PDA

Visualizza la versione completa : GEA... questa CONOSCIUTA!


maximum
03-05-2006, 10:05
Forse qualcosa si muove! (http://www.repubblica.it/2006/05/sezioni/sport/calcio/serie_a/telefonate-arbitri/telefonate-arbitri/telefonate-arbitri.html)

andropoff
03-05-2006, 10:16
Originariamente inviato da maximum
Forse qualcosa si muove! (http://www.repubblica.it/2006/05/sezioni/sport/calcio/serie_a/telefonate-arbitri/telefonate-arbitri/telefonate-arbitri.html)

io mi preoccupo.

il tutto l'articolo non trovo la parola galliani.
e nemmeno le google toolbar me la segnala.

andropoff
03-05-2006, 11:29
oh! :dottò:

moggi, rubare, juventus, doping, scudetto, arbitri, campionatofalsato, sudditanzapsicologica, galliani, lega, milan, gea...

dove siete tutti?! :stordita:

plafo
03-05-2006, 11:30
Originariamente inviato da andropoff
oh! :dottò:

moggi, rubare, juventus, doping, scudetto, arbitri, campionatofalsato, sudditanzapsicologica, galliani, lega, milan, gea...

dove siete tutti?! :stordita:




non posso leggere l'articolo....chi mi fa un riassunto di quello che dice? :fagiano:

stl
03-05-2006, 11:32
tutti al rogo

andropoff
03-05-2006, 11:34
Al tribunale di Roma le carte di una indagine archiviata da Guariniello
Il dossier della Procura alla Figc: coinvolti Moggi, Pairetto e Mazzini

Telefonate intercettate sugli arbitri
il calcio italiano adesso trema
di MARCO TRAVAGLIO e FULVIO BIANCHI


Franco Carraro
ROMA - Ufficiale: la Federcalcio indaga sul dossier arbitri. Ci sono intercettazioni telefoniche riferite anche a Luciano Moggi, direttore generale della Juventus, Pierluigi Pairetto, designatore arbitrale sino all'anno scorso, ed Innocenzo Mazzini, vicepresidente Figc. Una lunga nota di via Allegri ieri ha dato un'improvvisa e clamorosa accelerata alla vicenda: resta da stabilire adesso la portata dell'"ampia e copiosa documentazione" sulle centinaia di pagine di intercettazioni arrivata alla Figc il 13 marzo scorso dalla procura della Repubblica di Torino.

Ed è lì che è nato tutto. Per circa due mesi, dai primi di agosto alla fine di settembre del 2004, il dg Moggi, l'amministratore delegato Antonio Giraudo e Pierluigi Pairetto, hanno avuto i telefoni intercettati dalla Procura della Repubblica di Torino per una gravissima ipotesi d'accusa: associazione per delinquere finalizzata alla frode sportiva. L'indagine, coordinata dal procuratore aggiunto Raffaele Guariniello ma seguita in prima persona anche dal procuratore capo Marcello Maddalena, è stata poi archiviata alcuni mesi fa (esattamente nel settembre 2005) dall'ufficio Gip, su richiesta della stessa Procura, perché non erano emersi elementi sufficienti né per chiedere una proroga dei termini per investigare, né per formulare subito una richiesta di rinvio a giudizio. Ma le telefonate trascritte dalla polizia giudiziaria hanno disegnato il ritratto di una lobby di potere che ruota intorno ai vertici della Juventus, col contorno di dirigenti federali e arbitrali, alcune giacchette nere, procuratori legati a vario titolo alla Gea capitanata da Alessandro Moggi (figlio di Luciano), giornalisti televisivi e della carta stampata, e persino qualche uomo politico (si parla addirittura di un paio di ministri). Per questo, al di là degli aspetti penali della vicenda ormai sepolti in archivio, i magistrati torinesi hanno deciso di mettere a disposizione della giustizia sportiva, oltreché della procura di Roma, il frutto del loro lungo lavoro. E' stato lo stesso Maddalena, nel mese di marzo, a recarsi a Roma per consegnare personalmente il voluminoso incartamento al presidente della Federcalcio Franco Carraro e ai pm capitolini.

Si apre così un nuovo filone. Indagano i magistrati Luca Palamara e Cristina Palaia che stanno lavorando già sul doping amministrativo, sulla Gea e su Gaucci. Come spiegato nel comunicato Figc: "Alcuni elementi riscontrati nella documentazione in esame avrebbero potuto avere attinenza e rilevanza con alcuni fatti oggetto di altro procedimento penale in atto istruito dai medesimi magistrati". Insomma, il faldone romano aumenta. Ma è sul fronte sportivo, più che su quello penale, che presto potrebbero arrivare novità clamorose: il generale Italo Pappa, n.1 dell'Ufficio Indagini, si è messo subito in contatto coi magistrati. Non ci sono partite truccate: questo pare certo.

L'interesse degli "007" della Figc si sarebbe focalizzato soprattutto su Moggi e Pairetto, ai quali si è aggiunto l'altro intercettato Innocenzo Mazzini, medico fiorentino, vicepresidente Figc. Che si sono detti fra loro? Hanno sicuramente parlato di tanti argomenti, anche di arbitri. In anni, tra l'altro, in cui vigeva il sistema del sorteggio... Forse anche giudizi pepati su qualche dirigente. Parole che potrebbero riguardare (eventualmente) l'articolo 1, quello sulla lealtà sportiva. Cose "sgradevoli", "inopportune"? Tutto da stabilire: i dirigenti potrebbero rischiare il deferimento. Il generale Pappa adesso aspetta segnali dalla Procura romana: Carraro si augura di chiudere tutto (ma non sarà facile) prima dei Mondiali. Le carte le ha avute anche l'Uefa.

La stessa Federcalcio intanto ha deciso (il 7 aprile scorso: strano l'abbia comunicato proprio ieri...) di sostituire l'ex designatore arbitrale Pairetto con Pierluigi Collina nella commissione arbitri dell'Uefa. Pairetto era vicepresidente, l'organismo europeo deciderà il 23 maggio. Collina ha ringraziato Carraro che ha mantenuto quanto promesso, e l'ha "ripescato" dopo il caso sponsor: "Sono orgoglioso". L'ex arbitro di Viareggio aveva appena firmato una collaborazione con Sky per i Mondiali: ora come farà? Il "ripescaggio" di Collina non farà felice Tullio Lanese, n.1 dell'Aia. L'altro ex designatore, Paolo Bergamo, resta nella commissione arbitri Fifa sino a giugno 2007.

Nemecsek
03-05-2006, 12:30
un altro buco nell'acqua di guariniello :sonno:

andropoff
03-05-2006, 12:40
Originariamente inviato da Nemecsek
un altro buco nell'acqua di guariniello :sonno:

guarda che guariniello (senza parlare il tv o altro) ha già indagato su sta cosa ed ha già archiviato, senza accusare, senza polemiche, senza nulla.

ha solo passato le intercettazioni alla giustizia sportiva (come giusto) per valutare se ci sono estremi per parlare di forde sportiva.

voi juventini vedete il diavolo in sto guariniello, nn voglio riaprire polemiche, ma rileggendo l'accusa e la sentenza tutti i torti non li aveva. il suo errore è stato pretendere di far diventare retroattiva una normativa che, al tempo del misfatto, non era in vigore.

prima di essere assalito vi ricordo che per conto mio, già allora lo dissi, l'assoluzione è piena, ma non toglie i dubbi sugli abusi che ci sono stati ma quando ci sono stati non erano reato. :bhò:

io sto demonizzare guariniello proprio non lo capisco.

fra7576
03-05-2006, 13:06
Originariamente inviato da andropoff
guarda che guariniello (senza parlare il tv o altro) ha già indagato su sta cosa ed ha già archiviato, senza accusare, senza polemiche, senza nulla.

ha solo passato le intercettazioni alla giustizia sportiva (come giusto) per valutare se ci sono estremi per parlare di forde sportiva.


frode sportiva è un reato penale, che è già stato escluso.



voi juventini vedete il diavolo in sto guariniello, nn voglio riaprire polemiche, ma rileggendo l'accusa e la sentenza tutti i torti non li aveva. il suo errore è stato pretendere di far diventare retroattiva una normativa che, al tempo del misfatto, non era in vigore.

prima di essere assalito vi ricordo che per conto mio, già allora lo dissi, l'assoluzione è piena, ma non toglie i dubbi sugli abusi che ci sono stati ma quando ci sono stati non erano reato. :bhò:


pacifico. solo che per arrivare a quello che era già chiaro fin dall'inizio si è dovuto passare attraverso 2 gradi di giudizio, e ce ne attende un terzo.



io sto demonizzare guariniello proprio non lo capisco.

l'accanimento di guariniello, anche personale, verso l'attuale dirigenza bianconera è evidente.

agiaco
03-05-2006, 13:09
Intercettati pure Galliani e Biscardi, dicono repubblica e Corriere! :D

Loading