Pagina 1 di 2 1 2 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 1 a 10 su 13
  1. #1

    p.iva e committente unico

    È vero che se uno con partita iva lavora presso una sola aziende con almeno sei mesi di continuità, l'azienda è tenuta ad assumerlo?
    Se così fosse un collaboratore che fattura (ipotesi) 10.000€/mese se dovesse essere assunto, quale sarebbe il suo stipendio, 10.000 + contributi, ecc. O dovrebbe prendere 1.500/2.000 euro con contributi ecc?
    …• Quello che facciamo in vita riecheggia per l'eternità •…

    …• Claudio Re - Coach Trainer •…

    …• Io sono Ciuck •…

  2. #2
    Utente di HTML.it L'avatar di lnessuno
    Registrato dal
    Feb 2002
    Messaggi
    2,732
    Uno stipendio da dipendente, direi Al max con un inquadramento dirigenziale per avere più soldi, ma non so se possa prendere la stessa cifra...

    In questo caso chi se la prende intercooler è principalmente lui

  3. #3

    Re: p.iva e committente unico

    Originariamente inviato da netghost
    Se così fosse un collaboratore che fattura (ipotesi) 10.000€/mese se dovesse essere assunto, quale sarebbe il suo stipendio
    Intorno ai 4/5 mila € ad occhio e croce.

    Diciamo che fatturassi 10k al mese, mi "accontenterei" di 3k da dipendente, considerando tasse e tfr, ferie, etc etc

  4. #4
    Moderatore di Windows e software L'avatar di URANIO
    Registrato dal
    Dec 1999
    residenza
    Casalpusterlengo (LO)
    Messaggi
    1,260

    Re: p.iva e committente unico

    Originariamente inviato da netghost
    È vero che se uno con partita iva lavora presso una sola aziende con almeno sei mesi di continuità, l'azienda è tenuta ad assumerlo?
    Se così fosse un collaboratore che fattura (ipotesi) 10.000€/mese se dovesse essere assunto, quale sarebbe il suo stipendio, 10.000 + contributi, ecc. O dovrebbe prendere 1.500/2.000 euro con contributi ecc?
    Attenzione, da quanto ho capito con la nuova legge l'azienda non è obbligata ad assumerlo, può benissimo concludere il contratto.

  5. #5
    quindi se (ipotesi) lavorassi per una palestra o una piscina come istruttore e personal trainer, con l'attuale p. iva, tra sei mesi la palestra/piscina dovrebbe assumermi con tutti i crismi? O potrebbe prendere uno nuovo?
    …• Quello che facciamo in vita riecheggia per l'eternità •…

    …• Claudio Re - Coach Trainer •…

    …• Io sono Ciuck •…

  6. #6
    Utente di HTML.it L'avatar di Linkato
    Registrato dal
    Dec 2002
    Messaggi
    487

    Re: p.iva e committente unico

    Originariamente inviato da netghost
    È vero che se uno con partita iva lavora presso una sola aziende con almeno sei mesi di continuità, l'azienda è tenuta ad assumerlo?
    Se così fosse un collaboratore che fattura (ipotesi) 10.000€/mese se dovesse essere assunto, quale sarebbe il suo stipendio, 10.000 + contributi, ecc. O dovrebbe prendere 1.500/2.000 euro con contributi ecc?
    Purtroppo è l'ennesima fregnaccia... speriamo che in parlamento qualche commercialista spieghi per bene le cose alla Fornero.

    Ero un sostenitore di questo governo tecnico, ma ne combinano una dietro l'altra, non può essere un caso, a questo punto...

    Nessuna azienda è obbligata ad assumerti, comunque... non ti fa più lavorare e finisce lì.

  7. #7

    Re: Re: p.iva e committente unico

    Originariamente inviato da Linkato
    Purtroppo è l'ennesima fregnaccia... speriamo che in parlamento qualche commercialista spieghi per bene le cose alla Fornero.

    Ero un sostenitore di questo governo tecnico, ma ne combinano una dietro l'altra, non può essere un caso, a questo punto...

    Nessuna azienda è obbligata ad assumerti, comunque... non ti fa più lavorare e finisce lì.
    Ho trovato qualcosa. Effettivamente è una ca##@ta colossale. Soprattutto perché uno come me che lavora presso un centro sportivo, è ovvio che

    Previsto, infatti, una sorta di scudo contro la presunzione di subordinazione prevista dall'articolo 9 del Ddl e che fa scattare l'obbligo di assunzione quando si verificano due su tre delle seguenti condizioni: una percentuale del 75% del reddito complessivo percepito dallo stesso datore di lavoro, oltre sei mesi di durata del rapporto di lavoro e l'utilizzo di postazioni di lavoro in una sede del committente.

    La correzione prevede l'inapplicabilità della norma alle partite Iva che si siano certificate volontariamente presso le Camere di commercio, cioè nel caso in cui il lavoratore autonomo percepisca un compenso minimo. Altra novità dovrebbe riguardare l'apprendistato, per cui viene eliminata la proposta circolata nei giorni scorsi di elevare fino a 32 anni il limite di età per l'accesso a questo contratto.
    Voglio dire, è ovvio che uso le "postazioni" di lavoro in una sede del committente, se lavoro in palestra e in piscina, cosa faccio mi porto la vasca o gli attrezzi a casa?
    Ma quelli che sono tecnici e professori sono capaci di fare un pensiero coerente e intelligente o sono peggio di quelli studenti fancazzisti che sperano in un 18 per passare l'esame e poi chi s'è visto s'è visto?
    …• Quello che facciamo in vita riecheggia per l'eternità •…

    …• Claudio Re - Coach Trainer •…

    …• Io sono Ciuck •…

  8. #8

    Re: Re: Re: p.iva e committente unico

    Originariamente inviato da netghost
    Ma quelli che sono tecnici e professori sono capaci di fare un pensiero coerente e intelligente o sono peggio di quelli studenti fancazzisti che sperano in un 18 per passare l'esame e poi chi s'è visto s'è visto?
    O forse non hanno fatto una legge pensando SOLO agli insegnanti di nuoto

    E poi, diciamo onestamente, perchè un insegnante di nuoto NON è un dipendente?

  9. #9
    Utente di HTML.it L'avatar di Linkato
    Registrato dal
    Dec 2002
    Messaggi
    487
    Galz, io non sono un dipendente, ma al 90% ho un committente unico. Tanto qui sono anonimo, potrei dirlo se fossi un finto dipendente, assolutamente non lo sono... e manco ci tengo ad esserlo (magari la Fornero pensa di sì).

    Stessa cosa per un Ingegnere mio amico che crea programmi a controllo numerico per le aziende, sono tre anni che al 80% per un committente unico e si fa altri lavoretti regolarmente fatturati e non ci tiene ad essere assunto, anzi...

    Sono tanti, ma davvero tanti i possessori di partita Iva che hanno committenti unici, questa legge è idiota, perchè sana effettivamente alcune posizioni, ma impedisce ad altri di lavorare.

    E' una grossa caxxata... speriamo venga modificata, sennò io sono nei guai, non potrei più lavorare.

    Così anche per tanti commerciali con partita Iva... (sono i più numerosi).

  10. #10
    Originariamente inviato da Linkato
    Galz, io non sono un dipendente, ma al 90% ho un committente unico. Tanto qui sono ...
    Così anche per tanti commerciali con partita Iva... (sono i più numerosi).
    Sono d'accordo con te in grossa parte. La legge sicuramente va tarata meglio, anche se.. non c'è nessun obbligo, se tu vuoi chiedi la conversione del contratto. Siamo sinceri, la maggior parte delle p.iva sono dei finti dipendenti mascherati: anche molti dei commerciali (io ne sono un esempio) sono commerciali per UN azienda, non hanno multimandati, pertanto sarebbero dei dipendenti.
    Il mio vecchio campo era l'informatica; la maggior parte delle inserzioni per programmatori sono a P.Iva..

    Il mio capo vuole assumere gli operai a P.Iva...

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Powered by vBulletin® Version 4.2.1
Copyright © 2024 vBulletin Solutions, Inc. All rights reserved.