PDA

Visualizza la versione completa : Piccola riflessione


rax
16-06-2006, 01:52
E' dal 1995 che ho la connessione ad internet, da quando si pagava il "floppy e l'abbonamento" fino ad ora, dove l'unica cosa da pagare è il canone telefonico.
In tutto questo tempo ho imparato molte cose utili. Sia nel mondo della programmazione (php, asp, css, html, xml) fino ad arrivare al mondo della grafica (vettoriale e fotografica).
Una cosa però mi fa riflettere: "c'è posto per tutti questi grafici?". Quello che voglio dire è che prima realizzare una pagina internet era per pochi "eletti", invece ora c'è un boom incredibile di "aziende e privati" che concorrono per realizzarti qualcosa.
Eppure prima quando osavi dire "faccio il webmaster" ti guardavano storto, come se avessi detto "faccio parte di una setta satanica". Ora sai cosa ti rispondono? "Anche mio nipote è capace di mettere due foto online, ed ha solo 14 anni!".
La gente se ne sbatte che tu offri una grafica pensata solo per loro, frutto di preparazione e studio; che hai buttato sangue e soldi su libri, master, corsi e seminari per poter raggiungere un certo livello.
Prendiamo ad esempio questo sito: http://utenti.lycos.it/creazionesiti/ gli affidereste mai lo studio dell'immagine della vostra azienda ? Ecco un piccolo esempio di sito realizzato http://utenti.lycos.it/violaclub/ presso di loro.

Eppure il "cliente" quando vede il costo irrisorio si butta senza pensare alle conseguenze.
Provate a digitare su google la parola "design, grafica, pubblicità, website". Solo per la prima circa 3.530.000.000 risultati e quasi la metà sono studi grafici più o meno "professionali".

Allora mi chiedo, "c'è posto per tutti?". Vedo nascere sempre più aziende, studi, persone che ti fermano e ti dicono: "vuoi-creare-un-sito-personale?" e solo perchè sanno-mettere-una-foto-online credono di essere padroni del web, senza pensare al codice validato ed altre - ahimè - accortezze da considerare che, come ripeto, solo uno studio approfondito può aiutarti a risolvere.

E considerando che bisogna "battere" la concorrenza, puoi vivere con uno stipendio da grafico?

Scusate lo sfogo, ma pensare di aver fatto tanto per poi non riuscire a "sfondare" nel settore, mi fa rabbia... e non poca!

Cosa pensate in merito?

FalcoBS
16-06-2006, 02:04
Fare il grafico è un contro, fare siti internet è un altro. Non mischiamo la cioccolata con la :stordita:

peppiacere :dottò:

rax
16-06-2006, 02:08
Originariamente inviato da FalcoBS
Fare il grafico è un contro, fare siti internet è un altro. Non mischiamo la cioccolata con la :stordita:

peppiacere :dottò:

Non hai minimamente capito cosa voglio dire. L'esempio era di riferimento per capire parte del problema.

baldr
16-06-2006, 02:15
certo che cè posto.

io invece vorrei prendere spunto dalla tua congettura per proporne una molto simile, se me lo concedi.

Come mai tutti questi grafici e questi webdesigner o web master o cinciallegre (chiamateli un po come vuoi) si riconoscono in tali professioni, e guai a inserire il dubbio (che certamente non nasce spontaneo) ?

Inzomma, dire di esser grafici o cinciallegre è una cosa, sapere di esserlo è un altra.

o sbaglio?

rax
16-06-2006, 02:26
Originariamente inviato da baldr
certo che cè posto.

io invece vorrei prendere spunto dalla tua congettura per proporne una molto simile, se me lo concedi.

Come mai tutti questi grafici e questi webdesigner o web master o cinciallegre (chiamateli un po come vuoi) si riconoscono in tali professioni, e guai a inserire il dubbio (che certamente non nasce spontaneo) ?

Inzomma, dire di esser grafici o cinciallegre è una cosa, sapere di esserlo è un altra.

o sbaglio?

Non sbagli assolutamente.

trinityck
16-06-2006, 02:40
Con quell'avatar hai ragione. Punto.

skidx
16-06-2006, 02:45
Originariamente inviato da rax
Cosa pensate in merito?
sinceramente?
che avete un filino stancato con "uffa, esiste la concorrenza", "uffa, c'è il ragazzino che non ha studiato", "uffa c'è tizio caio e sempronio che rovinano il mercato",
come se negli altri settori si facessero i soldi semplicemente dicendo "salve, faccio il nome_mestiere_a_caso". :fagiano:

- Ogni settore ha barriere all'ingresso proprie, più o meno alte, quelli dello sviluppo web e della grafica le hanno molto basse. E' così, non è un dramma, è una caratteristica. Se non sei in grado di adattarti è inutile piagnucolarci. Fai il notaio o l'astronauta, se preferisci un mestiere con poca concorrenza e alte barriere all'ingresso (che valgono anche per te naturalmente).

- Se le barriere all'ingresso sono basse, è normale che ci sia un gradiente qualitativo molto ampio. Avrai quindi tanti livelli, i principianti, gli apprendisti, i professionisti, le grandi aziende, i mostri sacri, etc. etc. e ognuno di questi può trovare una propria fetta di mercato, o cambiare livello se preferisce. Difficilmente il principiante farà concorrenza alla grande azienda, e viceversa, per la oggettiva diversità del target e del prodotto offerto.

- Se uno è bravo ma non trova clienti è possibile che non si sappia vendere, il che non è una colpa grave - c'è chi è bravo a programmare e chi è bravo a vendere - ognuno dovrebbe fare il proprio mestiere.

- il mercato non è un'imene, stai tranquillo che non si rovina.

- nel mondo del software e della produzione intellettuale in generale, l'equazione costo = qualità è ancora più discutibile che in altri settori.

- mentre ti lamenti dell'ingiustizia cosmica, ci sono 1000 cinesi e 800 indiani che stanno diventando più bravi di te.

trinityck
16-06-2006, 02:48
Originariamente inviato da skidx
- il mercato non è un'imene, stai tranquillo che non si rovina.

questa me la rivendo :D

rax
16-06-2006, 03:04
Skidx, la mia è una semplice riflessione dovuta a molti fattori. Non accuso nessuno, nè tantomeno mi lamento. :)
Mi interessava leggere un po' di pareri in merito. Sicuramente, anche solo per una volta, qualcuno avrà fatto le stesse riflessioni, o no? Oppure tutti sono sicuri del proprio stipendio e non si mettono mai in gioco o in relazione con la società e/o settore di competenza?


- il mercato non è un'imene, stai tranquillo che non si rovina.

Hai reso chiaro il concetto! :D

baldr
16-06-2006, 11:54
segate!
(come dice don zaucher nell'ultimo numero del vernacoliere)
se permetti son tuttte segate.

Barriere di ingresso non molto alte?

1. prendi un giornale od una rivista, disegnami la gabbia impaginativa.

2. prendi una lapis, delle squadre e qualche foglio e costruiscimi un font.

3. fammi un sito intero valido xhtml e css

4. fammi un sito valido almeno (e dico almeno) doppia AA

ovviamente non è riferito necessariamente a te, è ovvio ma meglio precisare.

Il "problema" sempre che lo si voglia vedere è che non cè ne cultura ne onesta intellettuale.
Ben vengano nuovi grafici , webdesigner, webmaster o cinciallegre che siano, ma prima di prendere soldi da qualcuno sarebbe, credo, giusto avere una base un po piu solida del
accendo il pc, faccio partire il programma grafico e ti fo il lavoro.

Anche perchè se poi ad uno di questi capitasse di dover curare l'immagine di una azienda, ci sarebbe da pregare l'olimpo intero a finchè l'azienda non ne ricavi un danno più che un beneficio.

Poi cè anche da dire che queste persone sono anche molto incentivate dalla società a comportarsi od a ritenersi grafici o cinciallegre.
Basti dare uno sguardo ai vari siti o forum che certamente aiutano ed ampliano la conoscenza collettiva in uno o più campi ma dall'altro lato non fanno altro che creare (appunto) nuovi pseudografici &co.

Basti pensare ai vari (mi han chiamato giusto stamani) convegni o corsi come il creativity day ecc ecc, aperti al cane ed al porco.

Liberi di essere cosi ma che non ci sia un rovescio dela medaglia è impensabile.

Loading