Pagina 1 di 9 1 2 3 ... ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 1 a 10 su 84
  1. #1
    Utente di HTML.it L'avatar di carlo2002
    Registrato dal
    Jun 2002
    Messaggi
    2,865

    linguaggio per far capire la programmazione

    Se dovessi insegnare ad una persona una semplice base dei concetti di programmazione, variabili, strutture di selezione, cicli, array e funzioni, quale linguaggio mi consigliereste? (da usare con Linux)

    io stavo pensando addirittura javascript.

    altrimenti?
    Errare humanum est, perseverare ovest

  2. #2
    Python

    Sintassi facile (sembra quasi pseudocodice), no caratteri strani o punti e virgola da ricordare, messaggi di errore in genere comprensibili, libreria vasta ma relativamente semplice da usare, un sacco di risorse in rete (compreso l'ottimo tutorial ufficiale).
    Amaro C++, il gusto pieno dell'undefined behavior.

  3. #3
    Utente di HTML.it L'avatar di carlo2002
    Registrato dal
    Jun 2002
    Messaggi
    2,865
    Originariamente inviato da MItaly
    Python

    Sintassi facile (sembra quasi pseudocodice), no caratteri strani o punti e virgola da ricordare, messaggi di errore in genere comprensibili, libreria vasta ma relativamente semplice da usare, un sacco di risorse in rete (compreso l'ottimo tutorial ufficiale).
    Ci avevo pensato ma proprio queste caratteristiche a me abituato a php me lo fanno sembrare quasi strano, forse per una persona totalmente digiuna è meglio?
    Errare humanum est, perseverare ovest

  4. #4
    io all'uni ho iniziato con Standard ML, lo consiglierei
    Walk fast, chew slowly.
    "We used students as subjects because rats are expensive and you get too attached to them"

  5. #5
    Originariamente inviato da carlo2002
    forse per una persona totalmente digiuna è meglio?
    Secondo me sì, come ho scritto altrove quando uno impara il suo primo linguaggio sta imparando sì un linguaggio, ma soprattutto sta imparando a ragionare "da programmatore", e meno il linguaggio gli mette i bastoni tra le ruote con imposizioni arbitrarie e innaturali, meglio è.

    Per questo eviterei come la peste di iniziare da linguaggi complicati/disordinati per accidenti storici come PHP o, dell'estremo opposto, C++, in cui perdi più tempo a spiegare perché la tal regola ha mille eccezioni che ad insegnare la logica del come si scrive un programma.

    (e comunque, una volta scoperte le list comprehension, odierai tutti gli altri linguaggi )
    Amaro C++, il gusto pieno dell'undefined behavior.

  6. #6
    Io spiegherei il C o meglio ancora il C++ perchè puoi dosare tu la quantità di nozioni che vuoi impartire.

    Inizi ad usarlo con la semplice programmazione imperativa se vedi che la persona si sta impratichendo inizi ad insegnare oggetti, puntatori e quant'altro.
    "Estremamente originale e fantasioso" By darkiko;
    "allora sfiga crepuscolare mi sa che e' meglio di atmosfera serale" By NyXo;
    "per favore, già è difficile con lui" By fcaldera;
    "se lo apri te e invece di "amore" ci metti "lavoro", l'effetto è lo stesso" By fred84

  7. #7
    cobol
    "ci vorrebbero anche più persone come quaestio (a reb verrà un brivido)" wallrider, 22/10/2012

    "Se hai una vita di merda facebook non può essere molto meglio...". kalosjo, 16/10/2012

  8. #8
    Originariamente inviato da MItaly
    Secondo me sì, come ho scritto altrove quando uno impara il suo primo linguaggio sta imparando sì un linguaggio, ma soprattutto sta imparando a ragionare "da programmatore", e meno il linguaggio gli mette i bastoni tra le ruote con imposizioni arbitrarie e innaturali, meglio è.

    Per questo eviterei come la peste di iniziare da linguaggi complicati/disordinati per accidenti storici come PHP o, dell'estremo opposto, C++, in cui perdi più tempo a spiegare perché la tal regola ha mille eccezioni che ad insegnare la logica del come si scrive un programma.

    (e comunque, una volta scoperte le list comprehension, odierai tutti gli altri linguaggi )
    Secondo me le tal regole le deve spiegare prima in maniera Generale, poi deve spiegare come si applicano a quello specifico linguaggio, e così insegni ad una persona a programmare. Buttare invece li due istruzioni di codice non è insegnare a programmare è auto-torturarsi perchè al primo errore di compilazione l'allievo non saprà che cavolo è successo e verra a te a romperti le scatole.
    "Estremamente originale e fantasioso" By darkiko;
    "allora sfiga crepuscolare mi sa che e' meglio di atmosfera serale" By NyXo;
    "per favore, già è difficile con lui" By fcaldera;
    "se lo apri te e invece di "amore" ci metti "lavoro", l'effetto è lo stesso" By fred84

  9. #9
    Utente di HTML.it L'avatar di carlo2002
    Registrato dal
    Jun 2002
    Messaggi
    2,865
    Originariamente inviato da weatherman
    Standard ML, lo consiglierei
    perchè?
    Errare humanum est, perseverare ovest

  10. #10
    Utente di HTML.it L'avatar di carlo2002
    Registrato dal
    Jun 2002
    Messaggi
    2,865
    Originariamente inviato da MItaly
    Secondo me sì, come ho scritto altrove quando uno impara il suo primo linguaggio sta imparando sì un linguaggio, ma soprattutto sta imparando a ragionare "da programmatore", e meno il linguaggio gli mette i bastoni tra le ruote con imposizioni arbitrarie e innaturali, meglio è.

    Per questo eviterei come la peste di iniziare da linguaggi complicati/disordinati per accidenti storici come PHP o, dell'estremo opposto, C++, in cui perdi più tempo a spiegare perché la tal regola ha mille eccezioni che ad insegnare la logica del come si scrive un programma.

    (e comunque, una volta scoperte le list comprehension, odierai tutti gli altri linguaggi )
    chiaro
    Errare humanum est, perseverare ovest

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Powered by vBulletin® Version 4.2.1
Copyright © 2020 vBulletin Solutions, Inc. All rights reserved.