi.

yuri refolo
16-03-2006, 12:09
non sapete quanto oro per me c'è in questo thread: insegno, e sono particolarmente interessato a questi argomenti... continuate, grazie :)

7keys
16-03-2006, 12:17
Originariamente inviato da yuri refolo
non sapete quanto oro per me c'è in questo thread: insegno, e sono particolarmente interessato a questi argomenti... continuate, grazie :)
L'errore che fanno spesso i professori è di farti prendere troppo seriamente lo studio dello strumento.
Secondo me dovrebbero buttarla più sul gioco e sulla passione.
So che sono indispensabili studi ammorbanti dipo Longo, Cesi-Marciano, le scale di FINIZIO e compagnia cantante, sarebbe bello trovare studi più simpatici e orecchiabili.

ci sono i valzer di chopin ad esempio che valgono come esempio.
Le sonate di Mozart.
Eppoi mi piacerebbe molto il suonare in gruppo, come facevamo al conservatorio.
Mi ricordo che a volte infilavo delle scale blues nei pessi di bach a 3 voci e dalla cattedra si alzava la voce "ESPOOOOOOOOOOOSITOOOOOOOO a vuò fernì"
Aveva un orecchio assoluto impressionante il mio prof.

mame01
16-03-2006, 12:19
Originariamente inviato da yuri refolo
su questo forum ci sono parecchi musicisti, ma sicuramente di più sono quelli che nella vita hanno preso in mano uno strumento... mi piacerebbe sapere le motivazioni che li hanno spinti ad abbandonare lo studio: noia, mancanza di tempo, pessimo insegnante o cosa :)

qualora abbandonerò il mio strumento
il giorno dopo mi troveranno di sicuro morto, in campagna da solo e con le occhiaie

rebelia
16-03-2006, 12:19
mancanza di tempo per far tutto o meglio: il tempo a disposizione l'ho dedicato ad altro che mi interessava di piu' :)

in compenso il tempo per la mia chitarra l'ha trovato mio fratello che ha continuato ben oltre i pochi anni che le ho dedicato io e con risultati di gran lunga migliori :D

Loading