PDA

Visualizza la versione completa : Il perdono


consulting
03-04-2006, 10:17
E’ possibile perdonare dopo aver subito un gravissimo torto?
E cosa significa perdonare?
Tutto è perdonabile o ci sono cose su cui non si deve transigere?

seifer is back
03-04-2006, 10:21
possiile si, probabile quasi per niente

significa fidarsi ancora di quella persona

tutto è perdonabile, ma come al primo punto, è quasi impossibile che acccada su certi argomenti.

BubuKing
03-04-2006, 10:23
Originariamente inviato da consulting
E’ possibile perdonare dopo aver subito un gravissimo torto?

dipende


E cosa significa perdonare?

dipende


Tutto è perdonabile o ci sono cose su cui non si deve transigere?
dipende


:D

mame01
03-04-2006, 10:24
Originariamente inviato da consulting
E’ possibile perdonare dopo aver subito un gravissimo torto?
E cosa significa perdonare?
Tutto è perdonabile o ci sono cose su cui non si deve transigere?

si

significa dare importanza a qualcosa di più importante della rabbia

si

Angioletto
03-04-2006, 10:24
io non perdono :madai!?:

adalon78
03-04-2006, 10:28
Originariamente inviato da consulting
E’ possibile perdonare dopo aver subito un gravissimo torto?
E cosa significa perdonare?
Tutto è perdonabile o ci sono cose su cui non si deve transigere?
è una settimana che rifletto su sta cosa. Mi sta captando ora di avere una persona molto vicina che itengo mi abbia fatto non uno..ma più torti..
Io sono una persona che tendenzialmente perdona (ma non dimentico) e che prima di condannare DEFINITIVAMENTE prova sempre un motivo per dare un'altra possibilità nonostante il palese errore. Mi arrabbio molto sul subito, ma sbollita la rabbia (i 5 minuti canonici) mi siedo e ci ragiono su.
Sto giro nn ci riesco. Sono passati 15 gg e più ci ragiono e più mi altero. Credo ci sia sempre un limite ma nn sapevo quale fosse. Temo di averlo scoperto.

Ognuno ha un limite di sopportazione/giustificazione personale diverso dagli altri in forme e misure..su questo non c'è dubbio.

consulting
03-04-2006, 10:31
Non lo so e da stamattina che ci sto pensando. Il tutto è iniziato quando ho aperto repubblica ed ho letto i genitori del povero Tommy che hanno dichiarato "Non chiedeteci di perdonare ora".

Non pensate però al caso specifico. Capita di sovente che gli assassini scrivono dal carcere alle famiglie dell'estinto per chiedere perdono ed a volte lo ricevono.

Vi immaginate la grandezza d'animo della persona che perdona l'assassino di un suo caro? Sono confuso...

Angioletto
03-04-2006, 10:32
Originariamente inviato da consulting
Non lo so e da stamattina che ci sto pensando. Il tutto è iniziato quando ho aperto repubblica ed ho letto i genitori del povero Tommy che hanno dichiarato "Non chiedeteci di perdonare ora".

Non pensate però al caso specifico. Capita di sovente che gli assassini scrivono dal carcere alle famiglie dell'estinto per chiedere perdono ed a volte lo ricevono.

Vi immaginate la grandezza d'animo della persona che perdona l'assassino di un suo caro? Sono confuso...

beh, certo..sono casi particolari..
perchè da un lato è compresibilissimo il loro odio verso questa persona, dall'altro mostrerebbero grande sensibilità..

queste sono cose troppo personali :bhò:

longline
03-04-2006, 10:34
A volte sono riuscito a perdonare azioni gravi ma fatte senza consapevolezza, altre volte non ho perdonato cose minori, ma fatte con intenzione e caparbietà.

stekimir
03-04-2006, 10:34
Originariamente inviato da consulting
E’ possibile perdonare dopo aver subito un gravissimo torto?


no

Loading