PDA

Visualizza la versione completa : Pagine di storia dimenticate


DesertStorm
09-06-2006, 11:53
Forse la questione nazista fa più clamore, forse poter dire milioni di morti fa più eco, tuttavia c'è una pagina di storia italiana completamente dimenticata da tutti, soprattutto dai francesi che tendono a insabbiare tutto e mai ricordata da tg ecc ecc

Antefatto
La storia inizia con la battaglia di montecassino e la linea Gustav. L'impresa era un suicidio, i parà tedeschi insediati non lasciavano nemmeno un cm di terra e le forze di liberazione sbarcate ad anzio erano ferme a pochi km dal punto di sbarco

Come risolvere? Semplice, mercenari con un solo premio: poter razziare la popolazione liberata.

Il proclama delle forze francesi marocchine
«Il vostro generale vi annuncia, vi promette solennemente, vi giura, sul suo onore di soldato e sulla bandiera della Francia, che si alza, per l'ultima volta, il sole sulle vostre sofferenze, sulle vostre privazioni, sulla vostra fame. Oltre quei monti, oltre quei nemici che stanotte ucciderete, c'è una terra larga... ricca di donne, di vino, di case. Se voi riuscirete a passare oltre quella linea senza lasciare vivo un solo nemico, il vostro generale vi promette, vi giura, vi proclama che quelle donne, quelle case, quel vino, tutto quello che troverete sarà vostro, a vostro piacimento e volontà. Per 50 ore. E potrete avere tutto, prendere tutto, distruggere o portare via, se avrete vinto, se ve lo sarete meritato».

.............................

Una nota del 25 giugno del 1944 del comando generale dell'Arma dei Carabinieri dell'Italia liberata alla Presidenza del Consiglio, segnalava nei comuni di Giuliano di Roma, Patrica, Ceccano, Supino, Morolo, e Sgurgola, in soli tre giorni (dal 2 al 5 giugno), 418 violenze sessuali, di cui 3 su uomini, 29 omicidi, 517 furti compiuti dai soldati marocchini, i quali «infuriarono contro quelle popolazioni terrorizzandole. Numerosissime donne, ragazze e bambine (...) vennero violentate, spesso ripetutamente, da soldati in preda a sfrenata esaltazione sessuale e sadica, che molte volte costrinsero con la forza i genitori e i mariti ad assistere a tale scempio. Sempre ad opera dei soldati marocchini vennero rapinati innumerevoli cittadini di tutti i loro averi e del bestiame. Numerose abitazioni vennero saccheggiate e spesso devastate e incendiate» (5).

.............................

E' comunque da rimarcare il rifiuto opposto dalle autorità francesi alla libera consultazione degli archivi militari per la vicenda in questione.

.............................

Tratto da: http://www.storialibera.it/epoca_contemporanea/II_guerra_mondiale/monte_cassino_1944_scatenate_i_marocchini.html

Altre info
http://fr.wikipedia.org/wiki/Goumier

DesertStorm
09-06-2006, 13:33
ok ok... forse troppo serio per questo ambiente :D

leon4rdo
09-06-2006, 13:36
Originariamente inviato da DesertStorm
ok ok... forse troppo serio per questo ambiente :D

no no va bene cosi. avevo visto qualcosa in tv a proposito...
ma su cosa vuoi commentare? del tipo che forse forse è una vendetta contro la popolazione italiana colpevole di appoggiare un esercito italiano che ha usato armi chimiche in africa per le sue guerre africane?
e comunque i francesi non mi sono molto simpatici...

galz
09-06-2006, 13:40
http://www.italica.rai.it/principali/multimedia/dvd/ciociara/1.jpg

dokk
09-06-2006, 13:41
Ahò, la guerra la volete voi.

DesertStorm
09-06-2006, 13:42
no, è che sui processi di berlusconi e cagate varie si parla e straparla (tv, giornali, radio, manifestazioni, ecc, ecc), su fatti davvero importanti e cosi gravi in confronto è silenzio....

io penso di seguire molto tv e giornali, sia tradizionali che online, ma su questo fatto in 23 anni non avevo mai sentito assolutamente niente

e poi tg1 mi fa 2 palle cosi sul fatto che siamo a giugno e piove e solite cagate meteo. non so come ha fatto l'uomo a sopravvivere 4000 anni senza giuliacci... :D

leon4rdo
09-06-2006, 13:46
Originariamente inviato da DesertStorm
no, è che sui processi di berlusconi e cagate varie si parla e straparla (tv, giornali, radio, manifestazioni, ecc, ecc), su fatti davvero importanti e cosi gravi in confronto è silenzio....


hai perfettamente ragione, ti suggerisco di dare un'occhiata alla cronostoria della ns guerra in africa, così, giusto per curiosità ti allego il link, magari non lo conoscevi:

http://www.cronologia.it/storia/a1936.htm

DesertStorm
09-06-2006, 13:47
Originariamente inviato da dokk
Ahò, la guerra la volete voi.


la legge marziale prevede la fucilazione per abusi sui cittadini fatti dai militari...
un conto è la guerra, un conto è essere delle merde infami... sono 2 cose diverse...
questo è definito un crimine di guerra contro l'umanità e mi pare nessun generale francese abbia mai pagato per questo....

galz
09-06-2006, 13:50
Originariamente inviato da DesertStorm
la legge marziale prevede la fucilazione per abusi sui cittadini fatti dai militari...
un conto è la guerra, un conto è essere delle merde infami... sono 2 cose diverse...
questo è definito un crimine di guerra contro l'umanità e mi pare nessun generale francese abbia mai pagato per questo.... I francesi hanno libri, non pagine, di porcate da nascondere...
Non ultimo quello che hanno fatto in Algeria, in Indocina.. e praticamente nessuno ha mai pagato..

max.z
09-06-2006, 14:05
Originariamente inviato da galz
http://www.italica.rai.it/principali/multimedia/dvd/ciociara/1.jpg

Forse la citazione di Galz è un po' "ermetica", per quanto efficace.
Si tratta di Sofia Loren in "La Ciociara", film del '60 che riprende proprio quell'episodio, e che fruttò all'attrice un meritato Oscar.

Il regista era De Sica, un maestro a livello mondiale a quel tempo, e tra gli attori figura anche tale Jean-Paul Belmondo, cittadino francese, ancorchè di cognome italieggiante.
Dell'oscar, e della relativa risonanza mondiale, s'è detto.

Per cui, mi scuserà chi ha dato questo titolo al thread, ma io ci andrei più cauto a parlare troppo disinvoltamente di "pagine dimenticate".

I libri stanno là, i film pure, oggi c'è pure internet, basta solo la voglia di studiare e di conoscere.

Grazie comunque di avercelo ricordato e averci dato l'occasione di parlarne.

Loading