PDA

Visualizza la versione completa : Attacchi di panico (cure)


thomas_anderson
30-04-2006, 17:25
ciao a tutti!
soffro da cinque anni di questa malattia e ne ho passate davvero di tutte i colori. attualmente seguo una cura prescrittami all'ospedale S. Chiara di Pisa (equipe Cassano). tuttavia questa cura mi crea una forte dipendenza farmacologica e di fatto non riesco ad uscire di casa (anche se gli altri effetti collaterali del panico, come la depressione sono per fortuna spariti). conoscete per caso qualche centro in Italia che se ne occupi oltre a Pisa? la scelta di Pisa è dovuta al fatto che la spesa era zero (a parte il viaggio. io abito a Vasto, provincia di Chieti), anche se ora francamente dei soldi non me ne importa più niente. se avete delle informazioni o avete avuto esperienza con questi problemi siete i benvenuti. grazie a tutti. ciao :ciauz:

aedo
30-04-2006, 19:11
Secondo me non esiste una cura per gli attacchi di panico: non si tratta di una malattia.

Cinque anni sono tanti ed i farmaci danno dipendenza.

E' l'idea occidentale e contemporanea della pillola magica che contesto perchè come dice la parola stessa, panico è qualcosa che ha a che fare con l'arcaico che è dentro di noi, l'animale.

Gli antichi greci usavano le dionisie per portare a galla e vivere queste emozioni; ora le vie sono tante, tanti gli approcci, tante le letture possibili.

yuri refolo
30-04-2006, 19:24
Originariamente inviato da thomas_anderson
ciao a tutti!
soffro da cinque anni di questa malattia e ne ho passate davvero di tutte i colori. attualmente seguo una cura prescrittami all'ospedale S. Chiara di Pisa (equipe Cassano). tuttavia questa cura mi crea una forte dipendenza farmacologica e di fatto non riesco ad uscire di casa (anche se gli altri effetti collaterali del panico, come la depressione sono per fortuna spariti). conoscete per caso qualche centro in Italia che se ne occupi oltre a Pisa? la scelta di Pisa è dovuta al fatto che la spesa era zero (a parte il viaggio. io abito a Vasto, provincia di Chieti), anche se ora francamente dei soldi non me ne importa più niente. se avete delle informazioni o avete avuto esperienza con questi problemi siete i benvenuti. grazie a tutti. ciao :ciauz:

hai già provato con la psicoanalisi?

miki.
30-04-2006, 20:24
Originariamente inviato da aedo
Secondo me non esiste una cura per gli attacchi di panico: non si tratta di una malattia.


e ti sbagli di grosso :fagiano:

@thomas_anderson onestamente non conosco centri, io l'ho superato eliminando da me le medicine (e sbagliando) se ti sono passati questi attacchi, credo che il dottore ti farà diminuire le dosi fino ad arrivare a togliertele. Considera che per far calare la dipendenza ci vuole tempo, io oggi a circa più di 2 anni che non prendo quelle medicine, ogni tanto ne sento la dipendenza, che è esclusivamente psicologica, ma è ovviamente un qualcosa che si sopporta, credo sia come quando uno smette di fumare e ogni tanto gli viene la voglia.

spqr
30-04-2006, 20:26
Originariamente inviato da aedo
Gli antichi greci usavano le dionisie per portare a galla e vivere queste emozioni; ora le vie sono tante, tanti gli approcci, tante le letture possibili.

Perchè pensi che girare nudi di notte agitando rami, facendo sesso e macellando i propri figli non sarebbe più una pratica appagante ai giorni nostri?
:D

kansuke
30-04-2006, 20:56
bhè è un'argomento delicato, molte persone ne soffrono a diversi livelli.

Purtroppo alcuni problemi psicologici hanno la brutta tendenza a rafforzarsi da soli, come ad esempio a causa della paura di avere un'attacco di panico in una situazione non "sicura".

Per quello che ne so parte dei casi sono indotti da un periodo di stress e da li peggiorano in maniera incontrollata mano a mano che questa situazione scava la sicurezza della persona.
In questo caso magari una cura farmacologica è funzionale, dando la possibilità di riprendere piano piano la propria vita in maniera più indolore possibile.

In altri casi però (e credo che sia frequente) ci sono delle "sofferenze psicologiche" molto profonde sotto, in questo caso l'uso di medicinali potrebbe aiutare a risolvere il sintomo (potrebbe anche non essere suff) ma lascia il problema li dove sta.
In questo caso la terapia dovrebbe essere l'arma principale, l'uso del medicinale in questi casi potrebbe perfino essere controproducente in un certo senso seppellendo le sensazioni negative.

In entrambi i casi deve esserci una volontà di superare il problema e di uscirne piano piano, senza di questa non esiste medicinale o terapia o supporto che bastino.
Per quanto mi riguarda chi soffre deve prendersi la responsabilità di fronte a se stesso di portare avanti la cosa, naturalmente secondo le sue possibilità e risorse.

Naturalmente non pretendo che quello che dico sia vangelo, non sono un medico, e comunque sono questioni talmente complicate che è difficile consigliare.

Personalmente credo che una chiacchierata con un'analista serio ti permetterebbe di avere una visione più chiara della cosa.

Mauz®
30-04-2006, 21:03
Una mia amica ne soffre...per quanto possa curarsi peggiora sempre più... :bhò:

E' sempre stata una persona piuttosto fragile e con dei problemi in famiglia...non mi pare siano tanto gravi, ma ci sono (poi lei di certo non li viene a raccontare a me)...

Negli ultimi mesi l'ho persa di vista, ma quando ricompare non la trovo mai migliorata... :incupito:

aedo
30-04-2006, 21:42
Originariamente inviato da miki.
e ti sbagli di grosso :fagiano:


Nella psicanalisi gli attacchi di panico non sono considerati una malattia ma la manifestazione di un disagio più complesso.

Questo non vuol dire che non siano una cosa "seria".

djciko
01-05-2006, 02:34
Forse basta un po' di voglia di vivere e l'essere circondati da persone intelligenti con cui si puo' parlare di tutto.

Parlare con persone poco addentro al problema e' sconsigliato, come leggere cose scritte con un approccio soft...Insomma, se ci si confronta, si deve fare con qualcuno bravo.

Un viaggio in India :D , un po' di yoga e qualche soddisfazione professionale e privata aiutano a fare il passo necessario per ricominciare a credere che se ne puo' uscire.

Passeggiate in natura, sole e sorrisi fanno il resto...

Esistono malattie peggiori.

djciko
01-05-2006, 02:40
Originariamente inviato da thomas_anderson
ciao a tutti!
soffro da cinque anni di questa malattia e ne ho passate davvero di tutte i colori. attualmente seguo una cura prescrittami all'ospedale S. Chiara di Pisa (equipe Cassano). tuttavia questa cura mi crea una forte dipendenza farmacologica e di fatto non riesco ad uscire di casa (anche se gli altri effetti collaterali del panico, come la depressione sono per fortuna spariti). conoscete per caso qualche centro in Italia che se ne occupi oltre a Pisa? la scelta di Pisa è dovuta al fatto che la spesa era zero (a parte il viaggio. io abito a Vasto, provincia di Chieti), anche se ora francamente dei soldi non me ne importa più niente. se avete delle informazioni o avete avuto esperienza con questi problemi siete i benvenuti. grazie a tutti. ciao :ciauz:


comunque, amico mio...la dico cosi, tanto per dire, qui si e' fra amici e si puo' dire tutto.
Hai mai provato a spegnere il PC per un po' di tempo ed a vedere come ti senti ?

Sai com'e'.....Alle volte dalla vita si pretendono gli stessi tempi di risposta che abbiamo dalle macchine...

Loading