PDA

Visualizza la versione completa : gnosi della verità ingenerata dalla bugia


D56
18-05-2006, 16:00
Dite le vostre tristezze, i pensieri spontanei, la vostra fede in una bellezza. Dite tutto ciò con sincerità intima, tranquilla ed umile. Utilizzate, per esprimervi, le cose che vi circondano, le immagini dei vostri sogni, gli oggetti dei vostri ricordi.
Rainer Maria Rilke

chissà se c'è compiacimento, ma di certo ogni volta che vogliamo narrare uno stato d'animo, un istante, attraverso un tono poetico , in fondo siamo un poco bugiardi e ruffiani

ma senza quest'artificio, senza quest'istanza estetizzante, nulla si potrebbe raccontare, e far conoscere, per cui è una disonestà feconda, indispensabile

è strano come in fondo

Il poeta è un fingitore
Fernando Pessoa

ma del resto, è possibile raccontare in diretta un tramonto, uno sguardo, l'odore acre d'urina d'un anfratto nascosto, o il fresco d'un portone, passando d'estate, nel silenzio delle due?

no, bisogna scrivere sempre dopo, ed è appunto arte, cioè artificio.

Ma nulla è più vero di ciò che è finto, perchè solo ciò che è finto racconta il vero, lo evoca.

DonFabio
18-05-2006, 16:02
Ciò che è finto evoca la soggettività di chi lo ha creato, pensando che stesse ricreando uno spicchio di vero.

Ledzeppelin
18-05-2006, 16:04
Originariamente inviato da DonFabio
Ciò che è finto evoca la soggettività di chi lo ha creato, pensando che stesse ricreando uno spicchio di vero.

Eh ?

DonFabio
18-05-2006, 16:04
Originariamente inviato da Ledzeppelin
Eh ? :dottò:

Quand'eri più giovane eri più...insomma...coglievi le cose al volo... :fagiano:

wsim
18-05-2006, 16:05
Originariamente inviato da D56
Dite le vostre tristezze, i pensieri spontanei, la vostra fede in una bellezza. Dite tutto ciò con sincerità intima, tranquilla ed umile. Utilizzate, per esprimervi, le cose che vi circondano, le immagini dei vostri sogni, gli oggetti dei vostri ricordi.
rainer maria rilke



Mi capita ogni tanto, nel forum...

Ledzeppelin
18-05-2006, 16:05
Originariamente inviato da DonFabio
:dottò:

Quand'eri più giovane eri più...insomma...coglievi le cose al volo... :fagiano:

Ero meno rinco, intendi ? :D

figaro
18-05-2006, 16:06
Originariamente inviato da Ledzeppelin
Eh ?

Qualcosa si è rotto nel continuum.

DonFabio
18-05-2006, 16:07
Originariamente inviato da Ledzeppelin
Ero meno rinco, intendi ? :D Molto meno. :D

Tra andropausa e suicidi di massa di neuroni, anche il mio povero Led è andato... :cry:

Ledzeppelin
18-05-2006, 16:10
Originariamente inviato da DonFabio
Molto meno. :D

Tra andropausa e suicidi di massa di neuroni, anche il mio povero Led è andato... :cry:

http://www.kataweb.it/cinema/rendercmsfield.jsp?field_name=Image&id=144072

:bhò:

D56
18-05-2006, 16:21
Ciò che è finto evoca la soggettività di chi lo ha creato, pensando che stesse ricreando uno spicchio di vero.


sì, il vero si ricrea, però passando attraverso l'artificio, lo sforzo creativo, la creazione che non è verità in sè, ma il suo simulacro

mi affascina questo legame indissolubile fra vero e artificiale, quasi fossero due naufraghi che solo insieme possono nuotare fino a riva

il vero senza il falso non lo puoi conoscere, il falso se non narra il vero non svolge il suo compito

sì, caro fabio, hai centrato la quistione

Loading